• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Gecarcinus ruricola

(Linnaeus, 1758)

Raro da trovare in commercio, è un granchio terrestre che torna al mare solo per riprodursi; ha abitudini notturne.

Gecarcinus ruricola - Foto © Marcus C. Stensmyr, Regina Stieber & Bill S. Hansson (Wikipedia)

dimensioni massime in natura
lunghezza del carapace: 13 cm
aspettativa di vita
10 anni

All'interno della especie esistono 4 forme di colore: nero, rosso, giallo e verde. Il carapace di G. ruricola cresce in lunghezza di circa 2,5 cma all'anno nei suoi primi 5 anni di vita. quando raggiunge la maturità.
Mostra molti adattamenti alla vita terrestre, principalmente per quanto riguarda la conservazione di acqua e umidità. E' notturno, e questo anche per prevenire che il caldo del sole lo disidrati. Ha una sorta di "tampone" nefritico nel quale vengono rilasciate le urine, che vengono ripulite dai microbi prima di essere riassorbite.

distribuzione

Oceano Atlantico: coste occidentali di Cuba attraverso le Antille, fino alle Barbados

habitat

Ambiente: Clima tropicale, acqua salmastra
E' il più terrestre tra i granchi del suo genere, viene trovato a volte anche a molti chilometri dal mare e a svariate altitudini: è stato ritrovato a 1000 m.s.l. nell'isola di Giamaica

temperatura in natura
20 - 28°C.
allevamento

Dimensioni minime del terrario o acquaterrario: 100 cm di lunghezza
La parte acquatica può essere anche molto ridotta, in quanto prevalentemente terrestri. Il substrato dovrebbe essere preferibilmente di pacciame di corteccia, spruzzata con acqua regolarmente. Vanno previsti abbondanti nascondigli.
L'acquaterrario deve essere chiuso perchè possono evadere dalla vasca.

temperatura consigliata
25°-26° sia dell'acqua che dell'aria
riproduzione

Tornano nell'oceano solo per la riproduzione, infatti le femmine rilasciano le uova in mare, dove le larve schiuse si nutrono di plankton.
Per queste modalità, in acquaterrario la riproduzione purtroppo non avviene.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.