• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
4 minuti
Letto finora

I Gamberetti d'acquario

Mar, 01/06/2009 - 21:21
Posted in:
2 comments

Quasi sconosciuti fino a pochi anni fa, e riservati a pochissimi appassionati, i piccoli gamberetti del genere Caridina e Neocaridina, a cui se ne sono aggiunti molti altri, stanno oggi diventando sempre più di moda, e si stanno diffondendo a macchia d'olio...

Caridina Red Crystal - Foto © Chris Lukhaup

E' quasi inevitabile, parlando di gamberetti d'acquario, girare il discorso sui piccoli gamberetti del genere Caridina e Neocaridina, che stanno diventando sempre più di moda, e si stanno diffondendo a macchia d'olio.

Non sono più le classiche Caridina japonica semi-trasparenti e difficili da riprodurre, ma decine di specie dalla colorazione più disparata: rosse, bianche, verdi, blu, a bande, screziate, che cambiano colore a seconda dei momenti... ma soprattutto, quello che le ha rese molto più attraenti agli occhi degli acquariofili, è la maggiore facilità con cui è possibile riprodurle in acquario: basta fornire loro un ambiente adatto (una vasca dedicata a loro, con tanto muschio di Giava) per ritrovarsene centinaia a zonzo per la vasca, di tutte le misure.

Un consiglio utile: se siete tentati dalle caridina, prima di svenarvi in negozio (eh sì, costano abbastanza care, e perchè si vedano bisogna prenderne un gruppo molto numeroso) chiedete ai tanti appassionati che le riproducono e che saranno lieti di aiutarvi: potete chiedere in proposito su it.hobby.acquari :-)

Ci sono però anche altri gamberetti adatti alla vita in acquario, sia d'acqua dolce che d'acqua salmastra, basta fare qualche ricerca in rete per trovare molte informazioni, per ora in questo sito rimane tra le cose da fare appena ci sarà un po' di tempo :)


Vi segnalo la Piccola guida per l'aspirante "Caridinomane" ottima ed esauriente guida sulle specie di caridina in commercio, con splendide foto di tutte le varietà, descrizione dell'allestimento di vasche dedicate alla loro riproduzione, tabella con le specie che rischiano di ibridarsi o meno se allevate insieme, ecc. ecc.
E' disponibile anche una versione html della guida sul sito di Francesco Potortì, dove c'è una pagina dedicata alle Caridina, con molte foto di molte specie e varietà.

Inoltre vi segnalo anche il sito dedicato alle Neocaridina denticulata sinensis var. Red, o forse ora più correttamente Neocaridina heteropoda, alias Red Cherry, di Tognamax, che ha scritto anche una utile guida all'allevamento di queste splendide caridine.

Con l'aumentare della diffusione delle caridine sono aumentati comunque anche i siti e i portali a loro dedicati; vi segnalo tra tutti Caridine.it, il sito ufficiale dell'Associazione Italiana CARidine, ricchissimo di articoli sul loro allevamento e descrizione e foto di ogni varietà... spero solo che questo "fiorire" non si trasformi in un rapido "sfiorire" di queste lodevoli inziative, i canali "tematici" secondo me approfondiscono meglio e di più l'argomento di interesse, là dove i siti generalisti tendono invece ad essere un po dispersivi...

Specie nel sito
Caridina multidentata (ex Caridina japonica) in acquario
Sawtooth caridina
Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Più conosciuta con il vecchio nome di Caridina japonica, è stata una tra le prime caridine apparse in gran numero in commercio.

Neocaridina heteropoda che pascolano nel muschio di giava - gennaio 2005
Red cherry shrimp
Aspettativa di vita:
Dimensioni massime: fino a 2,5 cm la femmina, 2 il maschio

Piccole e belle caridine rosse, rimangono più piccole delle Caririna multidentata, ma hanno un comportamento molto simile.

Procambarus clarkii - Foto © mauri.carpfishing
Gambero Rosso della Louisiana
Aspettativa di vita:
Dimensioni massime: 12 cm TL

Chiamato anche 'gambero killer' per la sua aggressività e voracità, grazie alle sue straordinarie capacità di sopravvivenza si è diffuso in tutto il mondo, ed è molto diffuso anche in acquario, anche se ovviamente non è adatto ai comuni acquari di comunità.

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Commenti

"quello che trovano in giro" va bene solo se possono farsi un giro in cucina, aprire il frigorifero e servirsi a volontà :) Scherzi a parte, non sono in natura dove se il cibo scarseggia in una zona possono spostarsi a cercare cibo da un'altra parte, sono rinchiuse tra i vetri del tuo acquario, quindi sei tu che devi provvedere alla loro alimentazione. "resti di mangime" è un po' fuorviante, perchè se i pesci il mangime se lo mangiassero tutto, a loro cosa rimarrebbe? :) Le caridine mangiano i microorganismi che proliferano nel film algale che si forma in acquario, molto scarso se l'acquario non è molto "vecchio", e mangiano volentieri anche il mangime per i pesci, ma bisogna controllare quando si dà da magiare in acquario che anche le caridine mangino la loro razione di cibo come i pesci, non basta qualche avanzo :) Tutte le creature che alleviamo in acquario hanno diritto ad una giusta razione di cibo, non esiste nessuna specie che possa sopravvivere a lungo nutrendosi solo degli "avanzi"...

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)