• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

acquario salmastro

I Primi Passi Per Allestire Un Acquario Salmastro

Allestire e mantenere un acquario salmastro non è difficile, ma bisogna anche dire che non è semplicemente un acquario d'acqua dolce a cui si aggiunge un po' di sale all'acqua... Il fatto di usare acqua salmastra ha implicazioni anche nella gestione e nell'attrezzatura di cui bisogna dotarsi, facendone quello che a volte troppo semplicisticamente si definisce a metà strada tra acquario dolce e acquario salmastro, ma che in realtà, così come gli ecosistemi a cui si ispira, ha caratteristiche del tutto proprie e peculiari, che lo distinguono da qualsiasi altro acquario.

L'Acquario Salmastro

Con il termine "acqua salmastra" si intende acqua né dolce né marina, ma con valori di salinità intermedi tra i due estremi. Gli ambienti naturali d'acqua salmastra che vengono immediatamente in mente sono le foci dei fiumi, dove le acque dolci degli stessi incontrano quelle salate del mare, e si fondono insieme in un'ampia gradazione di valori di salinità. E' possibile riprodurre questi ambienti in acquario, creando habitat insoliti e adatti ai pesci d'acqua salmastra, ancora per la maggior parte da studiare e da conoscere.