Gli spettacolari paesaggi subacquei dei laghi artici

Pochi sanno che molti freddi laghi artici sfoggiano una ricca vegetazione, disposta nei più spettacolari paesaggi subacquei, che potrebbero benissimo essere il risultato dell'opera di un artista di talento

Traduzione dell'articolo
"Spectacular underwater landscapes of arctic lakes - part 1" di Ole Pedersen e Klaus Peter Brodersen
sul sito della Tropica Aquarium Plants che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.

Praterie infinite di vegetazione acquatica nel lago Ferguson, Groenlandia. Questo lago ospita una grande popolazione di Potamogeton praelongus, che dà vita ad un paesaggio subacqueo che potrebbe sembrare quello di un mare tropicale - Foto di Tropica Aquarium Plants

La maggior parte delle persone sa quale sia il grande spettacolo dei laghi e degli stagni tropicali imitati negli acquari da esposizione. Pochi tuttavia sanno che molti freddi laghi artici sfoggiano una ricca vegetazione, disposta nei più spettacolari paesaggi subacquei, che potrebbero benissimo essere il risultato dell’opera di un artista di talento.

Le estati della Groenlandia sud-occidentale sono corte ma frenetiche. I laghi e gli stagni nella zona di Kangerlussuaq (nelle mappe più vecchie Søndre Strømfjord) per la maggior parte dell'anno sono coperti da una lastra di ghiaccio spessa più di un metro. Ma, per la fine di maggio, il sole è sufficiente caldo da fondere il ghiaccio, e da questo momento la vegetazione acquatica ha da affrontare una stagione di tre mesi per germogliare, crescere e riprodursi. Questo è possibile soltanto perché la luce è disponibile 24 ore al giorno durante questo periodo, e quindi la luce disponibile totale nella stagione di crescita può essere grande quasi quanto quella delle regioni temperate dell’Europa settentrionale.

Praterie infinite di vegetazione acquatica nel lago Ferguson.Questo lago ospita una grande popolazione di Potamogeton praelongus, che dà vita ad un paesaggio subacqueo che potrebbe essere anche quello di un mare tropicale.

Contrariamente quanto crede la maggior parte della gente, i laghi e gli stagni della Groenlandia sud-ocidentale non sono necessariamente biotopi freddi e senza interesse, inadatti alla vegetazione sommersa. La zona intorno a Kangerlussuaq offre quasi qualsiasi tipo di biotopo al'interno di una temperatura estiva media da 5 a 15°C. Il paesaggio è disseminato di laghi e stagni con un naturale dislivello climatico che inizia dalle acque molto fredde e melmose vicino ai ghiacciai interni in cui la temperatura dell'acqua è soltanto pochi gradi sopra allo zero ed ha una conducibilità inferiore ai 5 µS cm 1. Spostandosi verso occidene in direzione dei fiordi, le acque di superficie gradualmente diventano più calde e non è insolito trovare piccoli stagni riparati con una fitta vegetazione, che raggiungono anche i 15-20°C durante i mesi di luglio e agosto.

Stagni

Molti stagni sono biotopi temporanei che si prosciugano spesso durante l'estate. Sono in genere poco profondi e si riscaldamento facilmente nei primi mesi dell'estate, e la vegetazione di questi stagni non è molto diversa dal tipo di vegetazione che si trova nelle regioni più temperate dell'Europa settentrionale.

La vegetazione dominante degli stagni è composta quasi interamente dalla pianta acquatica forse più comune della regione, Hippuris L. vulgaris. Come una pianta anfibia si è adattata perfettamente ai livelli oscillanti dell'acqua in molti degli stagni temporanei. All'inizio della stagione, quando il livello dell'acqua è ancora alto, il H. vulgaris produce le più belle foglie acquatiche, che non assomigliano a nessun'altra pianta acquatica d'acqua temperata. Avvicinandosi alla superficie dell'acqua, la pianta comincia a produrre foglie emerse che a prima vista possono sembrare abbastanza simili alle foglie emerse, per esempio, della Myriophyllum. Il H. vulgaris è molto competitivo e nelle fosse piene d'acqua del paesaggio può tranquillammente formare un fitto tappeto che permane per parecchie settimane dopo che l'acqua è completamente evaporata.

Laghi caldi poco profondi e laghi con stratificazione termica

Negli stagni permanenti le varie specie di Potamogeton diventano più frequenti. In particolare, Potamogeton filiformis Pers abbonda in alcuni stagni e questa pianta minuscola e delicata può produrre un'inflorescenza che raggiunge la superficie dell'acqua anche da una profondità di un metro. Si possono anche trovare delle specie di Myriophyllum, Chara e Batrachium, ma esse costituiscono la maggior parte della vegetazione. Infine, dalla metà di luglio diventa comune l'inflorescenza spettacolare di Menyanthes trifoliata (L.), che può formare un fitto tappeto di bellissimi fiori che da distante sembrano assomigliare all'inflorescenza di Eichornia crassipes (Mart.) Solms-Laubach, il giacinto d'acqua.

Vicino a Kangerlussuaq si trovano un paio di laghi interessanti, a circa 25 km ad ovest dei ghiacciai interni. Il lago Ferguson è relativamente profondo (più di 80 m) e serve da riserva d'acqua locale per la città. Il lago è sufficientemente riparato per sviluppare una stratificazione termica stabile durante i mesi estivi e l'epilimnio (lo strato d'acqua superficiale) si riscalda fino a circa 12°C, formando un ambiente ideale per le specie più grandi di piante acquatiche.

La pianta più comune in questo lago è forse Potamogeton praelongus Wulf. Nel lago Ferguson forma fitti prati subacquei che crescono qualche cm al giorno durante l'estate. Il P. praelongus può crescere fino ad un'altezza di più di cinque metri, ma nei laghi artici supera raramente il metro e mezzo.

In Groenlandia un ceppo non è necessariamente la prima cosa che si pensa di incontrare sott'acqua

La parte forse più spettacolare del lago Ferguson è la piccola laguna poco profonda davanti allo scolo del lago che alimenta una splendida cascata che cade per 80 m giù dal fiordo. La laguna ospita una variegata prateria di Hippuris vulgaris, Potamogeton praelongus ed alcuni muschi acquatici che non abbiamo ancora identificato (superficialmente, tuttavia, assomigliano alle specie di Drepanocladus e di Fontinalis). La ricca vegetazione acquatica ha invaso la maggior parte di quello che rimaneva di una base aerea militare americana. Barili d'olio, pali del telefono, cerchioni e gomme sono sparsi all'esterno dell'intera zona e tutte queste cose abbandonate costituiscono un singolare sfondo per una sbalorditiva vegetazione sommersa.

Lo Spinarello (Gasterosteus aculeatus) ed il Salmerino (Salvelinius alpinus) sono gli unici pesci nel lago Ferguson, ma sono presenti in grande numero. Le larve dei moscerini non mordaci (Chironomidae), degli scarabei d'acqua (Dysticidae) e delle lumache Limnaea dominano la comunità di invertebrati e beneficiano tutti della fitta vegetazione subacquea che crea una superficie veramente ampia il cui biofilm nutritivo diventa un'importante base di nutrimento, oltre a fornire riparo.

In Groenlandia un ceppo non è necessariamente la prima cosa che si pensa di incontrare sott'acqua. Tuttavia, gli Americani hanno usato molti dei laghi e degli stagni nella zona di Kangerlussuaq come discariche locali. Le piante sono la forma sommersa di Hippuris vulgaris e due specie di muschi acquatici. Foto del lago Ferguson.

Paesaggio subacqueo nel lago Jean. Questo è il lavoro della natura. non il prodotto di un artista di talento. Sono visibili almeno quattro specie: due specie di muschi acquatici, Potamogeton filiformis e Hippuris vulgaris (le lunghe piante sottili sullo sfondo).

Circa 15 chilometri a nord ovest di Kangerlussuaq, vicino a Kelly Ville, si trova il lago abbastanza poco profondo di Jean. Anche il lago Jean sviluppa una stratificazione termica stabile, ma il lago è sia più piccolo che riparato di quello di Ferguson e quindi l'epilimnio diventa più caldo durante l'estate. Il lago è un po' più ricco di sostanze nutritive in confronto al lago Ferguson, ed è presente una ricca vegetazione subacquea.

Ad una profondità di oltre 9 metri il paesaggio subacqueo è dominato dai piccoli camini costruiti dalle larve del chironomidi, ma la vegetazione raggiunge la profondità di 8 meti, in cui una fascia di Chara sp. forma un folto prato. La zona di Chara è sostituita da varie specie di Elodeidi quale Myriophyllum spicatum L., Potamogeton praelongus, Potamogeton pusillus (L.) Dandy & Thaylor, Potamogeton filiformis e varie specie di muschi acquatici. Tutte insieme formano uno fra i più bei paesaggi subacquei, molto lontano da quello che la maggior parte della gente associa ad un lago artico.

© Ole Pedersen e Klaus Peter Brodersen - Tropica Aquarium Plants

Riferimenti & Link

Articoli Correlati

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario siete pregati di rivolgervi dove ci sono delle persone più esperte in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, ma ce ne sono molti altri :)

Aggiungi un commento

  • No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette