Attenzione

Come Prendersi Cura delle Ampullarie: L'Acquario

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitolo si parla di come deve essere allestito un acquario per ospitarle nel rispetto delle loro esigenze

Tratto e tradotto dalla pagina
"Care - How to keep apple snail?"
di Stijn Ghesquiere
su AppleSnail.net, il sito più completo dedicato alle Ampullarie.

Pomacea diffusa in acquario - Foto tratta da Paradisetropicalfish.com.sv

L'Acqua

Le ampullarie che si trovano in commercio non hanno grandi pretese per quanto riguarda la qualità dell'acqua: possono vivere molto bene in acqua pulite, con buona corrente, ricche d'ossigeno, così come in acqua ferma, con residui organici in decomposizione, quasi senza ossigeno.

In generale si possono applicare le stesse regole per la qualità dell'acqua per i pesci (ammonio, nitriti, nitrati, ecc.) mentre il pH dovrebbe essere mantenuto tra 7 e 8.
Eccetto un particolare: come molte lumache, anche le ampullarie preferiscono un'acqua ricca di calcio. Se la concentrazione di calcio nell'acqua non è alta abbastanza (acqua tenera), esse non sono in grado di costruirsi una conchiglia robusta e diventano così suscettibili di danneggiamenti al guscio; ma anche se in buone condizioni, alcune lumache hanno lo stesso dei piccoli buchi sulla superficie della conchiglia, specialmente nelle parti più vecchie. Questo è un processo che avviene naturalmente, e fino a che è limitato soltanto alla superficie, non dovete preoccuparvi troppo di questo. Nella sezione sulle malattie, potrete trovare un esempio di lumaca con la conchiglia danneggiata.

Ricordate sempre che il pH è un ragionevole buon indicatore per determinare se la durezza dell'acqua è buona abbastanza per mantenere in salute le lumache. Se il pH scendesse sotto il 7, il calcio delle loro conchiglie potrebbe disciogliersi. Le lumache giovani ed in buona salute sono in qualche modo protette da questa evenienza, in quanto lo strato più esterno della conchiglia consiste in uno strato proteico che previene le rotture del guscio; ma le conchiglie danneggiate o quelle di lumache vecchie sono abbastanza vulnerabili alla deteriorazione.

Attenzione: se l'acqua del rubinetto della vostra zona contiene rame e/o altri metalli, usate uno di quei prodotti (biocondizionatori) per togliere questi metalli prima di inserire le lumache in quell'acqua. Le ampullarie sono molto sensibili a questi composti (specialmente al rame). Non sareste i primi a perdere una lumaca a causa della presenza nell'acqua di sostanze per loro tossiche.

Se vedete che le lumache diventano completamente inattive, o se, specialmente quelle più piccole, cercano di lasciare l'acqua dopo un cambio d'acqua: mettete subito un prodotto per trattare l'acqua (tipo Aquasafe, o per chi ha accesso ad un laboratorio EDTA o qualcosa di simile).

Quando ci sono molte ampullarie in una vasca, l'acqua tende a diventare sporca, torbida, perché le ampullarie hanno un grande quantitativo di microrganismi nel loro intestino, che le aiutano a digerire il cibo, e che vengono espulsi con le feci. Questi microrganismi (amebociti) non dovrebbero causare nessun danno ai pesci, e possono addirittura servire come fonte di cibo per giovani pesciolini. Il cibo fresco (lattuga, ecc.) è quello che più probabilmente induce questi microrganismi, che intorbidano l'acqua. Se le lumache vengono alimentate con mangime per pesci secco, l'acqua rimarrà limpida.

E' una buona idea quella di cambiare regolarmente l'acqua se avete molte lumache in vasca, proprio come dovrebbe essere consigliabile per i pesci, per mantenere una buona qualità dell'acqua e impedire che si accumulino sostanze tossiche e inquinanti.

Per inciso, le ampullarie sono un buon indicatore del livello di ossigeno nella vostra vasca. Quando non c'è molto ossigeno in vasca, le lumache andranno regolarmente alla superficie per inalare aria fresca attraverso il sifone respiratorio. Solo quando per loro c'è abbastanza ossigeno nell'acqua, non avranno bisogno del polmone e dipenderanno solamente dalle branchie.

La quantità d'acqua necessaria per ogni lumaca dipende dalle dimensioni della lumaca stessa, dalla capacità filtrante e dalla temperatura. Come regola generale bisognerebbe provvedere come minimo a 10 litri d'acqua per ogni lumaca di dimensioni medie (diametro di circa 5 cm.). E' meglio assicurarsi di non sovraffollare la vasca con le lumache, dal momento che anche se non è stato ancora provato, le ampullarie "sentono" realmente che sono in grande numero all'interno di un piccolo spazio, la qualità dell'acqua si deteriora molto velocemente, ed aumentano velocemente delle sostanze che inibiscono la crescita delle lumache. E' fortemente raccomandato di cambiare regolarmente una parte dell'acqua.
L'acqua non dovrebbe essere troppo profonda (due o più volte l'altezza del guscio). Ricordate che la maggior parte delle ampullarie abita paludi in cui il livello dell'acqua è abbastanza basso.

Assicuratevi di avere un coperchio sull'acquario o per lo meno assicuratevi che non possano in alcun modo uscire fuori: non sarebbe una sorpresa trovare una lumaca per terra al mattino. Non vi preoccupate, possono facilmente sopravvivere fuori dall'acqua per più di una settimana, ma rischiano di danneggiare la loro conchiglia se colpiscono il pavimento cadendo.

Una cosa importante, spesso dimenticata, è di provvedere uno spazio d'aria sopra la superficie dell'acqua per consentire alla lumaca di lasciare l'acqua per deporre le uova. Questo spazio d'aria dovrebbe avere per lo meno la stessa altezza della dimensione della conchiglia. Se la lumaca non può accedere ad un sufficiente spazio d'aria, potrebbe deporre le uova sotto il livello dell'acqua, dove annegheranno.
Ovviamente, di questo non dovete tenere conto nel caso di quelle specie che depongono normalmente le uova sotto la superficie dell'acqua, come Marisa cornuarietis, Asolene spixi, le specie di Lanistes ed altre.
Da notare che alcune specie strisciano più volentieri fuori dall'acqua di altre.
Siccome le ampullarie preferiscono durante il giorno nascondersi in posti bui, saranno molto apprezzate alcune rocce, tronchi o delle piante. Hanno anche l'abitudine di sotterrarsi affondando nel substrato in cerca di cibo, e quando si ibernano nel periodo invernale. Se il fondo è alto e morbido potrà essere difficile localizzare le lumache.

La luce

Le Ampullarie sono più attive durante la notte, come già indica la loro preferenza per i posti più scuri del loro ambiente. Durante il giorno esse rimangono prevalentemente all'ombra delle piante e strisciano in disparte sul fondo o sul fango. Quando viene buio le ampullarie diventano più attive e strisciano intorno alla ricerca di cibo, un partner per l'accoppiamento, o un buon posto per deporre le uova.
Ricordatevi che c'è una grande varietà nel livello di attività tra le differenti specie di ampullaria. Per esempio, Pomacea canaliculata è relativamente attiva durante il giorno e spesso rimane molto vicina alla superficie dell'acqua. Pomacea flagellata si nasconde nel substrato del fondo durante il giorno. La ben conosciuta Pomacea diffusa si trova a metà strada tra questi due livelli di attività.
Le ampullarie non hanno bisogno di illuminazione artificiale, ma siccome voi probabilmente le vorrete osservare, sarà sufficiente l'illuminazione standard prevista per gli acquari con coperchio.

Pomacea diffusa allevata all'aperto, con il guscio coperto di alghe - Foto © Chris Lukhaup

Se volete allevare le lumache alla luce del sole, come succede in un laghetto esterno, la loro conchiglia incomincerà a riempirsi di alghe, dando loro un aspetto verde e peloso. E' un aspetto un po' pauroso, ma non comporta disagi alle lumache.

Suggerimenti: se volete far crescere delle piccole lumachine, potrebbe essere una buona idea provvedere abbastanza luce, in modo che possano svilupparsi in acquario delle alghe. Le piccole ampullarie hanno migliori probabilità di sopravvivere alle delicate prime settimane di vita dopo la schiusa se possono avere le alghe come prima fonte di cibo.
E' stato osservato chela crescita di Pomacea glauca avviene in dipendenza dalla luce. Se tali lumache vengono allevate in un ambiente completamente buio, la crescita diminuisce, rispetto a quella di esemplari allevati in un ambiente con 12 ore di luce al giorno (Zischke et al. 1970).

La Temperatura

La temperatura ottimale dell'acqua per un'ampullaria è tra i 18 e i 28°C. Così come molti animali a sangue freddo, le ampullarie sono più attive tanto più la temperatura è alta. Alle alte temperature mangiano più velocemente, strisciano più velocemente, e crescono più velocemente. Allo stesso modo, temperature più alte possono indurre le ampullarie alla riproduzione. Alle basse temperature (18°C.) le lumache entrano in uno stato letargico nel quale strisciano in disparte nel fango e diventano molto inattive.
Temperature inferiori ai 18°C. dovrebbero essere evitate, in quanto il tasso di mortalità aumenta rapidamente.

Limiti di temperatura registrati per varie specie appartenenti alle Ampullariidae

Specie Temperatura Tempo di sopravvivenza Fonte
Marisa cornuarietis > 40°C 1 - 4 h letale Freiburg and Hazelwood, 1977
39°C breve Robin, 1971
33.5 - 35.5°C comportamento normale Robin, 1971
11°C 24 h Robin, 1971; Neck, 1984
8°C 5h letale Robin, 1971
6°C breve Thomas, 1975
Pila globosa > 40°C 2 giorni letale Meenakshi, 1964
20°C 4 giorni letale Meenakshi, 1964
10°C 1 giorno letale Meenakshi, 1964
Pila virens > 40°C 2 giorni letale Meenakshi, 1964
20°C 4 giorni letale Meenakshi, 1964
10°C 1 giorno letale Meenakshi, 1964
Pomacea canaliculata > 32°C mortalità alta Mochida, 1991
0°C 15 - 20 giorni Mochida, 1991
-3°C 2 giorni Mochida, 1991
-6°C 6 h Mochida, 1991; Neck and Schultz, 1992; Wada, 1997
Pomacea lineata 40°C 1 h Santos et al., 1987
5°C 1 h Santos et al., 1987
Pomacea paludosa > 40°C 1 - 4 h letale Freiburg and Hazelwood, 1977
5°C breve Freiburg and Hazelwood, 1977
Pomacea urceus 40 - 45°C breve Burky et al., 1972

© Testo originale in inglese e foto di Stijn Ghesquiere - www.applesnail.net

Attenzione alle Ampullarie

Dal 2013 in Europa e quindi anche in Italia è vietata la vendita e la diffusione delle ampullarie del genere Pomacea. Il divieto è dovuto ai gravi problemi causati alla flora e fauna locali dal proliferare senza controllo delle Pomacea che sono state liberate in natura, nei corsi d'acqua spagnoli. Il divieto riguarda solo le lumache del genere Pomacea, non gli altri generi della famiglia Ampullariidae.

Taxa principali

Zebra apple snail, Ampullaria zebra

E' una lumaca acquatica dai movimenti lenti e dal comportamento prevalentemente notturno

Queste lumache mangiano tutto ciò che trovano: piante morte e in decomposizione, molti tipi di piante acquatiche, animali morti, uova di altri animali. Non sono adatte per acquari piantumati.

Apple snail, Ampullaria

Si pensava che fosse questa specie la più diffusa in commercio come "apple snail", mentre attualmente è riconosciuto che non viene affatto esportata, quella che si pensava fosse Pomacea bridgesii è in realtà Pomacea diffusa.

Dimensioni max: La dimensione della conchiglia varia da 4 a 5 cm. di larghezza e 4,5 - 6,5 cm. d'altezza.
Aspettativa di vita: 4-5 anni

Bella e grande ampullaria, mangia quasi tutti i tipi di pianta e non è quindi adatta per nulla ad acquari piantumati; va evitata, a meno che l'acquario sia privo di piante o altra vegetazione.

Apple snail, Ampullaria

Bella e grande ampullaria che non mangia le piante, il cui commercio è stato però vietato, come quello delle altre Pomacea

Dimensioni max: La dimensione della conchiglia varia da 4 a 5 cm. di larghezza e 4,5 - 6,5 cm. d'altezza.
Aspettativa di vita: 4-5 anni
Riferimenti & Link

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Per approfondire:

Foto e descrizioni delle caratteristiche più visibili che distinguono le ampullarie, per riconoscerle dalle altre lumache - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Disegni, foto, descrizioni e confronti tra le varie specie, per identificarle e quindi allevarle meglio - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questa pagina la 'guida rapida', che non fa distinzione tra le esigenze delle singole specie, ma potrà aiutarvi comunque nella loro cura - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitoletto consigli per trasportarle in sicurezza - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitolo indicazioni per riconoscere le patologie da cui possono essere affette e come curarle - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitolo tutto quello che c'è da sapere sulla riproduzione delle varie specie - tratto e tradotto dai un articolo di Stijn Ghesquiere

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitolo si parla della loro alimentazione - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Descrizione con foto e spiegazioni per capire come sono fatte le Ampullarie e come è meglio allevarle - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Come è strutturato il corpo delle ampullarie e come lo usano per muoversi - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

L'anatomia dell'apparato riproduttivo delle Ampullarie, con consigli su come individuare e distinguere i due sessi - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Descrizione dell'apparato digestivo delle ampullarie, a partire dalla poderosa bocca - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Elenco con informazioni sui principali organi sensori delle ampullarie - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Come è strutturato e come funziona l'apparato respiratorio delle ampullarie, a partire dal loro sifone - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Come è fatta la conchiglia delle ampullarie all'esterno e all'interno, che funzione ha, che problemi può avere e come risolverli - tratto e tradotto da un articolo di Stijn Ghesquiere

Attualmente il commercio delle ampullarie del genere Pomacea è vietato in tutta l'Unione Europea, a causa del pericolo che come specie alloctone diventino infestanti in natura, grazie alla loro estrema voracità e prolificità, in mancanza di nemici naturali.

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sulle Ampullarie, grazie ai messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari