Attenzione

Septaria porcellana

(Linnaeus, 1758)

Conosciamo un po' meglio le lumache acquatiche del genere Septaria, che vivono in acqua salmastra e marina

Septaria porcellana (29mm, Okinawa & Filippine) ce n'è anche una appena nata di 1mm - Foto © Thomas Eichhorst (Neritopsine Gastropods)

Aspettativa di vita
2 - 5 anni
Dimensioni massime in natura

2 cm di diametro

La Septaria porcellana è una lumaca acquatica appartenente alla famiglia delle Neritidae, ma che si differenzia totalmente dalle più conosciute Neritina per avere il guscio piatto, tipo patella. Si trovano nei negozi acquariofili non troppo spesso, ma chi le ha trovate e le ha inserite nel proprio acquario testimonia che sono anche loro delle mangia-alghe eccezionali, forse persino più delle neritine, come loro non mangiano le piante, e si cibano anche delle famigerate alghe nere a pennello.

C'è molta confusione nel riconoscimento delle specie e nella loro sistemazione tassonomica, in generale per tutte le lumache acquatiche, ma sembra che, nonostante siano vendute come lumache d'acqua dolce, in realtà Septaria porcellana sia una specie bentonica MARINA, abitante nelle zone a basso fondale, spesso nei pressi degli estuari dei fiumi. Essendo spiccatamente eurialina anche in natura, cioè essendo soggetta a variazioni nella salinità dell'acqua, propria degli estuari, dove l'acqua dolce dei fiumi incontra quella salata del mare, riesce a regolare il proprio metabolismo in modo tale da riuscire a sopravvivere in entrambe le condizioni.
Questo fa sì che Septaria porcellana riesca a sopravvivere anche negli acquari d'acqua dolce, dove la mettono la stragrande parte degli acquariofili, a cui basta sapere di aver comprato una mangia-alghe, senza curarsi della specie o delle sue abitudini. Però sopravvivere è diverso da vivere, e le Septaria inserite in acquari d'acqua dolce muoiono molto prima di quanto farebbero in acqua salmastra/marina, e il tasso di sopravvivenza media è molto basso. Al solito la domanda: ma con tutte le lumache d'acqua dolce che ci sono, se abbiamo un acquario d'acqua dolce perché dobbiamo metterci specie marine?

  • Specie d'acqua salmastra e marina
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono dalla cattura in natura.
Habitat

Septaria porcellana nell'isola Chichijima, arcipelago Bonin, Tokyo, Giappone (Wikimedia)

Riproduzione

Le specie del genere Septaria, come le altre specie della famiglia Neritidae, hanno sessi distinti e separati, cioè ci sono individui maschi e individui femmine, con apparati genitali diversi, per cui per avere una riproduzione bisogna avere individui di entrambi i sessi.

In base a quanto studiato in natura, dopo la copula la femmina conserva lo sperma del maschio e inizia a deporre le uova. La deposizione può durare dei giorni, in cui la femmina cementa su pietre, rocce, gusci di altri gastropodi, un centinaio di capsule dure, che contengono ognuna un centinaio di uova.
Dopo un intervallo che va dalle 3 settimane ai 6 mesi le capsule diventano morbide e gommose, si staccano dal substrato e vengono dispersi nell'acqua i veliger, larve planctoniche, che nuotano verso il basso, vicino al substrato, per evitare di essere spazzati via dalla corrente. L'ampia distribuzione di molte specie di Septaria indica però che alcuni veliger arrivano al mare, per essere poi trasportati alla foce di torrenti o fiumi su altre isole.

Questo in natura, in acquario non ho trovato report di riproduzioni avvenute con successo, è stata osservata, come per le Neritina, solo la deposizione delle capsule di uova.

Septaria porcellana mentre depone le sue capsule di uova nell'isola Chichijima, arcipelago Bonin, Tokyo, Giappone (Wikimedia)

Riferimenti & Link
it.hobby.acquari

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

A revision of the genus Septaria FÉRUSSAC, 1803(Gastropoda: Neritimorpha) - di A. Haynes
Studio approfondito delle specie del genere Septaria, le patelle della sottoclasse Neritimorpha d'acqua salmastra e d'acqua dolce che popolano i corsi d'acqua tropicali, principalmente a corrente veloce, nella regione Indo-Pacifica.
(zobodat.at)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.
anonimo

Andrea

3 anni 3 mesi fa

Vorrei inserire questa specie nella mia vasca ho sentito che sono di acqua salmastra ma la tassonomia la definisce di acqua dolce che dovrei fare?
anonimo

scusa se rispondo in ritardo ma in inglese c'e' scritto freshwater ossia acqua dolce ossia acqua dolce purtroppo non ho mai visto un esemplare in vendita e quindi a differenza delle altre specie allevate(ne ho almeno cinque specie) io non ho esperienze dirette ho esperienze con Nerite Tylomelania Melanoides Physa Planorbarius e allevavo in passato Ampullarie
Acquariofilia Consapevole

Le Septaria, così come le altre lumache della famiglia Neritidae, vivono in acqua marina e salmastra, nei pressi delle foci dei fiumi, per cui essendo abituate ad una certa variazione nella salinità dell'acqua, sopravvivono anche in acqua dolce. Sopravvivere però non vuol dire vivere in salute, infatti queste lumache negli acquari d'acqua dolce vivono molto meno che se allevate in acqua salmastra e marina. Inoltre hanno un ciclo riproduttivo molto complesso, per cui non si riproducono in cattività, tutte quelle in commercio sono state catturate in natura.

anonimo

Andrea

3 anni 1 mese fa

Se le mie lumache si riproducono non è colpa mia tranne le nerite e le cliton si sono riprodotte tutte persino le tylomelania questa è un esperienza personale leggete la dieta di ogni specie con attenzione
Neritina sp. - Foto © Francesco e Gian Paolo Dami

Lumache acquatiche - Foto © Francesco e Gian Paolo Dami, luglio 2006