Tu sei qui

Carassius auratus: il Pesce Rosso

...conosciamoli un po' meglio

  Carassius auratus adulto (notare le dimensioni) - Foto tratta da Tropical Aquariums SA

Scheda Sintetica

Potevano mancare nel "carnet" del "perfetto acquariofilo" i mitici pesci rossi?  Il nome scientifico, Carassius auratus, è quasi un lontano ricordo, grazie a incroci su incroci sono state create le varietà più strane e più diverse tra loro...

Carassius auratus - i pesci rossi

I due che ho sono della varietà "chicchi di riso" (pearlscale) perchè hanno le squame un po' ispessite, che sembrano appunto tanti piccoli chicchi di riso, e li hanno scelti personalmente le mie due bimbe (a dir la verità io propendevo più per quelli dalla forma normale da pesce rosso da fiera, al massimo per i "cometa") e sono stati battezzati Figaro e Palla di Neve.

Sono veramente simpatici e attivi, non mangiano le piante, per cui nell'acquario in cui li ospito riesco a tenere Vallisneria, Hemianthus micranthemoides, Cryptocoryne di vari tipi e un tronco ricoperto da muschio di Giava.

State pensando di comprare dei Carassius?
Pro e contro dell'allevamento

"Ma come, tu che sei così esperta di pesci hai preso dei pesci rossi?" mi ha detto mia sorella un po' stupita quando ha visto l'acquario, come se non fossero da considerare alla stregua di tutti gli altri pesci d'acquario, ma fossero quasi di serie B... Per me, li preferisco senz'altro ai Discus, sono pesci splendidi che meritano un acquario tutto per loro, e mi piace osservare i loro comportamenti, così come quelli dei miei altri pesci....
Nelle FAQ di it.hobby.acquari c'è una parte dedicata ai pesci rossi, CHIAMATEMI CARASSIUS, curata da Patrizia "Blue" Spinelli, che è fondamentale per capire le loro esigenze: non bisogna mai sopravvalutare la loro robustezza e soprattutto non bisogna farsene un alibi per non trattarli bene come meritano.


Come già nella pagina dedicata, ribadisco anche qui che i pesci rossi non vanno allevati nè nelle bocce, nè in acquarietti troppo piccoli... Se ci fosse una maggiore conoscenza e una maggiore voglia di informarsi in tutti coloro che li comprano, molte più persone saprebbero che i pesci rossi, il cui nome scientifico è Carassius auratus, sono pesci che arrivano in pochi anni a superare i 30 cm di lunghezza, per 2-3 kg di peso (sì, avete letto bene: chilogrammi).
Inoltre i pesci rossi sono creature sociali, che amano vivere in compagnia dei propri simili, amano fare lunghe nuotate tranquille, amano curiosare nel loro ambiente, amano esplorarne ogni anfratto.
Infine, i carassius sono tra i pesci più longevi che esistono: possono vivere tranquillamente 20-30 anni, alcuni esemplari anche di più (ci sono carassius "vecchietti" di 50 anni ancora vivi e vegeti!!!).

I pesci rossi, per vivere bene e a lungo, hanno bisogno di un acquario vero e proprio, e bello grande, non di una boccia.
Questa è una consapevolezza che, fortunatamente, si sta facendo largo tra molti acquariofili, ma a volte in modo un po' distorto: sembra che la boccia non sia adatta perchè fa venire ai pesci il "mal di testa" perchè rotonda, e allora si va a comprare una vaschetta rettangolare da 5-10-20 litri pensando di essere a posto.
SBAGLIATO!!!! I pesci rossi non possono vivere nelle bocce PERCHE' DIVENTANO DEI PESCIONI DA 30 CM DI LUNGHEZZA, CODA ESCLUSA!!!!
Spero che questo chiarisca a tutti che se non va bene la boccia, non va bene nemmeno la vaschetta da 10 litri, e neppure l'acquario da 50 litri: non gli verrà il mal di testa, ma non consentirebbe loro di crescere sani... ci vuole una vasca di almeno 100-120 litri, e solo fino a che non saranno cresciuti ancora del tutto, poi ci vuole ancora più grande!

Il fatto che magari in qualche rarissimo caso un pesce rosso è sopravvissuto anni in una boccia ed è rimasto piccolo, non è una giustificazione che regge: ci può essere l'esemplare più robusto che non muore ma sopravvive, ma avere la crescita atrofizzata dal fatto di essere tenuto in un contenitore troppo piccolo non fa certo bene alla salute... mi ricordo quando in internet era spuntato un sito che prometteva di vendere "bonsai-kitten", gattini microscopici perchè allevati all'interno di una bottiglia che impediva loro di crescere di più... per fortuna si è rivelata essere una bufala, ma quante polemiche, quante alzate di scudi contro questo sito, accusato di torturare dei poveri gattini...
Come mai invece la maggioranza delle persone consideri questo trattamento del tutto normale per degli altri esseri viventi, i pesci, per me è incomprensibile.

Inoltre, ad oggi sono stati emanati molti regolamenti comunali in cui viene dichiarato ILLEGALE detenere carassius e pesci in genere in bocce di vetro, o in acquari di capienza inferiore ai 30 litri. Questo, se pur non risolutivo delle pessime condizioni in cui vengono tenuti moltissimi pesci da cosiddetti "acquariofili", e non tenendo conto che in realtà ci sono anche specie adatte alla vita in mini-acquari, può servire a mettere a qualcuno una pulce nell'orecchio...


27 DIC 2004
LE FAQ DEL CARASSIUS AURATUS sono tornate finalmente on line, integrate alle già ottime FAQ di it.hobby.acquari, grazie alla disponibilità dell'autrice, Patrizia "Blue" Spinelli, e a quella di Maurizio Ghelli, che cura le Faq del newsgroup più acquariofilo della rete :-)))
Vista la fatica che ho fatto a raccogliere i post delle pagine seguenti, e visto che possono comunque essere utili a chi si vuole cimentare nell'allevamento dei carassi, li lascio, come integrazione alle faq di Patrizia, che sono le più complete ed esaustive sui pesci rossi, e che naturalmente linkerò in tutte le pagine :-)
15 OTT 2004
Finalmente ho avuto notizie del sito www.micromondo.net... ma non sono buone :-(
Il sito non tornerà più in linea, e Patrizia era una negoziante che teneva troppo ai pesci per venderli :-)
Per fortuna comunque i contenuti del sito ritorneranno presto in linea: le FAQ verranno aggiunte alle FAQ di it.hobby.acquari, che diventeranno così ancora più complete, e gli altri articoli diventeranno parte del sito di it.hobby.acquari, che Patty "Blue" Spinelli a contribuito a far crescere :-)
10 OTT 2004
Avevo linkato all'immagine di "No! Ai pesci rossi nella boccia!" le FAQ sul Carassius auratus di Patrizia Spinelli, Patty "blue" per i frequentatori di it.hobby.acquari...
Purtroppo da parecchio tempo tutto il sito è off-line, ho provato a contattare Patrizia ma senza nessun risultato, e non so quando e se il sito tornerà operativo.
Ho pensato allora di fare per il momento delle sottospecie di "FAQ" mediante le domande e le risposte più frequenti ed interessanti di it.hobby.acquari, sempre però con l'intenzione di ri-linkare il sito di Patty quando tornerà in linea.
Spero che sia solo questione di tempo: il sito era davvero il più completo e soprattutto il più attendibile che riguardasse l'allevamento del Carassius, in tutte le sue forme e varietà, e da ogni pagina traspariva l'amore dell'autrice per questi pesci, troppo bistrattati da tutti.
Nel frattempo, se avete qualche dubbio sull'allevamento dei vostri pesci rossi, se volete dar loro una dimora più consona alle loro esigenze, leggete queste poche paginette; ringrazio tra l'altro Patrizia perchè le risposte più complete ed esaustive che ho riportato sono naturalmente le sue :-)

Vi segnalo questa pagina di www.animalipersieritrovati.org:
Nati Nel Segno Dei Pesci, in cui grazie al lavoro e alla sensibilità di Raffaella potete vedere come lei e il suo compagno hanno brillantemente risolto il problema del posizionamento in casa di una vasca grande abbastanza per tre pesci rossi, grazie ad un comune tavolino dell'Ikea. Ne è venuto fuori un gioiellino, un acquario visibile da tutti e 4 i lati e anche dall'alto, e nonostante ciò ben illuminato, dove presto fioriranno anche ninfee e giacinti d'acqua :-)
E questo acquario, che alla fine è risultato visivamente spettacolare, è stato allestito mettendo in primo piano non l'effetto estetico che ne doveva risultare, ma le esigenze e le necessità dei pesci rossi, il desiderio di rispettare la loro natura.
Per chi ha problemi di visualizzazione della pagina, potete scaricare il file in power point: Nati Nel Segno Dei Pesci

23 GIU 2006
Proprio stasera leggiucchiando in rete sono entrata nel sito di Acquariolife, notando che la grafica dall'ultima volta che c'ero stata era cambiata e migliorata. Nonostante fossi disturbata da due rettangoli pubblicitari di quelli che finchè non clicchi su "chiudi" ti disturbano la visione della pagina, sono stata attirata da un bel riquadro dal titolo "I pesci rossi" dove si prometteva una serie di articoli per far vivere meglio questi snobbati pescioloni.
Bene, mi sono detta, vediamo se posso mettere qualche altro bel link nella mia sezione sui pesci rossi... Così sono entrata, sempre disturbata dagli onnipresenti rettangoli di spam, e ho cliccato sul primo dei 3 articoli presenti, tutti e tre di un certo Noodless.
L'articolo si annunciava buono: l'autore si riprometteva di "rivalutare un pesce molto spesso snobbato” e di encomiare "tutti quegli appassionati che lo allevano in condizioni ideali".
Poi si metteva l'accento sulle dimensioni, sempre sottovalutate, che raggiungono questi pesci: "Il pesce rosso è una specie che in buone condizioni ambientali raggiunge normalmente 35 cm e peso di circa 1 kg; in casi eccezionali raggiunge la lunghezza totale di 45 cm e il peso di circa 3 kg. Se allevato in buone condizioni, il pesce rosso può vivere anche più di 20 anni.".
Perfetto, mi preparavo già a copiare il link, e sono andata a cercare il punto in cui si spiegava che vasca usare per il loro allevamento. E qui, ahimè, è cascato rovinosamente l'asino: 15 LITRI A TESTA!!! Ma. dico, raggiunge i 35 cm e lo vuoi mettere in 15 litri? Per una coppia, bastano 30 litri? E, naturalmente, in 200 litri che ne stanno 10-12??? Neanche si prova a dire "da piccoli, poi crescono" macchè, l'ipotesi che crescano non è neppure presa in considerazione (e del resto, come potrebbero crescere, in 15 litri?).
Sono delusa e amareggiata, se neppure uno che vuol scrivere in favore dei pesci rossi non capisce che per loro lo spazio è fondamentale, e che bisogna finirla di segregarli in vasche troppo piccole, dove non hanno la possibilità di crescere...
Ah, un'altra "perla" che me le ha fatte girare: "Essendo grandi nuotatori, l’arredamento dovrà essere ridotto al minimo" ora, già il fatto che siano grandi nuotatori, oltre che come detto dallo stesso autore raggiungono come minimo i 35 cm, dovrebbe far capire ad un'intelligenza normale che in 30 litri (un acquario da 30 litri è lungo 40cm) non ce ne possono stare due, ma nemmeno uno solo; ma il fatto che per fare spazio per il nuoto bisogna togliere gli arredi, è un'altra di quelle leggende metropolitane che bisogna sfatare: lo spazio per il nuoto non si fa togliendo arredi, ma mettendoli. E già. Cosa c'è più desolante di un pesce che vaga da una parte all'altra di una vasca vuota, senza sapere dove andare? Se in vasca si incominciano ad inserire elementi come radici, rami lunghi, piante, ovviamente non ammassati al suolo ma in punti strategici, preferendo la disposizione "in verticale", il pesce non avrà meno spazio per nuotare, ma paradossalmente ne avrà di più: potrà girare intorno alle foglie delle vallisnerie, fermarcisi un po' in mezzo, passare dietro ad un tronco, riparare un attimo dietro una radice, farsi due giri tra i rami, troverà cioè molto più spazio per nuotare di prima. I pesci rossi non sono macchinette a cui piace andare su e giù lungo un vetro, ma sono pesci attivi, curiosi e vivaci, a cui piace nuotare nel loro ambiente, esplorarlo in ogni anfratto, viverlo, come ogni persona che li abbia mai allevati "sul serio" sa bene.

Articoli Correlati:

Carassius auratus
Come riconoscere e curare le principali malattie dei carassius, è perchè è importante quarantenare tutti i pesci nuovi prima di inserirli con gli altri - traduzione in italiano di un articolo di Jennifer Wilkinson
Laghetto con Carassius e Koi - Foto di Howard Norfolk
Resoconto di una visita alla Goldfish Pagoda, un museo dedicato al pesce rosso, Carassius auratus, nelle sue innmerevoli forme e varietà; con belle foto delle diverse razze - traduzione in italiano di un articolo di Howard Norfolk
Carassius auratus - Foto © Goldy fk (Flickr)
Come far riprodurre i pesci rossi e come far crescere gli avannotti: un'operazione resa complessa dal numero considerevole di uova deposte dai carassius e dallo spazio che bisogna avere a disposizione - traduzione in italiano di un articolo di Jennifer Wilkinson
Carassius auratus - Foto © Goldy fk (Flickr)
Indicazioni per l'alloggiamento e l'allevamento dei pesci rossi, con indicazioni di tutte le loro necessità; solo soddisfacendole si avranno pesci sani e belli, pesci che non hanno nulla da invidiare a quelli tropicali - traduzione in italiano di un articolo di Jennifer Wilkinson
Carassius auratus - Foto © Goldy fk (Flickr)
Descrizione delle principali varietà di pesce rosso. I Carassius sono descritti con dovizia di particolari e con indicazioni sul loro allevamento, che saranno approfondite negli articoli successivi - traduzione in italiano di un articolo di Jennifer Wilkinson
Ordine: 
Famiglia: 
Genere: 
Paese: 

Commenti

Ritratto di Simone
Ma non c'è proprio nessuna specie in grado di convivere pacificamente oltre a delle lumache?

Ritratto di Simone
Allestirò un acquario da 80-90 litri netti per il mio black moor con temperatura a 22° e Le piante saranno cryptocoryne crispatula, vallisneria gigantea e anche l'elodea/egeria densa, il tutto è un biotopo "cinese" poiché i pesci rossi sono originari della Cina e quelle piante anche, tuttavia mi piaceva di inserire un altro animale, che sia un pesce, un invertebrato, un anfibio o una tartaruga che però siano sempre dell Cina. Che metto?

Ritratto di biggia
I carassius sono una specie particolare, che è meglio allevare senza mischiarla ad altri pesci di specie diversa, tanto meno ad anfibi e tartarughe, che sono proprio inadatti alla convivenza con i pesci. Tuttalpiù puoi abbinarli a qualche specie di lumaca acquatica.

Ritratto di Giorgi01
Ciao a tutti! Confondo sempre i pesci rossi con le carpe koi, che crescono fino a 3 metri. anche se pure i pesci rossi non scherzano!

Ritratto di Anonimo
io ne ho 2 in una boccia rotonda da 3l

Ritratto di Anonimo
Cosa è una provocazione?
Perchè se frequenti questo sito sai benissimo di essere enormemente in errore!

Ritratto di Enzo
Ho un pozzo di falda freatica, in cui 28 anni fa gettai due carassius (pesci rossi). Uno è scomparso 2 anni fa, l'altro di circa 20 cm è vivo e vegeto. Si ciba di mosche e parassiti degli alberi che cadono sull'acqua. Qualche giorno fa, gli ho fornito un nuovo compagno; spero che non ci sia competizione alimentare

Ritratto di damian
io ho un acquario ad angolo di 80 litri; con un buon impianto di filtraggio, buona illuminazione, molta ghiaia di fondo e arredamento costituito da delle pietre piatte,un'anfora grande e 2 piante finte a foglia larga; all'interno ci sono 4 carassius auratus. può andare?

Ritratto di biggia
può andare per il momento, però quando i pesci cresceranno (supereranno, se in salute, i 30 cm cosa ESCLUSA) avranno bisogno di un acquario più grande...

Ritratto di Marco
I pesci rossi sono dei fenomeni che molti considerano stupidi. Hanno invece della capacità di adattamento incredibili!!!! La settimana prossima pubblicherò un articolo sul mio blog. Lascio qui il link: www.vongolemerluzzi.wordpress.com W i pesci rossi!!

Ritratto di PAULA
Ciao tutti, 3 anni fa per San Valentino ho regalato a mio marito una coppia di pesci rossi, e quindi siamo anche noi fortunati amici dei pesci rossi. Da ottobre però, i nostri pesci hanno deciso di moltiplicarsi "molto" quando chiediamo nei negozi tutti ci dicono che questi qua non si riproducono in acquari, al meno se non ci sono delle condizioni molto particolari... ed eccoci qua, al meno 2 volte al mese i nostri pesciolini, senza condizioni particolari ( al meno non provocate da noi) fanno tante uova e poi tanti pesciolini.
Abbiamo già affidato una centinaia ad un negozio, che però sta chiudendo, e quindi fra poco ce li manderanno indietro.... non sappiamo cosa fare, vendere, regalare, ma soprattutto noi ci teniamo tanto a loro, è bellissimo vedergli crescere, e non vogliamo dargli a una persona che poi gli faccia morire dopo 2 settimane.
Ci sono di ogni dimensione, colore, ed età, gli ultimi hanno 2 settimane. I genitori sono bellissimi, madre fantail, bianca, quando l'abbiamo pressa e fino ad agosto scorso aveva la macchia rossa in testa. Il padre Calico del tipo American Shubunkin molto rosso, con poche macchie nere. Adesso hanno le pinne ma soprattutto le code lunghissime e molto eleganti, sembrano delle ballerine, io passo tanto tempo solo a guardarli. ( vi allego un paio di foto) Se sapete di qualcuno interessato vi prego contattateci, (siamo a Milano). A presto, Paula & Giovanni

Ritratto di Irene
Anche i miei si sono moltiplicati, ma,dopo 4mesi sono ancora marroni,quanto ci mettono per diventare rossi ?

Parole sante! non c'è nulla di più sbagliato di considerare i pesci rossi come pesci di basso prestigio per il semplice fatto che sono robusti, resistenti ed economici; le stesse ragioni che spesso spingono gli acquariofili ad allevarli in condizioni approssimative e senza le cure dovute.
A molti acquariofili potrebbe sembrare una bestemmia, ma anche io preferisco di gran lunga il pesce rosso al discus!
E' importante debellare tutti i più diffusi luoghi comuni che riguardano i carassius e diffondere il più possibile tutte le notizie che possono aiutare l'appassionato nell'allevamento degli esemplari; per tale ragione, da alcuni mesi, ho anche creato un blog.
W i pesci rossi!

Ritratto di Carlotta
Ciao a tutti sn una ragazzina di 14 ani e da circa 1 settimana ho comprato 2 pesci uno tutto rosso e uno arancione e bianco, di varieta' diverse.. devo dire ke mi appassionano molto!!!Wi pesci rossi!!

Ritratto di Silviuz
Io ho 2 pesciolini rossi e uno arancione... ma che meraviglia i pesci, sto iniziando adesso( che li ho presi), a interessarmi di queste creature!!! Ciao a tutti

Ritratto di the king
cmq questo sito e' molto interessante!! e' vero i pesci rossi nn dovrebbero stare nelle bocce!! poverini anke loro hanno bisogno del loro spazio!!! devono vivere assolutamente in 1 aquario oppure in 1 vasca bella grande!!! ciao a tt

Ritratto di Serena
e' giustissimo k i pesci rossi possano vivere in acquario e NON devono ASSOLUTAMENTE essere considerati pesci di seria B. Loro hanno diritto di vivere in 1 acquario, cm tt gli altri pesci, e nn in 1 boccia

Ritratto di Savio
Ho comprato a poco un acquario da 300 lt ke ospita 2 pesci rossi comuni, 4 orifiamma 2 carpe koi e 1 plecostomus....per far vivere e crescere bene i nostri pesci offriamogli loro un acquario da almeno 200 lt, non esagero ma dato ke diventano gandissimi (anke 30 cm) e' il minimo ke possiamo fare per loro..............$@Vio

Ritratto di °àkè
ke bel sitone!!! visto che a breve comprero' un bel pesciolino mi torna parecchio utile... cosi' ne potro' scegliere uno sano, allegro e vivace, e soprattutto sapro' come accudirlo!!
baci

Ritratto di Antonella
A casa sono entrati 2 nuovi inquilini, sono 2 pesci rossi, e il mio ha gia' il nome: Nemo; l'altro non e' stato ancora battezzato, aspetto la decisione della sorellina Cinzia... un bacio a tutti gli amanti dei pesci, piccoli e grandi, belli e brutti.

Ritratto di Vitoria
avevo 4 pesci rossi, ma purtroppo 2 sono morti, quindi nn credo che qsti ultimi siano poi tanto robusti...

Ritratto di Robby
Non esistono pesci robusti o pesci delicati, esistono pesci allevati bene e pesci allevati male... Se allevati rispettando le loro esigenze, tutti i pesci sono robusti...

Ritratto di Claudia
Il mio Splashy ha vissuto per 21 anni e se n'e andato il 1° Gennaio 2007, ci manchera' la sua presenza discreta

Ritratto di katy
ciao sono rimasta molto colpita, non sapevo ke i pesci rossi potesero vivere tanto.dove lo tenevi? io ho preso 3 pesciolini per la mia bambina e 2 sono morti subito.al negozio mi hanno dato una vaschetta da 3 litri circa, ma dopo aver letto qualche articolo su internet sono terrorizzata. avevo intenzione di prenderne almeno un'altro per fargli compagnia,ma se come dicono hanno bisogno di un'acquario cosi grande penso che rinuncerò. se puoi dammi qualche consiglio. ciao

Ritratto di Anonimo
ma non ci vuole un acquario tanto grande, basta anche uno da 100 l. più l'acquario è grande, meno è probabile che i pesci muoiano!! Fidati, io ho un 250 l che è bello da vedere e dove i pesci stanno benissimo!!

Pagine

Aggiungi un commento