Attenzione

Clithon

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Lumache d'acqua salmastra commercializzate come Clithon sowerbyana / Clithon sowerbianum - Foto © Chris Lukhaup

Aspettativa di vita

5-6 anni

Le Clithon sono lumache appartenenti alla famiglia delle Neritidae, e si trovano abbastanza spesso in commercio, perché rimanendo molto piccole rispetto alle Neritina vengono pubblicizzate come ottime mangia-alghe adatte anche ai mini-acquari.

In realtà vale la pena ricordare che tutte le specie di Clithon sono lumache d'acqua salmastra, e così come le lumache del genere Neritina, 'sembrano' adattarsi alla vita in acqua dolce, non muoiono subito, ma sono condannate ad una vita molto più breve che se fossero tenute rispettando le loro esigenze, vale a dire in acqua salmastra. Ne vale davvero la pena? Sono solo lumache, ma se abbiamo un acquario d'acqua dolce perché non prendiamo lumache d'acqua dolce?

Le lumache del genere Clithon sono caratterizzate da varie protuberanze sul guscio, simili a delle piccole corna, tanto che si sentono spesso chiamare 'neritina con le corna' o neritina cornuta. Il guscio è molto robusto, e le protuberanza a spina, che in qualche specie sono molto sviluppate, sembra che rappresentino un meccanismo di difesa.

Anche se in genere sono tutte etichettate come 'Clithon corona', nel commercio acquariofilo si possono trovare varie specie di Clithon, la cui identificazione è decisamente incerta. Ad esempio in realtà la vera Clithon corona non ha la conchiglia a strisce, ma piuttosto uniforme, per cui le 'neritine cornute' potrebbero essere Clithon diadema, della quale esiste una forma a strisce e una forma maculata... anche la coloratissima 'Clithon sowerbyana', è una specie che esiste solo in acquariofilia, tassonomicamente parlando dovrebbe essere Clithon sowerbianum...
Visto che sono tutte catturate in natura, perché la riproduzione in acquario ancora è una chimera, basterebbe sapere il luogo di raccolta, per individuarne con più precisione la specie, ma sapete com'è improbabile ricevere queste informazioni dai venditori... E agli acquariofili in effetti (e purtroppo) non interessa molto la specie esatta, l'importante è che mangino le alghe... però conoscere la specie esatta potrebbe aiutare ad allevare meglio l'animale in questione.

Attualmente il genere Clithon comprende una 50ina di specie, qui sotto l'elenco tratto da WoRMS:

  1. Clithon angulosum (Récluz, 1843)
  2. Clithon aspersum (G. B. Sowerby II, 1849)
  3. Clithon avellana (Récluz, 1842)
  4. Clithon bicolor (Récluz, 1843)
  5. Clithon castanea (Hombron & Jacquinot, 1848)
  6. Clithon celatum (Récluz, 1846)
  7. Clithon chlorostoma (Sowerby I, 1833)
  8. Clithon circumvolutum (Récluz, 1843)
  9. Clithon corona (Linnaeus, 1758)
  10. Clithon coronatum (Leach, 1815)
  11. Clithon cryptum Eichhorst, 2016
  12. Clithon diadema (Récluz, 1841)
  13. Clithon dispar (Pease, 1868)
  14. Clithon dominguense (Lamarck, 1822)
  15. Clithon donovani (Récluz, 1843)
  16. Clithon dringii (Récluz, 1846)
  17. Clithon eudeli (G. B. Sowerby III, 1917)
  18. Clithon faba (G. B. Sowerby I, 1836)
  19. Clithon flavovirens (von dem Busch, 1843)
  20. Clithon francoisi (Mabille, 1895)
  21. Clithon fuliginosum (von dem Busch, 1843)
  22. Clithon glabratum (Sowerby II, 1849)
  23. Clithon leachii (Récluz, 1841)
  24. Clithon lentiginosum (Reeve, 1855)
  25. Clithon luctuosum (Récluz, 1841)
  26. Clithon madecassinum (Morelet, 1860)
  27. Clithon mertonianum (Récluz, 1843)
  28. Clithon michaudi (Récluz, 1841)
  29. Clithon nigrispinis Lesson, 1831
  30. Clithon nucleolus (Morelet, 1857)
  31. Clithon olivaceum (Récluz, 1843)
  32. Clithon oualaniense (Lesson, 1831)
  33. Clithon parvulum (Le Guillou, 1841)
  34. Clithon peguense (Blanford, 1867)
  35. Clithon pritchardi (Dohrn, 1861)
  36. Clithon pulchellum (Récluz, 1843)
  37. Clithon rarispina (Mousson, 1849)
  38. Clithon recluzianum (Le Guillou, 1841)
  39. Clithon reticulare (G. B. Sowerby I, 1836)
  40. Clithon retropictum (Martens, 1879)
  41. Clithon rugatum (Récluz, 1842)
  42. Clithon ruginosum (Récluz, 1841)
  43. Clithon souleyetanum (Récluz, 1842)
  44. Clithon sowerbianum (Récluz, 1843)
  45. Clithon spiniferum (Récluz, 1842)
  46. Clithon spinosum (G. B. Sowerby I, 1825)
  47. Clithon squarrosum (Récluz, 1843)
  48. Clithon subgranosum (G. B. Sowerby I, 1836)
  49. Clithon subpunctatum (Récluz, 1843)
  50. Clithon teres Eichhorst, 2016
  51. Clithon thermophilum (Martens, 1878)
  52. Clithon wallacii (Dohrn, 1861)

Clithon corona, 17mm, Okinawa, Thailandia e Samoa - Foto © Thomas Eichhorst (Neritopsine Gastropods)

Clithon diadema (15mm, Indonesia, Bal e Filippine) - Foto © Thomas Eichhorst (Neritopsine Gastropods)

Clithon sowerbianus (15mm, Thailandia & Filippine) - Foto © Thomas Eichhorst (Neritopsine Gastropods)

  • Specie d'acqua salmastra
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se le specie che state per prendere sono di cattura o di allevamento.
Habitat

Abitano negli estuari dei fiumi e nelle piccole lagune salmastre, in zone con sabbia e roccia.

Allevamento

Le lumache del genere Clithon per vivere in salute devono essere allevate in acquari d'acqua salmastra.

Grazie al fatto che vivono in natura presso le foci dei fiumi, dove ci sono variazioni nella salinità, sembra che si adattino a vivere anche negli acquari d'acqua dolce, ma appunto SEMBRA: in acqua dolce vivono drasticamente di meno che se vivessero in acqua salmastra o marina.
Sono specie che abitano le foci dei fiumi, per cui un acquario d'acqua salmastra adatto a loro deve avere anche una corrente d'acqua da media a forte, e l'acqua deve essere molto ben ossigenata.

Come tutte le altre lumache, anche le Clithon possono uscire da un acquario e farsi un giretto all'asciutto. Possono sopravvivere per un certo tempo anche all'asciutto, ma ovviamente devono essere riportate in acqua il prima possibile, per cui bisogna mettere un buon coperchio all'acquario o controllare regolarmente che siano in vasca. Ovviamente tendono a fuggire più spesso se allevate in modo non adatto, o con pesci troppo aggressivi.

Alimentazione

Anche se sono abbastanza piccole, le Clithon sono straordinarie come mangia-alghe, nutrendosi delle alghe sui vetri, sugli arredi, e anche sulle foglie: in questo caso le loro piccole dimensioni sono un vantaggio, perchè possono arrampicarsi anche su foglie piccole o poco robuste per pulirle. Si consiglia inoltre di integrare la loro dieta con pastiglie a base di alghe e/o verdure sbollentate, perchè possono far fuori in poco tempo tutte le alghe della vasca.

I pesci pulitori non esistono!

L'importante è che il cibo arrivi alla loro portata prima che se lo mangino gli altri abitanti dell'acquario: bisogna sempre controllare che anche le lumache mangino la giusta razione di cibo!
Una delle principali cause di morte delle lumache nelle vasche degli "acquariofili" è il denutrimento, perché si pensa erroneamente che possano bastare le poche e misere alghe di un acquario domestico o quelle poche briciole che avanzano gli altri pesci... in realtà hanno bisogno di mangiare esattamente come tutti gli altri abitanti dell'acquario!

In nessun caso bisogna aspettarsi che sopravvivano solo grazie agli 'avanzi' degli altri abitanti dell'acquario, o si può fare affidamento su di loro per la 'pulizia' dell'acquario. I pesci non sono attrezzi, e nemmeno le lumache.

Riproduzione

Un lato negativo delle Clithon, e questo vale per la maggior parte delle altre specie della famiglia Neritidae, è che se allevata in acqua dolce non si riproduce, ma richiede acqua salmastra per riprodursi con successo (e anche per vivere a lungo, d'altronde). Alcuni acquariofili sembra che abbiano avuto un certo successo nel far schiudere le loro uova, ma non si è mai riuscito a far sopravvivere troppo a lungo le larve. Questo però da molti è considerato un plus, perché significa che le Clithon non diventeranno mai infestanti in acquario.

Come le altre specie della famiglia Neritidae, anche le specie del genere Clithon hanno sessi distinti, per cui per riuscire a riprodurle bisogna avere individui maschi e individui femmine, non ho però trovato notizie su un eventuale dimorfismo per poter riconoscere i sessi; se è come per gli altri Neritidae, si può scoprire solo se si riesce a vederli nel momento della copula, l'atto sessuale, perché il maschio dovrebbe salire sopra il guscio della femmina, per inserire lo spermatoforo.

Taxa principali

Horned Nerite, Neritina cornuta

Potrebbe essere una delle specie in commercio come mangia-alghe negli acquari d'acqua dolce, ma sono lumache esclusivamente d'acqua salmastra o marina.

Dimensioni max: 1,7 cm di diametro
Aspettativa di vita: 5-6 anni
Horned Nerite, Neritina cornuta

Potrebbe essere una delle specie in commercio come mangia-alghe negli acquari d'acqua dolce, ma sono lumache esclusivamente d'acqua salmastra o marina.

Dimensioni max: 1,5 cm
Aspettativa di vita: 5-6 anni
Horned Nerite, Neritina cornuta

Vengono commercializzate con questo nome (o anche come 'sowerbyana') delle lumachine dalla colorazione molto variabile

Dimensioni max: 1,7 cm di diametro
Aspettativa di vita: 5-6 anni
Riferimenti & Link

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.
anonimo

Andrea

3 anni 9 mesi fa

Salmastre? Mesi fa ho aggiunto del sale le nerite sono sopravvissute ma purtroppo le clithon sono morte questo cosa vuol dire io non lo so ma forse sono come le nerite o boh

Lumache acquatiche - Foto © Francesco e Gian Paolo Dami, luglio 2006