Attenzione

L'Anatomia della Caridina multidentata

Descrizione con schema dell'anatomia delle Caridine

Anatomia della Caridina multidentata
Anatomia della Caridina multidentata (japonica)

La Caridina multidentata (ex Caridina japonica) è caratterizzata dall'avere il corpo quasi trasparente, che lascia intravedere gli organi interni. Sul dorso diventa leggermente più scura ed è presente una linea bianco crema che va dalla testa alla coda a ventaglio. Lateralmente sono presenti delle file di puntini rosso ruggine, che sono quasi perfettamente tondi nei maschi, mentre sono leggermente allungati, simili quasi a dei trattini, nelle femmine.
Sono provviste di piccolissime chele, che usano per afferrare il cibo e per portarne i frammenti alla bocca.

Qui sopra potete vedere una bella immagine in "sezione" di una caridina, in cui si possono vedere le caratteristiche della sua struttura corporea, suddivisa in due parti: la parte anteriore, il cefalotorace, è costituito dalla fusione tra testa e torace, mentre la parte posteriore, l'addome, è suddiviso in vari segmenti.
Nel cefalotorace, protetti dal carapace, una robusta corrazza contenente chitina (una sostanza organica azotata, talvolta impregnata di sali minerali e sostanze coloranti), si concentrano gli organi vitali del crostaceo: cervello, cuore, stomaco, vescica natatoria, testicoli nel maschio e sacca ovarica nelle femmine. La sacca ovarica, di colore scuro, è ben visibile dietro la testa delle femmine come una grande macchia scura, ed è uno dei segnali di dimorfismo sessuale.
Il carapace ha un prolungamento anteriore, sopra gli occhi e la bocca, chiamaro rostro.

Sia i segmenti toracici che quelli addominali sono provvisti oguno di un paio di appendici; nel torace esse hanno una funzione deambulatoria, ed il primo paio è trasformato in piccole chele, dette massillipedi, di cui il gamberetto si serve per raccogliere il cibo e portarlo alla bocca.
Le appendici addominali hanno invece una prevalente funzione natatoria, e vengono chiamate infatti appendici natatorie o pleopodi.
All'interno dell'addome è presente l'intestino, che va dallo stomaco nel carapace all'ano subito prima della coda a ventaglio, o telson, e che cambia colore a seconda degli alimenti che vengono mangiati. Questi cambiamenti nella colorazione sono visibili, grazie alla trasparenza del corpo della caridina.
Nella parte della bassa dell'addome vi sono le appendici natatorie, tra le quali vengono trattenute dalla femmina le uova fecondate.

La Caridina japonica può raggiungere in acquario, dove si nutre anche dei resti del mangime degli altri pesci (quando non riesce a fregarselo e papparselo tutto lei) dimensioni intorno ai 6 cm.
Se l'alimentazione invece è costituita da sole alghe e detriti vegetali, come in genere in natura, in genere non vengono superate le dimensioni di 5 cm.

La loro aspettativa di vita, se ben allevate e nutrite, è di 7 o 8 anni. Sembra che diventando anziane le caridine tendano a colorarsi di arancione, per diventare di un arancione vivo poco prima di morire.

Caridina japonica

Per approfondire:

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sull'allevamento delle Caridine, grazie ai messaggi più interessanti di it.hobby.acquari

Consigli e suggerimenti per allevare le caridine nella maniera più adatta

Riferimenti & Link

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Per approfondire:

Benny ed i suoi amici raccontano un viaggio da Singapore attraverso Sarawak, in Borneo, e descrivono gli ambienti naturali osservati durante il viaggio, con tantissime meravigliose foto degli habitat di Betta, Rasbora, Barbus, Cobitidi, Cryptocoryne e tante altre specie di pesci e piante - tratto e tradotto da un articolo di Benny Ng

Come favorire e ottenere la riproduzione delle Caridina e come far crescere le larve con successo

Kimberley è una delle regioni più remote dell'Australia ed è la patria di un insieme unico di pesci d'acqua dolce. I suoi fiumi perenni ed effimeri forniscono habitat a una varia moltitudine di pesci, crostacei, rettili acquatici e invertebrati - tratto e tradotto da un articolo di Adrian R. Tappin

Dopo 7 anni da quando le ho inserite, ogni tanto si fanno vedere ancora - le mie Caridina multidentata...

Descrizione, informazioni e immagini degli habitat in cui vivono in natura le Caridine e Neocaridine

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sull'allevamento delle Caridine, grazie ai messaggi più interessanti di it.hobby.acquari

Resoconto di un'esperienza di riproduzione delle Caridina, non andata a buon fine

Informazioni e notizie sui gamberetti acquatici. Quasi sconosciuti fino a pochi anni fa, e riservati a pochissimi appassionati, i piccoli gamberetti del genere Caridina e Neocaridina stanno oggi diventando sempre più di moda, e si stanno diffondendo a macchia d'olio, anche grazie alla facilità con cui è possibile riprodurre alcune specie.

Consigli e suggerimenti per allevare le caridine nella maniera più adatta