Attenzione

Planorbella duryi

(Wetherby, 1879)

Una lumaca ornamentale tra le 'Ramshorn', a guscio piatto, che si trova in varie forme, red, pink, blue, e che apparteneva al genere Helisoma

Pink Ramshorn, Planorbella duryi albina, commercializzata in Argentina; si nota il colore rosso, tendente al rosato, il guscio spesso e opaco, con linee di crescita poco marcate - Foto © Valeria Castagnino (Planeta Invertebrados)

Blue Ramshorn, Planorbella duryi albina - Foto © Walther Ishikawa (Planeta Invertebrados)

Nome comune
Ramshorn snail

Ho letto su diverse fonti che le lumache della famiglia Planorbidae, caratterizzate da un guscio a spirale piatto, chiamate 'Ramshorn' (dall'inglese corna di montone) che si trovano negli acquari appartengono spesso non al genere Planorbis, come in genere si dice, ma al genere Biomphalaria, sia le forme ornamentali 'Ramshorn rosse' che le chiocciole invasive marrone scuro. Ad esempio in questo articolo si dice che le lumache 'Red Ramshorn' vendute da molti anni nei negozi brasiliani, da campionature e sezioni di molti esemplari sono in realtà risultate essere Biomphalaria albine, discendenti di lumache riprodotte in modo selettivo in laboratori di parassitologia, per ricerche sulla schistosomiasi, che in Brasile è una malattia endemica, molto diffusa e che provoca ogni anno moltissime vittime (tra gli uomini).

Non so se sia così anche in Italia, dove in commercio si trovano frequentemente delle varietà ornamentali di Ramshorn, come Blue e Pink, che appartengono alla specie Planorbella duryi.

Fino a poco tempo fa la specie Planorbella duryi era classificata nel genere Helisoma (Helisoma duryi), e gran parte delle informazioni su Internet e articoli scientifici la trattano ancora con questa denominazione. La confusione sulla classificazione delle lumache d'acqua dolce non risparmia ovviamente nemmeno il genere Planorbella. Di fronte a nuove informazioni genetiche e molecolari, la vecchia tassonomia è stata rivista, ma l'accordo tra i vari studiosi è in alto mare. Filogeneticamente, il genere Planorbella è uno stretto parente del genere Biomphalaria, una recente proposta di classificazione cladistica basata sull'analisi del DNA, lo considera il genere-fratello di Biomphalaria.

Un'altra particolarità di questa specie è il fatto che ci sono delle variazioni estremamente marcate nella morfologia delle conchiglie tra le varie popolazioni, che vengono chiamate forme polimorfe o sottospecie.
La forma più comune, che è quella che si trova nelle variazioni di colore usate negli acquari ornamentali è Planorbella duryi duryi (forma tipica). Una variante dalla conchiglia appiattita e sottile è chiamata forma depressa (Planorbella duryi eudiscus), e c'è anche una forma con le spire della conchiglia più alte, chiamata forma scalariforme (Planorbella duryi seminole). 

Tre specie brasiliane di Biomphalaria, rispetto a tre planorbidi esotici comuni negli acquari in altri paesi. Si noti che la distinzione basata solo sulla conchiglia è molto difficile - Foto © Jose Liétor Gallego (Planeta Invertebrados)

Rispetto al genere Biomphalaria, Planorbella duryi può essere confusa principalmente con le specie di gusci di planisferi alti: Biomphalaria tenagophila e Biomphalaria occidentalis. Entrambi i generi hanno emolinfa rossa, per la presenza di emoglobina, e questo dà una bella colorazione rossa agli individui albini. In Brasile, quasi tutte le Ramshorn red vendute nel mercato acquariofilo sono Biomphalaria. Le Planorbella albine vengono importate molto raramente, sono più costose e con il rosso non così intenso, di solito sono vendute come "Ramshorn pink".
Distinguere i due generi non è facile se non si sa dove guardare, qui c'è qualche indicazione: le specie di Biomphalaria hanno un guscio più fragile e uno spessore del bordo del guscio più delicato rispetto a quello di Planorbella, sebbene per distinguerle specificatamente sia necessario osservarne il complesso genitale. Anche la dimensione del guscio e la crescita delle spire possono essere indicativi, poiché in Planorbella le spire crescono rapidamente di diametro, ed hanno l'apertura del guscio dilatato, rispetto alle specie del genere Biomphalaria, e generalmente le strisce della crescita sono molto visibili nei giri.

Planorbella duryi 'Blue' e Biomphalaria glabrata 'Red', in queste foto è evidente la differenza del disegno della spirale del guscio - Foto © Cláudio Moreira (Planeta Invertebrados)

Planorbella duryi 'Blue' e Biomphalaria glabrata 'Red', nei diagrammi a destra le spirali di Archimede e Logaritmica. In Planorbella le spire crescono più velocemente, con un disegno più logaritmico. Alcune conchiglie di Drepanotrema possono avere un pattern ancora più archimedeo - Foto © Denise Cailean (Planeta Invertebrados)

Per noi acquariofili, una differenziazione abbastanza evidente è la grande pseudobranchia posseduta da questa specie, una struttura conica proiettata fuori dal guscio, sul lato sinistro della lumaca. È facilmente visibile quando cammina sul vetro dell'acquario.

Piccoli di Planorbella duryi 'Blue' e "Pink" mostrano la loro grande pseudobranchia - Foto © Walther Ishikawa (Planeta Invertebrados)

Piccoli di Planorbella duryi 'Blue' rinnovano la loro riserva d'aria in superficie, tramite la loro grande pseudobranchia - Foto © Walther Ishikawa (Planeta Invertebrados)

Un ultimo particolare interessante è che i due generi nonostante l'aspetto simile hanno modalità d'accoppiamento diverse: nelle Planorbella di solito la copulazione è reciproca, in posizione faccia a faccia, nessuno dei due partner sale sopra il guscio dell'altro. Le conchiglie sono orientate con la loro parte basale una di fronte all'altra. È anche noto che c'è meno autofecondazione rispetto ad altre lumache d'acqua dolce ermafrodite. Invece nel genere Biomphalaria durante la copulazione un esemplare agisce da maschio e uno da femmina, non c'è quasi mai copulazione reciproca, e in modo simile alle Ampullarie, il 'maschio' sale sul guscio della 'femmina' ed esegue la copulazione.

Distribuzione

Planorbella duryi è una specie nordamericana, originaria della Florida, in America viene chiamata anche Seminole Ramshorn, dove Seminole è il nome di una tribù di indiani nativi americani della regione della Florida. Planorbella duryi è particolarmente numerosa nella regione delle Everglades, all'estremità meridionale dello stato. Dopo essere stata immessa negli acquari probabilmente accidentalmente, con le piante acquatiche, tramite riproduzioni mirate ne sono state create varietà dalle colorazioni molto attraenti, soprattutto in Germania, e che sono state commercializzate anche nel resto del mondo.

Attraverso il commercio di piante acquatiche ornamentali, Planorbella duryi è stata introdotta anche in diversi paesi, è stata ritrovata in Brasile, in Africa (dove veniva ampiamente usata come agente di controllo biologico per i vettori di schistosomiasi), in diversi paesi europei, in Israele, ed è stata recentemente scoperta anche in Siberia.

Riproduzione

Sono lumache ermafrodite e capaci di autofecondarsi, anche se preferiscono incrociarsi quando possibile, l'autofecondazione è molto rara, ed avviene solo a quando non trovano un partner. Come detto sopra, nelle Planorbella di solito la copulazione è reciproca, in posizione faccia a faccia, nessuno dei due partner sale sopra il guscio dell'altro. Le conchiglie sono orientate con la loro parte basale una di fronte all'altra. È anche noto che c'è meno autofecondazione rispetto ad altre lumache d'acqua dolce ermafrodite.

Copula di Planorbella duryi - Foto © Walther Ishikawa (Planeta Invertebrados)

Sviluppo delle uova di Planorbella duryi - Foto © Walther Ishikawa (Planeta Invertebrados)

Riferimenti & Link

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Le lumache acquatiche della specie Planorbella dury si caratterizzano per la grande varietà di colorazioni in cui si possono trovare in commercio