Attenzione

Marisa cornuarietis

(Linnaeus, 1758)

Queste lumache mangiano tutto ciò che trovano: piante morte e in decomposizione, molti tipi di piante acquatiche, animali morti, uova di altri animali. Non sono adatte per acquari piantumati.

Aspettativa di vita in acquario
4 - 5 anni
Dimensioni massime in acquario
La conchiglia ha una larghezza di 18-22 mm. e un'altezza di 48-56 mm

A causa della loro conchiglia piatta e discoidale, simile a quella delle specie della famiglia Planorbidae, queste lumache non sono sempre facilmente riconoscibili come Ampullarie. Pur essendo una specie brasiliana, sono molto rare nei negozi del Brasile, mentre nel commercio acquariofilo di altri paesi sono molto popolari, spesso indicate come 'Ramshorn' giganti.

Conchiglia

La conchiglia ha 3,5-4 volute, le lumache più vecchie hanno una conchiglia planorboide (le spire non sono in posizione superiore all'ultimo giro, quello del corpo, rendendo la conchiglia quasi piatta); le lumache giovani hanno le spire sopraelevate, che danno loro una forma rotondeggiante; la larghezza è di 18-22 mm. e l'altezza 48-56 mm.; nelle conchiglie adulte vicino all'apertura sono presenti linee di crescita molto pronunciate (striature trasversali); l'apertura piana forma un lieve angolo con l'asse della conchiglia (10°).

Marisa - www.applesnail.net

Colorazione

Colore di fondo da giallo scuro a brunastro con strisce spiraliformi marroni scure o nere. La strisce scure spiraliformi, da 3 a 6, non sono presenti sulle spire esterne della conchiglia, ma sono collocate principalmente all'interno, nell'ombelico. Il risultato di questo diverso disegno delle bande è che queste lumache spesso hanno un lato giallo e uno nero.
Esiste una mutazione in cui il disegno a strisce è assente. Queste lumache hanno la conchiglia completamente gialla.

Opercolo

L'opercolo è sottile ed è più piccolo dell'apertura della conchiglia, e può essere così ritratto completamente dentro la conchiglia.

Corpo

Da giallo a grigio con spot pigmentati più scuri su tutto il corpo.

Distribuzione

Sud America: Brasile, Colombia, Venezuela, Panama, Costa Rica e Honduras, A causa del commercio acquariofilo, e anche a causa del loro uso per controllare la vegetazione acquatica, queste lumache si trovano come specie invasiva anche in altre regioni tropicali. È già stato rilevato negli Stati Uniti, nelle isole dei Caraibi (a Cuba già dal 1940, poi in Guadalupa, Martinica e Porto Rico nel 1952). Nel 1970 le lumache hanno invaso la Florida (USA) e più tardi (nel 1990) lo stato del Texas (USA). Sono state registrate anche in Africa (Egitto, Sudan e Tanzania) e recentemente anche nel nord della Spagna. Furono introdotte anche in Asia, ma sono scomparse.

LEAST CONCERN

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
LEAST CONCERN (minima preoccupazione)

  • Marisa cornuarietis: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Allevamento

Comportamento: Vivono in laghi, stagni, sistemi d'irrigazione e paludi. Le Marisa cornuarietis stazionano vicino alla superficie dell'acqua, e preferiscono acque stagnati e con molta vegetazione. E' nota la loro tolleranza ad alti livelli di salinità dell'acqua, e sono state ritrovate occasionalmente in acque leggermente salmastre. Sono in grado di sopravvivere in queste acque salmastre, ma in queste condizioni non si riproducono. Nella letteratura (Hunt, 1961; Robin, 1971; Santos et al., 1987) è riportato che Marisa cornuarietis può sopportare una salinità fino al 30% di acqua salata.
In generale, la temperatura non deve essere inferiore ai 12°C per periodi troppo prolungati per permettere a queste lumache di sopravvivere.

Vai alle pagine sull'allevamento delle ampullarie

Alimentazione

Sono lumache onnivore, che mangiano tutto ciò che trovano: piante morte e in decomposizione, molti tipi di piante acquatiche, animali morti, uova di altri animali, sono mangiatrici molto voraci. Non sono adatte per acquari piantumati.

Vai alle pagine sull'alimentazione delle ampullarie

Riproduzione

Uova: vengono deposte sulla vegetazione sotto la superficie dell'acqua, avvolte in un ammasso gelatinoso. La dimensione delle uova appena deposte va dai 2 ai 3 mm. circa
Le uova sono visibili come piccoli puntini bianchi dentro la massa gelatinosa trasparente che le circonda.
Durante lo sviluppo delle piccole lumachine, le uova si gonfiano considerevolmente (fino a 4 mm.). Inoltre diventano più trasparenti e le lumachine diventano visibili come piccoli puntini attaccate alla parete interna di ogni uova.

Vai alle pagine sulla riproduzione delle ampullarie

Riferimenti & Link
it.hobby.acquari

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.
Lumache acquatiche: Planorbis - Foto © Marcus Wallinder

Presenti in moltissimi acquari, spesso non intenzionalmente, le lumache acquatiche non solo non sono pericolose, ma secondo me fanno molto bene al sistema acquario, svolgendo molte funzioni utili e positive.

Conchiglie delle Pomacea invasive nel delta dell'Ebro, in Spagna - Foto © Dani Forcadell

Attualmente il commercio delle ampullarie del genere Pomacea è vietato in tutta l'Unione Europea, a causa del pericolo che come specie alloctone diventino infestanti in natura, grazie alla loro estrema voracità e prolificità, in mancanza di nemici naturali.

Pomacea diffusa Gold - Foto tratta da Paradisetropicalfish.com.sv

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitolo si parla della loro alimentazione - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Piccolo sifone di una piccola ampullaria - Foto © Crystal Blue (Applesnail.net)

Come è strutturato e come funziona l'apparato respiratorio delle ampullarie, a partire dal loro sifone - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Pole vaulting - Salto con l'asta - Foto © Marcus Wallinder

Un acquariofilo ha scoperto che le lumache possono essere molo piacevoli da avere in acquario, ed hanno abitudini e comportamenti molto interessanti da osservare. Da leggere comunque con un po' di senso critico, consultando anche altre fonti - tratto e tradotto da un articolo di Richard Brown

Downhill - Foto © Marcus Wallinder

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sulle Lumache acquatiche, grazie ai messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Pomacea diffusa var. Purple - Foto © Carley (My Pomacea diffusa)

Descrizione dell'apparato digestivo delle ampullarie, a partire dalla poderosa bocca - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Pomacea diffusa 'Gold'

L'anatomia dell'apparato riproduttivo delle Ampullarie, con consigli su come individuare e distinguere i due sessi - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Conchiglia di ampullaria - Foto © Anne Throop

Come è fatta la conchiglia delle ampullarie all'esterno e all'interno, che funzione ha, che problemi può avere e come risolverli - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Pomacea diffusa var. Purple - Foto © Chris Lukhaup

Coloratissime ampullarie, in queste belle foto di alcune specie della famiglia Ampullariidae - Foto © Chris Lukhaup

Pomacea diffusa, Apple snail

Elenco con informazioni dei principali organi sensori delle ampullarie - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Pomacea diffusa - Foto © Acquariochepassione.blogspot.it

Come è strutturato il corpo delle ampullarie e come lo usano per muoversi - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Pomacea diffusa var. rosa - Foto tratta da Atlas.acuavida.com

Foto e descrizioni delle caratteristiche più visibili che distinguono le ampullarie, per riconoscerle dalle altre lumache - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Piccole Pomacea diffusa in acquario

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sulle Ampullarie, grazie ai messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Pomacea diffusa var. Pink - Foto © Chris Lukhaup

Disegni, foto, descrizioni e confronti tra le varie specie, per identificarle e quindi allevarle meglio - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Pomacea diffusa var. Purple - Foto © Carley (My Pomacea diffusa)

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questa pagina la 'guida rapida', che non fa distinzione tra le esigenze delle singole specie, ma potrà aiutarvi comunque nella loro cura - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Pomacea diffusa in acquario - Foto tratta da Paradisetropicalfish.com.sv

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitolo si parla di come deve essere allestito un acquario per ospitarle nel rispetto delle loro esigenze - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Due Pomacea diffusa durante l'accoppiamento - Foto © Mytriops.com

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitolo tutto quello che c'è da sapere sulla riproduzione delle varie specie - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Pomacea diffusa - Foto © Soulkeeper (Wikimedia)

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitoletto consigli per trasportarle in sicurezza - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere

Pomacea diffusa var. Purple - Foto © Carley (My Pomacea diffusa)

Descrizione con foto e spiegazioni per capire come sono fatte le Ampullarie e come è meglio allevarle

Pomacea diffusa - Foto tratta da Atlas.acuavida.com

Guida completa sulle ampullarie e sul loro allevamento in acquario. In questo capitolo indicazioni per riconoscere le patologie da cui possono essere affette e come curarle - traduzione in italiano di un articolo di Stijn Ghesquiere