Attenzione

Perchè i Botia non dovrebbero essere allevati con i Ciclidi del Malawi

Una visione d'insieme del perché questi due tipi molto differenti di pesci non sono adatti ad essere alloggiati insieme. 'Gli acquari che manteniamo dovrebbero essere in primo luogo e anzitutto adeguati ai bisogni dei pesci, non ai nostri'

Tratto e tradotto dall'articolo:
"Why Loaches Should Not Be Kept With Malawi Cichlids"
di Emma Turner
sul sito Loaches Online

Una domanda che viene fatta ripetutamente sul forum di Loaches Online è “I Botia sono adatti ad essere allevati con i ciclidi del Malawi?”

Viene fatta solitamente per quanto riguarda le specie della famiglia Botiidae più grandi, come i Chromobotia macracanthus, parecchie specie del genere Yasuhikotakia (come Yasuhikotakia modesta e Yasuhikotakia eos), oltre che per i botia del genere Syncrossus (che sono largamente conosciuti come il gruppo dei “Botia tigre”).

Troppo spesso, negozi senza scrupoli e siti web sbagliati sui ciclidi dicono che la pratica di allevare questi due tipi di pesci molto diversi tra loro insieme nello stesso acquario è accettabile. Non lo è.

In questo corto articolo vogliamo fornire informazioni dettagliate sul perché la combinazione di queste due specie di pesci è completamente inappropriata.

I botia della famiglia Botiidae provengono dai fiumi e dai torrenti dalla corrente veloce dell’Asia. Le correnti che incontrano sono soprattutto unidirezionali e piuttosto forti, e le condizioni dell'acqua sono tenera e acida. In alcune posti, come ad esempio in alcune zone del Kalimantan, i Chromobotia macracanthus possono persino essere trovati nelle zone di acqua nera, in cui le acque sono estremamente acide e con durezza quasi non misurabile.

Per contro, il lago africano del Malawi ha acqua dalla composizione molto dura e alcalina. Il grado medio di pH del lago è intorno a 8.3, con una durezza media di 18dH. Forzare dei pesci, che si sono evoluti per migliaia di anni a vivere in un determinato insieme di condizioni, a vivere in condizioni che si possono considerare come “all'altra estremità della scala”, può avere effetti drastici sui loro sistemi di osmoregolazione.

La temperatura dell'acqua nel lago Malawi varia durante l'anno, con la lettura media di è 25°C. Questa è considerata come l'estremità più bassa della gamma di temperature a cui sono abituati molti Botiidae. Se tentate di allevare i ciclidi del Malawi ad una temperatura che soddisfa i botia, i ciclidi potrebbero soffocare. Se i vostri botia sono allevati a temperature troppo basse, potrebbero diventare ancor più stressati e quindi più suscettibili di problemi e malattie come quella dei “puntini bianchi”.

Il lago Malawi è molto più grande di quello che pensa molta gente, ed ha una certa quantità di delicata attività di marea. Tuttavia, non è presente la continua e potente corrente unidirezionale che si trova nell'habitat naturale dei Botiidae.

Mentre i ciclidi consumano una certa quantità di vegetali, la dieta naturale dei Botiidae consiste principalmente di alimenti “carnosi”, come larve di insetti, vermi e crostacei. I ciclidi del Malawi si sono adattati a mangiare il cibo che il loro ambiente assicura, e in acquario lo mangeranno anche se è davvero inadatto a loro. Molti sono erbivori e mentre alcuni possono essere alimentati ogni tanto con alimenti basati su crostacei, le larve di zanzara e i vermi (che per i botia sono una prelibatezza) non possono essere dati ai ciclidi senza causare loro importanti problemi digestivi, come il “Malawi bloat” che può essere mortale.

I ciclidi del Malawi sono notoriamente aggressivi e non dovrebbero essere alloggiati con altri tipi dei pesci, malgrado alcuni esempi che potete vedere dove altre specie sono state costrette a vivere con loro nei confini di un acquario. Alcune specie di ciclidi del Malawi sono meno aggressive di altre, ma questo inferiore livello di aggressività è ancora troppo grande per dei Botiidae che debbano costantemente vivere con loro, e dai quali non avrebbero una via di fuga reale. Quando i ciclidi raggiungono la maturità sessuale, il livello di aggressività si intensifica e specie sensibili come quelle dei Botiidae non fronteggeranno bene questa esposizione per una lunga durata.

Sopravvivranno a mala pena in permanente stato di stress, e probabilmente soccomberanno a puntini bianchi o anche a ferite fisiche. Questo è valido persino per le specie più irascibili di botia, come i Botia tigre, il cui il livello di aggressività, mentre è considerato alto per una specie di botia, è un’inezia per la belligeranza implacabile dei ciclidi del Malawi.

I Botiidae gradiscono avere nascondigli multipli all'interno dell'acquario, sotto forma di radici di torbiera e caverne fatte da rocce inerti ammucchiate. Anche i ciclidi del Malawi amano molto le caverne formate dalle rocce, ma sono ben noti scavatori e possono scavare via grandi parti di substrato da sotto le strutture delle caverne, facendole diventare molto instabili. Non sono da spiegare i potenziali disastri che potrebbero succedere.

Un ultimo pensiero. Come accennato prima, i pesci interessati si sono evoluti per migliaia di anni per adattarsi a un determinato insieme di condizioni. Una manciata di generazioni in cattività non va a cambiare le migliaia di anni di evoluzione. Potete sentire/vedere dei pesci sopravvivere temporaneamente in condizioni “compromesse”, ma la loro salute a lungo termine probabilmente ne soffrirà.

La gente non dovrebbe forzare i pesci ad adattarsi a quello che vuole ed allevare i pesci in un ambiente così inadatto non rende allevatori di pesci migliori per “essersela cavata”. Gli acquari che manteniamo dovrebbero essere in primo luogo e anzitutto adeguati ai bisogni dei pesci, non ai nostri.

Vi consiglio caldamente ulteriori letture sull'osmoregolazione e sullo shock osmotico.

Testo originale in inglese © Emma Turner (Loaches Online)

Taxa principali

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti al genere Chromobotia, che comprende un'unica specie dalle caratteristiche uniche: Chromobotia macracanthus...

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere Syncrossus, tra le più aggressive specie di botia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere Yasuhikotakia, vivaci e turbolenti botia

Riferimenti & Link

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Per approfondire:

Spiegazione con foto esplicative delle differenze tra i due Botia, Botia sidthimunki e Botia cf. nigrolineata - tratto e tradotto da un articolo di Kamphol Udomritthiruj e Anuratana Tejavej

Realizzazione passo passo di una vasca a forte corrente adatta agli "Hillstream Loaches", i Balitoridi, ma anche a tutti i pesci che provengono da fiumi e torrenti a forte corrente - tratto e tradotto da un articolo Martin Thoene

Poster informativo elaborato dallo staff di Loaches Online sulle esigenze d'allevamento e sulle dimensioni che raggiungono i Chromobotia macracanthus se allevati correttamente, in gruppo e in vasche dalle dimensioni adeguate, ad uso non solo di chi li compra ma soprattutto anche di chi li vende.

Consigli e suggerimenti per allevarli nella maniera più adatta

Piccolo compendio di quello che c'è da sapere prima di comprare i botia, per poterli allevare al meglio, o per non comprarli affatto :-)

Articolo con belle foto di esemplari giovanili di Botia rostrata, per fare un confronto con le foto degli esemplari adulti - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Articolo con belle foto, con la descrizione di alcuni Botia dario con un insolito disegno della livrea - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Una serie di esperienze personali nell'allevamento dei Botia almorhae, tratte e tradotte da Loaches Online

Una serie di esperienze personali nell'allevamento dei Botia striata, tratte e tradotte da Loaches Online

Esperienza personale d'allevamento di questi pesci - tratto e tradotto da un articolo di Mike Ophir

Chromobotia macracanthus. Come scegliere esemplari in salute, come allevarli e alimentarli. Speculazioni su come possano essere riprodotti - tratto e tradotto da un articolo di William Berg

Articolo molto utile per l'identificazione dei Yasuhikotakia caudipunctata e per quella delle sue varianti regionali - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Descrizione e foto di una specie di Botia che poteva sembrare a prima vista Botia rostrata, ma che osservata attentamente faceva sorgere molti dubbi, ed infatti solo più tardi è stata descritta scientificamente come specie a se stante, Botia kubotai - tratto e tradotto da un articolo di Kamphol Udomritthiruj

Un'Introduzione all'allevamento dei Botia - Una guida di base per allevare con successo i Botia, una delle gioie più grandi nell'acquariofilia dolce tropicale - tratto e tradotto da un articolo di Emma Turner

Consigli per l'allevamento dei Botia rostrata e per distinguerli dagli altri Botia simili come livrea - tratto e tradotto da un articolo di Michael Ophir

Articolo veramente interessante, in cui sono presenti descrizioni e foto dell'ambiente naturale dei Chromobotia macracanthus, sfatando vari miti che si sono diffusi su questi pesci, in particolare per quanto riguarda la riproduzione - tratto e tradotto da un articolo di Ola Ahlander

Articolo con belle foto, con la descrizione di alcuni Botia dario allevati dall'autore - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Foto ed esperienze d'allevamento di Yasuhikotakia caudipunctata 'Mun River' - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Descrizione e consigli per l'allevamento dei Botia dario, e soprattutto particolareggiata descrizione del loro ambiente naturale d'origine - tratto e tradotto da un articolo di Mark Macdonald

Articolo con splendide foto che illustrano le variazioni nel disegno delle strisce della livrea dei Botia histrionica mano a mano che i pesci crescono - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Articolo completo su questo splendido cobitide, con esperienza ed indicazioni per l'allevamento, descrizione del suo comportamento e dei luoghi d'origine - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Articolo che spiega le variazioni regionali nella livrea dei Chromobotia macracanthus, le ragioni dei cambiamenti nella colorazione e delle variazioni nel disegno delle bande - tratto e tradotto da un articolo di Martin Thoene

Racconto di un'esperienza personale di allevamento dei cadipunctata con consigli e descrizione generali - tratto e tradotto da un articolo di Michael Ophir

Descrizione passo passo dell'allestimento di un grande acquario dedicato ai Chromobotia macracanthus, e quindi pensato e studiato per soddisfare le loro esigenze e necessità - tratto e tradotto da un articolo di Martin Thoene

Descrizione di una vasca abitata solo da specie di origine indiana, con molte specie di Botia e di Barbi che convivono pacificamente - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Descrizione delle differenze fra i membri del genere Syncrossus per poter identificare una specie dall'altra - tratto e tradotto da un articolo di Kamphol Udomritthiruj

Indicazioni e consigli necessari per poter allevare correttamente in acquario le specie più aggressive di botia, tenendo conto della loro irascibilità. L'articolo è corredato dalle splendide foto di Emma - tratto e tradotto da un articolo di Emma Turner

Articolo che descrive le quattro specie di Botia chiamate 'Botia tigre' (Syncrossus beauforti, berdmorei, helodes e hymenophysa), cercando di fare un compendio di tutte le notizie che si sanno su di loro - tratto e tradotto da un articolo di Michael Ophir

Indicazioni sulle zone d'origine e consigli per l'allevamento della specie Sinibotia robusta (ex Botia robusta) - tratto e tradotto da un articolo di Michael Ophir

Le splendide foto di Bogdan esemplificano le differenze e le somiglianze tra esemplari giovanili ed adulti di Botia rostrata, e come distinguere questa specie da quelle simili - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Bell'articolo da cui traspare l'emozione che prova chi si imbatte in esemplari di pesce molto rari o addirittura che sembrano non essere ancora stati descritti dagli ittiologi - tratto e tradotto da un articolo di Bogdan Janiczak

Introduzione alle caratteristiche generali dell'ex genere Botia, a cui appartenevano, prima della revisione di Kottelat, più di 40 specie originarie dell'Indocina, con caratteristiche comuni. Mike dà informazioni utili sull'allevamento, la scelta dei compagni di vasca, l'alimentazione, e sfata la leggenda metropolitana dei botia pesci 'pulitori' - tratto e tradotto da un articolo di Michael Ophir

Consigli e suggerimenti generali per allevare I Botia pagliaccio, Chromobotia macracanthus, nella maniera più adatta, rispettando le loro esigenze e considerando le dimensioni che devono raggiungere

Articolo con esperienze d'allevamento dei Chromobotia macracanthus, i botia pagliaccio, raccomandazioni per la scelta degli esemplari al negozio e informazioni molto dettagliate su come allevarli al meglio ed in salute in acquario - traduzione in italiano di un articolo di di James e Mike McCullough (Loaches Online)

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sui botia pagliaccio, i Chromobotia macracanthus, grazie ai messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Articolo che affronta in maniera analitica, completa ed esaustiva il modo migliore di alimentare i Botia e i Cobitidi in acquario - traduzione in italiano di un articolo tratto da Loaches Online

Descrizione dettagliata dell'ambiente da ricreare in una vasca dedicata ai Botia e ai Cobitidi, il più possibile simile al loro habitat naturale - traduzione in italiano di un articolo tratto da Loaches Online

Una serie di esperienze personali nell'allevamento degli Yasuhikotakia morleti, tratte e tradotte da Loaches Online

Una serie di esperienze personali nell'allevamento degli Yasuhikotakia eos, tratte e tradotte da Loaches Online

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sull'allevamento e sulla riproduzione dei Botia almorhae/Botia lohachata, grazie ai messaggi più interessanti di it.hobby.acquari