Attenzione

Aphaniidae

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese in questa famiglia di killi

Coppia di Anatolichthys danfordii (ex Aphanius danfordii), femmina a sinistra - Foto © JSutton93 (Wikimedia)

Nome comune
Pupfish, killi

La famiglia Aphaniidae comprende pesci dalle pinne raggiate comunemente noti come killifish, distribuiti nelle acque dolci e salmastre delle pianure costiere dell'Europa meridionale e del Nord Africa (fino alla Somalia), intorno al Mar Rosso e al Golfo Persico, nelle acque interne del Nord Africa, della Penisola Arabica, della Mesopotamia, Iran e Turchia. La zona più ricca di biodiversità è l'altopiano dell'Anatolia.

Le specie comprese nella famiglia Aphaniidae sono lunghe da 3 a 15 cm. Il corpo è moderatamente allungato e solo leggermente appiattito sui lati. La bocca è corta. I denti sono a tre punte. Tutte le pinne sono arrotondate. Le pinne dorsale e anale sono simili e quasi simmetricamente opposte l'una all'altra. Le pinne pelviche potrebbero mancare. Di solito c'è un dimorfismo di genere. Le femmine sono generalmente più grandi e con una livrea a macchie su uno sfondo semplice. I maschi mostrano spesso strisce orizzontali. Può anche esserci un distinto dimorfismo all'interno di una specie, dovuto a popolazioni che vivono completamente isolate l'una dall'altra.
Le tre caratteristiche diagnostiche che distinguono la famiglia dagli altri killi riguardano la morfologia del cranio. I pori sensoriali sul cranio sono progettati come pori e non come neuromasti, l'uroiale, un'ossificazione del tendine nel cranio, non è incorporato in una membrana uroiale. Il numero di vertebre è 26; il numero di squame lungo la linea laterale va da 24 a 26 e il numero di raggi branchiostegi è 5. La pinna dorsale è sostenuta da 8-14 raggi. In contrasto con gli Orestiidae, le specie degli Aphaniidae hanno un vomere, un mesetmoide cartilagineo (un osso del cranio) e un interhyale ossificato (cartilagine o osso nel pavimento della bocca). Gli Orestiidae non hanno vomere, il mesetmoide è ossificato e l'interialo non è ossificato.

Classificazione

Aphanius, il genere tipo della famiglia Aphaniidae, fu introdotto nel 1827 dal naturalista italiano Giovanni Domenico Nardo. L'ittiologa americana Lynne R. Parenti collocò il genere insieme a Orestias all'interno della famiglia dei Cyprinodontidae della tribù degli Orestini. A causa della polifilia dei Cyprinodontidae, il genere è stato trasferito a una famiglia indipendente, gli Aphaniidae, a metà del 2017 dall'ittiologo tedesco Jörg Freyhof e da due colleghi turchi. Il nome è stato menzionato per la prima volta nel 1960 in una tesi. Con l'introduzione del genere Paraphanius nell'aprile 2020 e la riconvalida di Aphaniops, la famiglia non è più monotipica. A metà del 2020 altri due generi sono stati introdotti di recente e tre generi riconvalidati, in modo che gli Aphaniidae siano ora composti da otto generi.

  • Ordine Cyprinodontiformes
    • Sottordine Cyprinodontoidei
      • Famiglia Aphaniidae
        • Genere Anatolichthys Ermin, 1946
          1. Anatolichthys anatoliae (Leidenfrost, 1912)
          2. Anatolichthys danfordii (Boulenger, 1890)
          3. Anatolichthys fontinalis (Akşiray, 1948)
          4. Anatolichthys iconii (Akşiray, 1948)
          5. Anatolichthys irregularis (Yoğurtçuoğlu & Freyhof, 2018)
          6. Anatolichthys maeandricus (Akşiray, 1948)
          7. Anatolichthys marassantensis (Pfleiderer et al., 2014)
          8. Anatolichthys meridionalis (Akşiray, 1948)
          9. Anatolichthys saldae (Akşiray, 1955)
          10. Anatolichthys transgrediens (Ermin, 1946)
          11. Anatolichthys splendens (Kosswig & Sözer, 1945)
          12. Anatolichthys sureyanus (Neu, 1937)
          13. Anatolichthys villwocki (Hrbek & Wildekamp, 2003)
        • Genere Aphaniops Hoedeman, 1951
          1. Aphaniops dispar (Rüppell, 1826)
          2. Aphaniops furcatus (Teimori et al., 2014)
          3. Aphaniops ginaonis (Holly, 1929)
          4. Aphaniops hormuzensis (Teimori, Esmaeili, Hamidan & Reichenbacher, 2018)
          5. Aphaniops kruppi (Freyhof et al., 2017)
          6. Aphanius richardsoni (Boulenger 1907)
          7. Aphaniops sirhani (Villwock, Scholl & Krupp, 1983)
          8. Aphaniops stiassnyae (Getahun & Lazara, 2001)
          9. Aphaniops stoliczkanus (Day 1872)
          10. Aphaniops teimorii Freyhof & Yoğurtçuoğlu, 2020[5]
        • Genere Aphanius
          1. Aphanius almiriensis Kottelat, Barbieri & Stoumboudi, 2007
          2. Aphanius fasciatus (Valenciennes, 1821)
          3. Aphanius opavensis (Gaudant, 2006)
        • Genere Apricaphanius Freyhof & Yoğurtçuoğlu, 2020
          1. Apricaphanius baeticus (Doadrio, Carmona & Fernández-Delgado, 2002)
          2. Apricaphanius iberus (Cuvier & Valenciennes, 1846)
          3. Apricaphanius saourensis (Blanco, Hrbek & Doadrio, 2006)
        • Genere Esmaeilius Freyhof & Yoğurtçuoğlu, 2020
          1. Esmaeilius darabensis (Esmaeili, Teimori, Gholami & Reichenbacher, 2014)
          2. Esmaeilius isfahanensis (Hrbek, Keivany & Coad 2006)
          3. Esmaeilius persicus (Jenkins, 1910)
          4. Esmaeilius shirini (Gholami, Esmaeili, Erpenbeck & Reichenbacher 2014)
          5. Esmaeilius sophiae (Heckel, 1846)
          6. Esmaeilius vladykovi (Coad 1988)
        • Genere Kosswigichthys
          1. Kosswigichthys asquamatus Sözer, 1942
        • Genere Paraphanius Esmaeili, Teimori, Zarei & Sayyadzadeh, 2020
          1. Paraphanius alexandri (Akşiray, 1948)
          2. Paraphanius boulengeri (Akşiray, 1948)
          3. Paraphanius mento (Heckel, 1843)
          4. Paraphanius mentoides (Akşiray 1948)
          5. Paraphanius orontis (Akşiray 1948)
          6. Paraphanius similis (Akşiray 1948)
          7. Paraphanius striptus (Goren, 1974)
        • Genere Tellia Gervais, 1853
          1. Tellia apodus (Gervais, 1853)

Qui sotto i generi e le specie di cui potete trovare qualcosa nel sito.

Taxa principali

Aphanius aff isfahanensis 'GavKhuni Wetlands' - Foto © Hristo Hristov

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Apricaphanius iberus in acquario

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese in questo genere di killi

Maschio di Paraphanius mento 'Elbistan' - Foto © Hristo Hristov

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Habitat

Le specie della famiglia Aphaniidae vivono prevalentemente in piccoli e micro specchi d'acqua con acqua dolce, salmastra o marina. Possono essere sorgenti, pozze, paludi, lagune, canali o fossati. Le acque sono spesso a diretto contatto con il mare e hanno un alto contenuto di solfuri o composti di magnesio. La salinità e le temperature possono variare molto, queste ultime sia su base annua che tra il giorno e la notte. I pesci evitano l'acqua corrente e si nutrono di piante oltre a vari piccoli animali e detriti. Non sono riproduttori stagionali.

Taxa principali

Aphanius fasciatus - Foto © hidalgogb (foro.acuarios.es)
Mediterranean killifish

Una specie di killi molto bella e interessante, non adatta agli acquari di comunità, ma che va allevata in acquari capienti e monospecifici

Dimensioni max: 6.0 TL
Aspettativa di vita: 1 - 2 anni
Temperatura: 10 - 24°C
Apricaphanius iberus, Spanish toothcarp - Foto © Tony Terceira (Arkive.org)
Spanish Toothcarp

Una specie di killi molto bella e interessante, non adatta agli acquari di comunità, che sta rischiando l'estinzione nei luoghi d'origine.

Dimensioni max: 5.5 cm TL
Aspettativa di vita: 1 - 2 anni
Temperatura: 10 - 32°C
Maschio di Paraphanius mento 'Eregli' - Foto © Hristo Hristov
Killi

Una specie di killi molto bella e interessante, non adatta agli acquari di comunità, ma che va allevata in acquari capienti e monospecifici

Dimensioni max: 5.0 cm TL
Aspettativa di vita: 1 - 2 anni
Temperatura: 10 - 25°C
Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.