• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
10 minuti
Letto finora

Lumache: Amiche o Nemiche nell'acquario? (R.Brown)

Mer, 08/18/2004 - 00:00
Posted in:
0 comments

Un acquariofilo ha scoperto che le lumache possono essere molto piacevoli da avere in acquario, ed hanno abitudini e comportamenti molto interessanti da osservare.
Da leggere comunque con un po' di senso critico, consultando anche altre fonti.

Traduzione dell'articolo
"Snails: Friend or Foe in the Aquarium?" di Richard Brown
su Aquarticles, che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.

Salto con l'asta :) - Foto © Marcus Wallinder - green.colorize.net

Introduzione

Le lumache hanno una cattiva reputazione. Quando ho cominciato per la prima volta ad allevare pesci, circa 12 anni fa, mi sono sentito dire da molte fonti "affidabili" che le lumache erano delle cattive comparse: "mangiano le piante", "si moltiplicano come pazze e trasformano l'acquario in una massa strisciante di lumache", "inquinano l'acqua".
Non c'è da sorprendersi se per parecchi anni ho considerato le lumache con un certo disgusto e disprezzo. Tuttavia, nel corso di ultimi anni ho scoperto che le lumache sono in realtà creature molto utili e decorative. Spero che il seguente articolo vi incoraggerà a dare alle lumache un'opportunità.

La biologia delle lumache

Come le creature quali molluschi e ostriche, le lumache appartengono al phylum Mollusca. Una caratteristica generale dei molluschi è che sono creature dal corpo molle, che non hanno strutture portanti quali ossa o esoscheletro. L'oggetto di questo articolo, le lumache, appartengono alla classe Gastropoda. I gasteropodi sono distinti dal loro avere un singolo guscio, una conchiglia unica. Le conchiglie sono solitamente arrotolate su loro stesse e sono parte del corpo vivente della lumaca. La sezione del corpo molle della lumaca può essere ritirata nel guscio, che forma così una difesa contro i predatori.

Una cosa importante da sapere sulle lumache è che sono presenti su questo pianeta probabilmente da molto prima di noi, dei primati e dei pesci domestici insieme. Le lumache compaiono nei fossili datati intorno ai 500 milioni di anni fa. Sono facili da trovare intorno a molte delle scogliere calcaree sul litorale australiano.

(1) in realtà vi sono specie di lumache acquatiche che respirano tramite i polmoni come quelle terrestri, sono provviste di un sifone che fanno uscire dall'acqua per incamerare l'aria.

Quelle delle lumache sono specie con molto successo, sono state identificate circa 80.000 specie di lumache esistenti. La maggior parte delle specie, circa 55.000, si trovano in ambiente marino. Le specie restanti sono lumache di terra e lumache d'acqua dolce. Le lumache acquatiche respirano attraverso le branchie (1), mentre le lumache terrestri respirano attraverso un foro nel corpo vicino alla base del guscio.

Le lumache terrestri sono ermafrodite, cioè, ogni lumaca ha sia gli attributi maschili che femminili. Tuttavia devono accoppiarsi (essere in due) per potersi riprodurre. L'orifizio genitale è un foro vicino alla testa, dove la lumaca si accoppia ed anche da dove vengono deposte le uova. Le lumache acquatiche hanno sia la riproduzione ermafrodita che eterosessuale. La maggior parte delle lumache depongono le uova, comunque una notevole eccezione è costituita dalla lumaca Melanoides tubercolata (Malaysian Trumpet Snail), che è vivipara.

I gusci delle lumache sono costituiti in gran parte da carbonato di calcio. Questo elemento chimico è noto agli acquariofili come la sostanza tampone che promuove la stabilità del pH. In conseguenza di ciò, le lumache tendono generalmente a preferire acqua più dura ed alcalina. Infatti, l'acqua acida tende a sciogliere le conchiglie ed a lasciare il suo occupante esposto all'attacco dei predatori - che può essere motivo di gioia o di orrore per l'allevatore dei pesci.

Oltre ai loro gusci, una caratteristica che distingue generalmente i gasteropodi da altri molluschi è che hanno un occhio situato alla base di ogni tentacolo. Il "piede" della lumaca è un’appendice muscolare usata per muoversi attraverso l’ambiente. Sotto i tentacoli c'è la bocca. All'interno della bocca c'è una lingua simile ad una raspa, che si comporta come una sega. Taglia a brandelli il cibo delle lumache come una grattugia fa con il formaggio.

Questo mi porta ad un argomento che può essere di interesse nel contesto degli acquari domestici - le abitudini alimentari delle lumache. La dieta delle lumache varia a seconda della specie. Effettivamente, alcune lumache sono carnivore e cacciano attivamente altri gasteropodi. Generalmente comunque, le lumache mangiano alghe, piante ed occasionalmente carne di animali morti in decomposizione.

I vantaggi delle lumache

Il fatto che le lumache mangino alghe e carne in decomposizione può essere di notevole beneficio per chi mantiene un acquario. Sono sicuro che molti di voi allevano Ancistrus ed altri pescigatto mangia-alghe. Quantunque non voglia criticare questi preziosi pesci, dato che sono per loro stessi fantastici pesci domestici, la loro capacità di mangia-alghe è spesso sopravvalutata dai loro proprietari. Le lumache nondimeno puliscono i vetri e le rocce molto scrupolosamente, e possono arrivare in tutti gli angoli  in cui possono non arrivare i pesci mangia-alghe.

(2) Purtroppo questa dei "veleni" prodotti dalle piante per non essere mangiate dalle lumache è più una leggenda metropolitana che una realtà con un fondamento scientifico...
Ci sono specie di lumache per acquari che le piante se le mangiano eccome, vedi le Marisa

Alcune specie di lumaca sono famose come mangiatrici delle piante decorative; tuttavia, a mio parere, solo le lumache di stagno (generi Lymnea o Stagnicola) dovrebbero essere sospettate di questo (2). La maggior parte delle piante d'acquario sane producono cianuri ed altri veleni che impediscono agli animali, quali le lumache, di mangiarle. Il mito che le lumache possono distruggere le piante d'acquario probabilmente proviene dalle osservazioni delle lumache che mangiano le foglie delle piante che sono già ampiamente deteriorate o prossime alla morte. A questo punto, la pianta probabilmente è già condannata e al limite le lumache impediscono che la pianta vada in decomposizione, un processo che può potenzialmente squilibrare la chimica dell'acqua della vasca.

Un altro grande vantaggio dato dalle lumache sui pesci gatto è che è meno probabile che riescano a mangiare le uova dei pesci. Mentre le uova deposte dai pesci nel substrato dell'acquario o vicino ad esso sono vulnerabili all'attacco di ancistrus e simili, è molto meno probabile che siano le lumache ad intraprendere tali incursioni per razziare le uova. Di conseguenza, se state allevando i pesci che depongono uova in un acquario con acqua alcalina, allo scopo specifico di riprodurli, allora le lumache sono probabilmente una soluzione. Faranno opera di pulizia, togliendo le alghe dai vetri, ma non faranno sparire le uova alla prima occasione.
Per esempio, attualmente sto allevando una coppia riproduttiva di Neolamprologus  ocellatus in una vasca da 60 cm e piuttosto che allevare Ancistrus, ho una squadra di Planorbis rubrum per tenere la vasca pulita. Cosa abbastanza interessante, in natura questi piccoli ciclidi, che provengono dalle acque dure del lago Tanganica, adottano i gusci vuoti delle lumache come loro casa. Mantengono le loro conchiglie pulite e immacolate, vi si nascondono all'interno se minacciati e infine vi depongono le uova e vi fanno crescere i loro piccoli. Anche se sono piccoli pesci coraggiosi, gli ancistrus che io allevavo, dalla pesante copertura corazzata, tendevano ad essere insensibili agli attacchi dei N. ocellatus, e probabilmente di notte le loro uova sarebbero state indifese.

Infine, le lumache sono animali domestici interessanti e robuste già per loro stesse. Possono essere abbastanza attraenti, particolarmente nel caso della ampullarie. Inoltre hanno abitudini e cicli di vita interessanti.

Gli svantaggi delle lumache

Non ci sono dubbi che le lumache possano diventare senza controllo. Purtroppo, date loro buone condizioni di acqua dura e alcalina, e di assenza di predatori naturali, le lumache possono moltiplicarsi molto velocemente. Ho avuto la mia prima esperienza di questo nel caso delle Melanoides tubercolata. Parecchi anni fa, in un acquario Malawi di 120 cm che stavo tenendo a circa 250 ppm di durezza carbonatica totale, il suolo della vasca sembrava quasi vivo. La piaga delle lumache è stata molto sgradevole e c'è stato bisogno di azioni correttive.

Ci sono parecchi modi per mantenere le lumache sotto controllo:

Il metodo "del predatore".

(3) Tenete presente però che prima di inserire un qualsiasi pesce bisogna vedere se è compatibile con la vostra vasca e con i suoi occupanti: Il Chromobotia macracanthus arriva ai 30 cm di lunghezza, è molto vivace e stressante per gli altri pesci, va allevato in branchi, si mangia uova o avannotti di eventuali riproduzioni avvenute nel vostro acquario...

Parecchie specie di pesci amano le lumache, come prima colazione. Il più comune mangiatore di lumache è il bellissimo botia pagliaccio, Chromobotia macracanthus. Il Chromobotia afferra la parte molle non protetta della lumaca e succhierà letteralmente il povero gasteropode dal proprio guscio. Se non vi dispiace, può essere abbastanza interessante. Nell'acquario marino, i pesci palla sono buoni mangiatori di lumache, che sgranocchiano i gusci delle lumache e ne mangiano le parti molli. Ed infatti, vi sono persone che allevano specificamente le lumache, per fornirle come cibo ai loro Cobitidi e Pesci palla. Devo ammettere però che le mie Planorbis rubrum vivono insieme ad un botia pagliaccio in salute. Forse gli do un po’ troppo da mangiare.

Il metodo "dell'esca".

Mettete una foglia di lattuga in acqua calda per pochissimo tempo, e un attimo prima di spegnere le luci, legate intorno ad essa un filo di cotone e lasciatela cadere nella vasca. Affonderà al suolo ed alla mattina dovreste trovarla coperta di lumache. Rimuovete la lattuga, con tutte le lumache. Ripetete l'operazione fino a che le lumache non siano sotto controllo. Infatti, questo è il metodo che ho usato per rimediare al mio problema con le Melanoides tubercolata. Inutile dire che può essere richiesta molta perseveranza.

Il metodo "della fame".

È importante notare che la maggior parte dei boom delle lumache sono causate dalla sovra-alimentazione. In questi casi, l'unica ragione per cui le lumache si moltiplicano a dismisura è perché mangiano il mangime avanzato dai pesci. Osservate i vostri pesci quando date loro il cibo, se non mangiano tutto entro 3 o 4 minuti allora li state sovra-alimentando.

Il metodo "del negozio".

Sono disponibili alcuni lumachicidi commerciali, che i proprietari dei negozi di pesci potrebbero cercare di vendervi. Se usati come da istruzioni questi prodotti possono uccidere le vostre lumache. Tuttavia, queste soluzioni basate sui prodotti chimici dovrebbero essere evitate, perché tendono ad uccidere anche i batteri che mantengono sotto controllo i livelli di nitriti e di ammoniaca. A sua volta, questo può uccidere anche i vostri pesci.

La prevenzione

La prevenzione è solitamente la migliore delle cure. Se con le piante comprate in negozio o avute dallo scambio con altri acquariofili non volete portare in vasca ospiti sgraditi, vi consiglio allora di fare le seguenti azioni. Prima dell'introduzione delle piante nel vostro acquario, mettetele a mollo in acqua calda salata. Dopo dieci minuti rimuovete le piante e lavatele perfettamente. Questo dovrebbe uccidere o rimuovere tutti i gasteropodi indesiderabili. Inoltre rimuoverà parassiti potenzialmente nocivi, quali quelli che provocano la malattia dei puntini bianchi (Ichthyo).

Conclusione

Devo ammettere che malgrado le mie prime impressioni, ora sono molto felice di vedere delle lumache nel mio acquario. Una volta mantenute sotto controllo, possono fare parte integrante di un ambiente acquatico ben equilibrato. Quindi, perchè non dare alle lumache un'opportunità?

© Richard Brown - Aquarticles

Specie nel sito
Antentome helena - Foto © RSX (Wikipedia.org)

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime: 1,5 - 2 cm

Le Anentome hanno la caratteristica che a differenza di molte altre sono carnivore e non vegetariane; vengono chiamate "lumache killer" perchè in acquario si nutrono delle altre lumache presenti.

Clithon corona - Foto di PlanetaInverts.com

Aspettativa di vita: 2 - 4 anni
Dimensioni massime: 1,8 - 2 cm di diametro

Sono ricercate come mangia-alche negli acquari d'acqua dolce, ma sono lumache esclusivamente d'acqua salmastra o marina.

Lymnaea peregra - Foto © Saxifraga-Kees Marijnissen

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Le lumache delle specie di Lymnaea si trovano spesso in acquario, come ospiti non intenzionali, confuse spesso con le lumache del genere Physa.

Marisa cornuarietis - Foto tratta da Gaqua.de

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Queste lumache mangiano tutto ciò che trovano (onnivore): piante morte e in decomposizione, molti tipi di piante acquatiche, animali morti, uova di altri animali, sono mangiatrici molto voraci. Non sono adatte per acquari piantumati.

Melanoides tuberculata - Foto tratta da Aquaportail.com
Live bearer snail, Malayan snail
Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Sono tra le più onnipresenti lumache "infestanti" degli acquari, insieme solo forse alle Planorbis, ma sicuramente sono più utili che dannose :)

Neritina zebra © fra2283

Aspettativa di vita: 3 - 6 anni
Dimensioni massime: 2 - 3 cm di diametro

Le lumache del genere Neritina sono molto difficili da distinguere tra loro, e sono tra le poche lumache ricercate dagli acquariofili :) perchè mangiano tutti i tipi di alga, e perchè non diventano infestanti, anzi in acquario le uova anche se deposte non schiudono...

Paludomus‬ ‪loricatus‬ - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Belle e affascinanti lumache acquatiche, dai luminosi occhi rosso-arancio, rare da trovare in commercio.

Physa sp. in movimento - Foto © Marcus Wallinder (green.colorize.net)

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Spesso appaiono nelle vasche degli acquariofili senza essere state consapevolmente introdotte, magari attraverso qualche pianta, ma per l'acquario sono solo un utile beneficio :)

Shell texture - Foto © Marcus Wallinder (green.colorize.net)

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Sono tra le più onnipresenti lumache "infestanti" degli acquari, seconde solo forse alle Melanoides, ma sicuramente sono più utili che dannose :)

Pomacea bridgesii - www.applesnail.net
Apple snail, Ampullaria
Aspettativa di vita: 4-5 anni
Dimensioni massime: La dimensione della conchiglia varia da 4 a 5 cm. di larghezza e 4,5 - 6,5 cm. d'altezza.

Si pensava che fosse questa specie la più diffusa in commercio come "apple snail", mentre attualmente è riconosciuto che non viene affatto esportata, quella che si pensava fosse Pomacea bridgesii è in realtà Pomacea diffusa.

Pomacea bridgesii - www.applesnail.net

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Bella e grande ampullaria, mangia quasi tutti i tipi di pianta e non è quindi adatta per nulla ad acquari piantumati; va evitata, a meno che l'acquario sia privo di piante o altra vegetazione.

Pomacea diffusa - www.applesnail.net
Apple snail, Ampullaria
Aspettativa di vita: 4-5 anni
Dimensioni massime: La dimensione della conchiglia varia da 4 a 5 cm. di larghezza e 4,5 - 6,5 cm. d'altezza.

Bella e grande ampullaria, preferisce piante morte e in decomposizione, e cibo artificiale come quello per i pesci; non mangia piante sane, a meno che non ci sia altro cibo disponibile. Questo la rende una buona scelta per gli acquari piantumati.

Septaria porcellana - Foto © Enrico Richter - (Aqua-global)

Aspettativa di vita: 2 - 5 anni
Dimensioni massime: 2 cm di diametro

Conosciamo un po' meglio le lumache acquatiche del genere Septaria, che vivono in acqua salmastra e marina

Yellow Rabbit Snail (Tylomelania sp.) - Foto © Hristo Hristov
Rabbit Snail
Aspettativa di vita:
Dimensioni massime: 12 cm TL

Molto simili alle Melanoides ma nel contempo anche molto diverse, sono lumache dall'aspetto e dalla colorazione sorprendente, alcune specie diventano anche molto grandi (12 cm di lunghezza totale)

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.