• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Carinotetraodon imitator

Britz & Kottelat, 1999

Viene importato dall'India insieme a Carinotetraodon travancoricus, con il quale spesso viene confuso. L'allevamento in acquario è abbastanza semplice, l'aggressività intraspecifica è relativamente bassa.

Carinotetraodon imitator - Photo by Fishplore.com

nome comune
Imitating dwarf puffer
etimologia

Carinotetraodon: dal latino carina, che significa ‘a forma di chiglia, conchiglia’ messo come prefisso del nome generico Tetraodon (dal greco tetra = quattro + dal greco odous = denti)
imitator: dal latino, significa "che imita" in riferimento al fatto che è una specie molto simile a Carinotetraodon travancoricus.

dimensioni massime in natura
2,2 cm
aspettativa di vita
5 - 8 anni

Viene importato dall'India insieme a Carinotetraodon travancoricus, con il quale spesso viene confuso.
L'allevamento è semplice, l'aggressività intraspecifica è relativamente bassa, e la specie può essere allevata con altre specie abbastanza tranquillamente (non bisogna dimenticare però che il rischio che mordano le pinne di altri pesci può sempre presentarsi).

Il genere Carinotetraodon è stato proposto per la prima volta da Benl (1957) per ospitare Carinotetraodon chlupatyi Benl 1957, attualmente considerato un sinonimo di Carinotetraodon lorteti. Sono distribuiti nel sud dell'India e nel Sud-Est asiatico, e si differenziano da tutte le altre specie di Tetraodontidae dalla presenza di raggi medio-dorsali e medio-ventrali nei maschi. Questi vengono usati durante il corteggiamento e nelle parate di minaccia e a volte vengono indicati come "chiglie" dagli acquariofili. E' anche l'unico genere all'interno della famiglia Tetraodontidae in cui i maschi e le femmine esibiscono un forte dimorfismo e dicromatismo sessuale.

La famiglia Tetraodontidae è il gruppo più specioso tra i Tetraodontiformes e i suoi membri popolano le acque costiere di Sud America, Africa Centrale e Sud-Est asiatico. E' l'unica famiglia dei Tetraodontiformes in cui è presente un certo numero di membri che vivono e si riproducono esclusivamente in acqua dolce, e prove genetiche confermano che i tempi della loro espansione nelle zone di distribuzione differiscono, si verificarono in tutto 0-10 milioni di anni fa in America del Sud, 17-38 milioni di anni fa in Africa Centrale e 48-78 milioni di anni fa nel Sud-Est asiatico.

I Tetraodontidae sono spesso indicati collettivamente come "Pesci palla" in riferimento alla loro capacità di gonfiare rapidamente i loro stomaci elastici con acqua o aria. Questa è di solito una risposta ad un qualche tipo di minaccia, anche se in acquario molti esemplari sembrano gonfiarsi per nessun motivo apparente. Il pesce diventa due o tre volte la sua dimensione normale, grande abbastanza per spaventare molti potenziali predatori, o per sembrare troppo difficile da ingoiare. I pesci palla sono anche uno dei pochi pesci che può effettivamente ammiccare o chiudere gli occhi.

Diverse specie sono tra i vertebrati più velenosi al mondo, in quanto i loro organi interni, in particolare fegato e gonadi, contengono quantità letali di una sostanza nota come tetrodotossina, un veleno potenzialmente mortale che in alcuni casi può accumularsi nelle gonadi durante la stagione riproduttiva. La tossina non è prodotta dai pesci stessi, ma da batteri simbiotici che abitano i visceri, che sono stati registrati anche in un certo numero di altri animali, tra cui tritoni, stelle marine e polpi. E' la stessa neurotossina trovata anche nel famigerato polpo ad anelli blu. Quando ingerita in quantità sufficiente può causare la paralisi e la morte. E' circa 100 volte più potente del cianuro di potassio, l'ingestione di circa 25 mg è sufficiente ad uccidere un uomo di 75 kg, e non esiste attualmente alcun antidoto. Grottescamente, la vittima di solito rimane cosciente mentre viene paralizzata. La carne dei pesci palla è considerata una prelibatezza in Giappone, dove è conosciuta come fugu. E' preparato solo da chef altamente qualificati, e anche con questo un certo numero di persone sono morte dopo averlo mangiato. 

distribuzione

Asia: Kerala, India sud occidentale

habitat

Ambiente bentopelagico; acqua dolce; Clima: tropicale

allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 60 cm di lunghezza per una coppia o un trio composto da 1 maschio e 2 femmine; per un gruppo di 4-5 esemplari o più ci vuole un acquario più grande.
L'ideale è allevarli in un acquario fittamente piantumato, con legni o radici e vegetazione galleggiante per schermare la luce, in quanto normalmente sono abbastanza timidi in un ambiente luminoso. Se si desidera aumentare il numero di avannotti è consigliabile aggiungere piante a foglia fine o muschio acquatico, come Taxiphylum sp . L'acqua dovrebbe essere ben ossigenata con un certo grado di movimento.
Questo pesce non va mai aggiunto ad un acquario biologicamente immaturo, in quanto mal sopporta le oscillazioni nella chimica dell'acqua, e dovrebbero essere considerati obbligatori cambi d'acqua settimanali del 20-30% del volume dell'acquario.

Comportamento e compatibilità: è una specie meno aggressiva di alcuni membri del genere, ma è comunque meglio allevarla da sola o insieme a un gruppo di pacifici ciprinidi delle dimensioni abbastanza grandi da sfuggire ad un'eventuale predazione ma abbastanza piccoli da non sopraffarli nella concorrenza alimentare o costituire una minaccia. E' solo vagamente gregario, i maschi in particolare tendono a proteggere il loro spazio individuale, ma se ci sono abbastanza ripari e nascondigli possono essere allevati anche in gruppo.
Possono avere un carattere molto variabile: alcuni individui sono molto aggressivi, altri sono molto timidi. Sono in genere molto territoriali. Rimangono inattivi durante il giorno, per diventare cacciatori attivi quando si spengono le luci.

alimentazione

Le specie di Carinotetraodon in natura predano molluschi e crostacei acquatici, e in acquario dovrebbe essere offerta loro una dieta carnosa comprendente sia cibo vivo che congelato, come chironomus, artemia, mysis, gamberetti/gamberi tritati, etc. Dovrebbero anche essere alimentati regolarmente con lumache vive, al fine di evitare che i denti incisivi, che usano per frantumare e che crescono continuamente, diventino troppo lunghi. In acquario mangiano anche avannotti e caridine.

  • Specie che, nonostante le ridotte dimensioni, è aggressiva, territoriale e tendenzialmente mangiatrice di squame: non adatta ai "comuni" acquari di comunità
  • Specie d'acqua dolce
  • Specie che talvolta viene riprodotta in cattività, ma gli esemplari in commercio provengono praticamente tutti dalla cattura in natura. Chiedete al negoziante se i pesci che state per comprare sono d'allevamento o di cattura.
dimorfismo sessuale
Dimorfismo sessuale evidente. I maschi in atteggiamento minaccioso erigono due creste, una dorsale e una ventrale.
riproduzione

La riproduzione in acquario è rara ma è già stata osservata: dopo un intenso rituale di corteggiamento, le uova vengono deposte sopra cespugli di muschio di Giava. Non sono state osservate cure parentali. Le uova schiudono dopo sette giorni, alla temperatura di 22-24°C., gli avannotti sono stati nutriti con naupli di Artemia salina.

SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.