• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Cynops pyrrhogaster

(Boie, 1826)

Specie di tritone di media grandezza, viene spesso confuso con Cynops orientalis, e come lui va allevato preferibilmente in acquario monospecifico.

Cynops pyrrhogaster - Foto © Henk Wallays (CalPhotos)

nome comune
Japanese Fire-bellied Newt
dimensioni massime in natura
13 cm
aspettativa di vita
20 anni
aspettativa di vita in acquario
25 anni (dato registrato da AnAge)

E' un tritone di medie dimensioni (9-13 cm) con distinte ghiandole parotidi, pelle ruvida, e schiena arcuata. La colorazione va dal marrone cioccolato al nero sul dorso, di tanto in tanto con macchie rosse o lungo il crinale dorso-laterale e il ventre colorato dall'arancio al cremisi con macchie più scure molto variabili, che possono essere macchie distinte, linee ondulate o reticolate. I maschi si distinguono dalle femmine per la cloaca gonfia, e perchè la loro coda quando sono nella stagione riproduttiva sviluppare una lucentezza iridescente violacea o bluastra e un piccolo filamento sulla punta (assente in alcuni esemplari). I maschi maturi mostrano anche una pelle più liscia durante la stagione riproduttiva.

Questa specie è spesso confusa con il tritone cinese, Cynops orientalis. Per aumentare la confusione, Cynops orientalis viene spesso etichettato e venduto come il tritone giapponese Cynops pyrrhogaster. Le principali differenze tra queste due specie sono la forma della coda, la struttura della pelle, la forma del corpo, e le dimensioni complessive. I Cynops pyrrhogaster diventano molto più grandi e sono più robusti, oltre ad avere una struttura della pelle più granulare. La coda di Cynops pyrrhogaster è relativamente affusolata e appuntita, a differenza della coda relativamente tozza o arrotondato di Cynops orientalis. Inoltre, Cynops pyrrhogaster ha una schiena più arcuata rispetto a quella appiattita di Cynops orientalis.

Nella Red List è segnalato come LC (Least Concern) cioè poco conosciuto, la sua larga distribuzione, la sua tolleranza ad una vasta gamma di habitat, la popolazione che si presume abbastanza vasta, fanno pensare che per adesso non vada ascritto alle categorie minacciate, almeno a breve termine.

E’ una specie comune e ragionevolmente adattabile.

La presenza di questa specie è influenzata sia dalla conversione su larga scala delle risaie, sia dall’abbandono dei piccoli campi di riso. Inoltre le grate dei tombini al bordo della strada uccidono tali animali, funzionando come vere e proprie trappole. Viene catturato ed esportato verso l’Europa come animale domestico, ma probabilmente non a un livello tale da costituire una minaccia per la specie.
E’ presente comunque in molte aree protette, e negli zoo dell’Australia si riproduce regolarmente in cattività.

distribuzione

Asia - La specie è endemica del Giappone. E’ stata ritrovata a Honshu, Shikoku, Kyushu e altre piccole isole.

habitat

Ambiente: è una specie che abita le foreste e i prati. Si trova nelle risaie, in laghetti, pozze, ruscelli e torrenti, dove si riproduce e dove si sviluppano le larve. E' una specie di prateria e foresta.

allevamento

È necessario un acquario fittamente piantumato con una piccola superficie emersa. Questi tritoni vanno da quasi interamente acquatici a semi-acquatici, secondo particolari popolazioni e singoli individui. Alcuni studi hanno dimostrato che alcuni esemplari rimangono terrestri per la maggior parte dell'anno e diventano acquatici solo durante la stagione riproduttiva, in modo molto simile al genere Triturus. In cattività possono essere trattati come essenzialmente acquatici, ma fornendo una superficie emersa. Può essere semplice, come una grande roccia o una pila di rocce che arriva a rompere la superficie dell'acqua, o una più elaborata, come una superficie coltivata o un allestimento tipo paludario. Questi tritoni sembrano apprezzare la protezione dei fitti cespugli di piante acquatiche, per cui più piante ci sono e meglio è.

In natura sono esposti ad una vasta gamma di temperature e sembrano essere molto più tolleranti delle temperature superiori ai 21°C rispetto alla maggior parte degli altri tritoni. Tuttavia, se hanno la possibilità di scegliere, i tritoni selvatici sembrano preferire le acque più fredde, per cui anche in acquario ci si dovrebbe impegnare per mantenere la loro acqua tra i 18 e i 21°C. Se possibile, in inverno far raffreddare l'acqua fino ai 10-15°C per simulare approssimativamente i cambiamenti stagionali. Molti esperti appassionati lasciano regolarmente che la temperatura dell'acqua superi i 21°C d'estate, senza alcun effetto negativo di sorta, e ne ottengono anche la riproduzione. Molti altri li allevano invece a temperature sotto i 21°C con parimenti ottimi risultati. Sembrano straordinariamente robusti e resistenti alle alte temperature rispetto ad altre specie, ma allevarli ad alte temperature per troppo tempo può potenzialmente stressarli e renderli più soggetti a malattie e infezioni.

alimentazione

In natura si nutre di una grande varietà di invertebrati. In cattività va alimentato con una varietà di cibi vivi e congelati: lombrichi, chironomus (vivo e congelato), larve di zanzara, glassworms, gamberetti, strisce di cuore di bue magro, cubi di Tubifex liofilizzati. Mentre molti mangiano tranquillamente il mangime secco in pellet per tritoni, molti non ne vogliono sapere, per cui vanno alimentati con vivo e congelato cercando azientemente di abituarli (ricordate che in genere gli esemplari in commercio sono catturati in natura).
Anche se questi tritoni effettivamente in natura predano occasionalmente piccoli pesci, in cattività non sono particolarmente abili a catturarli, e comunque usare pesci vivi come alimentazione è sempre sconsigliabile, in quanto c'è il rischio reale di introdurre malattie, parassiti e infezioni fungine e batteriche.

  • Specie d'acqua fredda
  • Specie che va allevata in gruppo in acquario monospecifico
  • Specie che spesso non accetta mangime secco, solo vivo o congelato (chironomus)
  • Specie talvolta riprodotta in cattività, ma gli esemplari in commercio provengono quasi sempre dalla cattura in natura. Chiedete al vostro negoziante se gli esemplari che state per comprare sono d'allevamento o di cattura.
riproduzione

La riproduzione e lo sviluppo delle larve avviene in acqua, in torrenti, ruscelli, risaie allagate.

SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.