• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Bacopa monnieri

Pianta facile e con poche esigenze, si adatta a tutti gli acquari, dove cresce velocemente; è adatta anche agli acquari d'acqua salmastra.

Bacopa monnieri - Foto di Marcus Wallinder (green.colorize.net)

La Bacopa monnieri ha le foglie più corte e strette della caroliniana, ed internodi più lunghi; è una pianta ancora meno esigente e più adattabile della caroliniana, si adatta infatti sia ad acqua tenera che dura, sia a pH acido che a pH alcalino; la Kasselmann riferisce addirittura che è possibile la coltivazione in acqua salmastra, infatti in natura è stata ritrovata nelle acque salmastre dell'isola di Giava.

Cresce bene anche con illuminazione media, in un substrato di sabbia o ghiaino fine; in acqua ramifica poco, e i fusti hanno un aspetto un po' "rigido", ma per ottenere un bell'effetto decorativo basta piantare almeno una decina di steli a scalare, cioè accorciando un po' di più quelli davanti e lasciando un po' più lunghi i fusti dietro, per creare un bel cespuglio degradante, che dà un ottimo effetto.
Se viene lasciata crescere fuori dall'acqua, può produrre un fiore bianco-rosa

Come la Bacopa caroliniana, anche la B. monnieri è adatta alle vasche d'acqua fredda, ma sopporta temperature più elevate della cugina, fino a 30°C.

Nel mio acquario mentre la caroliniana ha uno sviluppo esplosivo. la monnieri che pure mi piace tantissimo non cresce quasi per niente, ho già provato a cambiarla di posizione (più o meno illuminata, più o meno nella corrente, ecc.) ma fino ad ora con scarsi risultati. Sta li, non marcisce ma non cresce neppure...boh!

La propagazione è molto semplice, ed è identica per i due tipi di Bacopa: basta tagliare il fusto appena sopra una coppia di foglie e ripiantarlo: la parte tagliata ributta nuove radici e inizia a crescere, mentre dalla parte rimasta sul fondo si sviluppano nuove foglie. Per la B. caroliniana, che ramifica più facilmente, si possono tagliare e ripiantare i getti laterali.

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.