• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Acheilognathus macropterus

(Bleeker, 1871)

Splendida specie d'acqua temperata, non facile da trovare in commercio, che è adatta solo ad acquariofili esperti, non tanto per lo spazio di cui ha bisogno, quanto per le insolite esigenze riproduttive.

Acheilognathus macropterus © Frank Schafer (Aquarium Glaser GmbH)

nome comune
Bitteling
dimensioni massime in natura
27.5 cm SL
aspettativa di vita
5 - 8 anni

Quella di Acheilognathus macropterus è una specie che appare in commercio in modo irregolare, e dovrebbe essere acquistata solo da acquariofili esperti e con una vasca sufficientemente grande.
E' la specie tipo del genere attualmente non valido Acanthorhodeus i cui i membri sono distinti dagli altri acheilognathidi per il possesso di raggi della pinna dorsale e anale decisamente più ramificati (rispettivamente 15-18 e 10-14,) e un ultimo raggio della pinna dorsale addensato, flessibile solo all'estremo distale.

Fa parte del gruppo di pesci denominati 'bitterling' o 'rodeo' in senso lato. Tutti i bitterling hanno un peculiare modus riproduttivo, si riproducono infatti utilizzando cozze bivalvi come ospiti intermedi per uova e avannotti, e questo è un particolare che desta molta preoccupazione per la loro conservazione in natura, dato il continuo deterioramento degli habitat di acqua dolce, in quanto i bivalvi richiedono una buona qualità dell'acqua.

Data l'ampia distribuzione geografica c'è la possibilità che rappresenti un gruppo di specie strettamente correlate, infatti gli studi genetici indicano l'esistenza di diversi clade distinti. La definizione dei caratteri è quindi un po' vaga, ma si può riassumere così: presenza (o assenza) di corti barbigli; linea laterale completa; squame della linea laterale 35-39; raggi ramificati della pinna dorsale 15 - 18; raggi ramificati della pinna anale 11 - 14; superficie dorsale grigia, fianchi argentei; maschi riproduttori leggermente rosa; striscia laterale grigia che si estende anteriormente al peduncolo caudale; macchia nerastra all'estremità superiore dell'opercolo, che può presentarsi sbiadita nei maschi nuziali; pinna anale nei maschi con bordo bianco distale; pinna anale delle femmine in gran parte incolore con punte biancastre su alcuni raggi; raggi delle pinne pelviche con punte di colore biancastro in entrambi i sessi, più prominenti nei maschi.

Il genere Acheilognathus contiene almeno 39 specie valide ed è quindi il più diversificato all'interno della sottofamiglia nominale Acheilognathinae, e comprende un gruppo di pesci più comunemente indicati come bitterling, la maggior parte dei quali si trovano in Asia orientale, con due specie in Europa.

Anche se la composizione tassonomica di questo assemblaggio è stata oggetto di dibattito, la maggior parte dei ricercatori concordano nel dire che ci sono tre generi; Acheilognathus, Rhodeus e Tanakia. Il numero delle specie è meno certo, con stime contrastanti che vanno dalle 45 alle 70 specie. Ricerche genetiche preliminari suggeriscono l'esistenza di due principali clade, uno che comprende il genere monofiletico Acheilognathus e l'altro che comprende i due generi, probabilmente entrambi parafiletici, di Rhodeus e Tanakia.

distribuzione
Asia: Cina e Vietnam settentrionale
habitat
Ambiente: bentopelagico, acqua dolce e acqua salmastra; clima subtropicale
temperatura in natura
15 - 25°C
allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 180 cm di lunghezza.
L'ideale è allestire l'acquario in modo che assomigli ad un fiume/torrente dalla lenta corrente, con un substrato di dimensioni variabili, rocce erose dall'acqua, sabbia, ghiaia fine e  alcuni piccoli massi. Si possono aggiungere anche rami e radici con piante rustiche che possono esservi attaccate, come Microsorum, Bolbitis o Anubias.

Comportamento e compatibilità: Non è aggressivo, tranne quando è nel periodo riproduttivo. Viste le dimensioni, è possibile che compagni di vasca molto più piccoli possano essere mangiati da pesci adulti.
Dovrebbero stare bene insieme a pesci pacifici di dimensioni simili che richiedano condizioni ambientali comparabili, come Zacco, Sarcocheilichthys, Cobitis, o la specie Rhinogobius.

alimentazione

E' un pesce onnivoro, che in natura preda insetti e loro larve, così come si nutre di alghe e altre piante. In acquario non è difficile da accontentare ed accetta volentieri la maggior parte dei cibi. Come dieta di base si può usare un mangime secco in granuli di buona qualità, che dovrebbe però essere integrato con pasti regolari di piccolo cibo vivo e/o congelato, come chironomus, daphnia, artemia, ecc, per ottenerne la migliore colorazione e condizionamento.

dimorfismo sessuale

I maschi presentano raggi più estesi nelle pinne dorsali e anale rispetto alle femmine, inoltre i maschi con la livrea nuziale mostrano una colorazione nel complesso più intensa, con una pallida lucentezza rosa metallica, addome scuro, tubercoli nuziali sul muso, e macchie bianche sulla pinna anale. Nelle femmine in livrea nuziale la pinna anale normalmente incolore diventa gialla, ed appare un ovopositore, che può superare gli 8 cm di lunghezza prima della deposizione delle uova.

riproduzione

I bitterling mostrano una insolita simbiosi nella deposizione delle uova, infatti come substrato di deposizione delle uova vengono utilizzati gli spazi interlamellari delle branchie interne ed esterne di cozze viventi della famiglia degli Unionidae . Durante il periodo riproduttivo le femmine sviluppano un lungo ovopositore (lungo circa 8 cm) che viene utilizzato per deporre le uova attraverso il sifone esalante dei mitili. I maschi poi si muovono in modo da rilasciare lo sperma nel sifone inalante delle cozze, per fecondare le uova, mentre difendono aggressivamente la zona contro gli altri maschi. Gli embrioni e gli avannotti appena nati possiedono caratteristiche morfologiche, fisiologiche e comportamentali che permettono loro di rimanere nella cozza ospite fino a quando non raggiungono il nuoto libero, a circa 2-6 settimane dalla nascita, a seconda delle specie.

Le femmine adulte tendono a deporre le uova in più di una cozza nel corso di ogni stagione riproduttiva, e in un'unica cozza possono essere ospitate multiple covate di diverse femmine, e di una o più specie di bitterling.

Sebbene la maggior parte dei bitterling deponga le uova in primavera, alcune specie di Acheilognathus lo fanno in autunno, e gli embrioni dei nuovi nati mostrano lo sviluppo bloccato durante l'inverno. Gli studi effettuati suggeriscono che questo rappresenti una diapausa geneticamente determinata, e che tutte le specie che adottano questa strategia si siano evolute da un antenato comune.
Dal momento che non si sa ancora quale sia la specie autoctona di cozza utilizzata da Acheilognathus macropterus per la riproduzione, è improbabile che per il momento si riesca a farli riprodurre in cattività, anche se potrebbe essere una specie adattabile, dal momento che alcuni bitterling hanno un ospite specifico, che deve essere quello e basta, mentre altre specie non sono così selettive e si 'accontentano' delle cozze che trovano. Ad esempio, nel lago Kasumigaura, in Giappone, dove viene considerata una specie invasiva, si sa che utilizza un bivalve nativo, Unio douglasiae.

SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.