Attenzione

Danionella dracula

Britz, Conway & Rüber, 2009

Piccolo pesce d'acqua dolce dal corpo in gran parte trasparente, chiamato così per gli impressionanti denti simili a 'zanne' del maschio, è tra le specie più piccole del mondo

Maschio adulto di Danionella dracula - Foto © Peter Maguire

Nome comune
Dracula minnow
Aspettativa di vita

2 anni

Dimensioni massime in natura

1.7 cm SL

Descritto come una nuova specie solo recentemente, nel 2009, Danionella dracula anche detto pesce Dracula è un piccolo pesce d'acqua dolce dal corpo in gran parte trasparente chiamato così per gli impressionanti denti simili a 'zanne' del maschio. E' una specie disponibile solo occasionalmente in commercio ed è venduta spesso come Danionella sp. 'Neon verde' o 'verde fluorescente'.

Il nome specifico è stato ispirato dalla morfologia della sua mascella, che per quanto riguarda le conoscenze attuali è unica tra tutti i cipriniformi. Sia la mascella superiore che quella inferiore contengono una serie di processi dell'epistrofeo simili a denti; questi sono rudimentali solo nelle femmine, ma nei maschi sembrano formare file di denti, di cui la coppia anteriore è grande e simile a due zanne. Le zanne superiori sporgono attraverso la pelle di 0,3 mm o giù di lì, mentre della serie inferiore sono visibili solo le punte. Non sono veri denti poiché non contengono né una cavità con la polpa o altre sostanze simili allo smalto, ma la struttura complessiva della mascella ricorda molto da vicino quella dei teleostei dentati.
Nessuna delle altre 3700 circa specie descritte di cipriniformi possiede denti nella mascella di alcun tipo, e si pensa che abbiano perso questa caratteristica almeno 50 milioni di anni fa. L'esatta funzione di questi processi in Danionella dracula rimane comunque sconosciuta.

Il pesce Dracula ha un corpo allungato, una grande testa e grandi occhi. La piccola pinna dorsale è situato abbastanza lontana dalla testa, lungo il corpo, sopra la lunga pinna anale, e ha una coda biforcuta. E' un insolito pesce, sostanzialmente trasparente, che oltre a cinque file di cellule pigmentate lungo il corpo, presenta cellule pigmentate sulla superficie superiore della vescica natatoria, e una sottile linea gialla che corre lungo il fianco.

  • Viene chiamato pesce dracula per le impressionanti 'zanne' del maschio, che sono uniche tra i ciprinidi.
  • Il maschio di pesce dracula può potenzialmente utilizzare i suoi 'denti' per combattere con altri maschi.
  • Il pesce dracula è un piccolo pesce, che supera a malapena 1 cm e mezzo di lunghezza, e pur essendo sessualmente maturi gli adulti assomigliano in apparenza a delle larve.
  • Il corpo del pesce dracula è in gran parte trasparente.

Le piccole dimensioni degli adulti nelle specie di Danionella si sono evolute attraverso un processo noto come miniaturizzazione, caratterizzato da adulti sessualmente maturi con dimensioni sensibilmente ridotte, inferiore ai 20 mm SL. Tra pesci ossei dell'ordine dei Cypriniformes sono uno dei pochi gruppi in cui questo fenomeno si verifica più volte, rappresentano infatti taxa miniaturizzati tutte le specie dei generi Barboides, Danionella, Microdevario, Microrasbora, Horadandia, Boraras, Sawbwa e Sundadanio, a fianco di alcuni membri dei generi Brachydanio, Celestichthys, Laubuca e Rasbora.

Tutti mostrano una preferenza per le acque ferme o lente, spesso in ambienti poveri di nutrienti, come le foreste delle torbiere. La struttura anatomica dei ciprinidi miniaturizzati può variare notevolmente; ci sono due gruppi putativi, con alcune specie che possiedono caratteristiche intermedie.
Il primo gruppo contiene i pesci che anche se piccoli sono essenzialmente versioni nane proporzionali dei loro parenti più grandi.

L'altro gruppo comprende quelli in cui lo sviluppo anatomico si ferma in un punto dove l'adulto ancora assomiglia ad una forma larvale di un antenato più grande, come nei Danionella. Tali pesci sono generalmente indicati come 'evolutivamente troncati' o 'pedomorfici' e si pensa che si siano sviluppati attraverso un processo noto come 'pedomorfosi progenetica', vale a dire, pedomorfosi causata dalla maturazione accelerata. Di norma, presentano una struttura scheletrica semplificata con caratteristiche morfologiche specifiche, come ad esempio le sporgenze dentali del maschio di Danionella dracula.

Britz et al. (2009) ritengono che il troncamento dello sviluppo possa aver favorito lo sviluppo di tali novità, liberando grandi parti dello scheletro da vincoli di sviluppo, dissociando i percorsi evolutivamente legati e creando un maggiore potenziale di cambiamenti più drammatici. Ad esempio, in aggiunta alla sua straordinaria struttura della mascella, Danionella dracula ha in meno quarantaquattro ossa (o parti di osso) rispetto al Danio zebra, Danio rerio.

La posizione filogenetica del genere Danionella è difficile da stabilire, ma la maggior parte degli studi moderni hanno concordato che sia più strettamente legato al genere Esomus. o come gruppo correlato di tutti gli altri danionini (Fang et al. 2009).

Etimologia: Danionella: diminutivo del nome generico Danio, in riferimento alle piccole dimensioni degli adulti, di 10-12 mm, di questo genere.
dracula: in riferimento alle lunghe 'zanne' simili a denti dei maschi, ispirato dal conte Dracula nel romanzo di Bram Stoker.

  • Specie che rimane molto piccola, per cui non è adatta ai comuni acquari di comunità
  • Specie in genere non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o di allevamento.
Distribuzione

Asia: torrenti vicino a Sha Du Zup nel Myanmar settentrionale.

Danionella dracula è conosciuto solo nel Mogaung Chaung (torrente Mogaung), distretto di Myitkyina, Stato di Kachin, nel nord del Myanmar. E' un affluente del fiume Ayeyarwady e la specie si trova probabilmente solo su un'area relativamente piccola.
La località tipo completa è "Ruscello a Sha Du Zup tra Mogaung e Tanai, distretto di Myitkina, Stato di Kachin, Myanmar".
Anche Danionella mirifica è originaria della Myitkyina e il Myanmar rappresenta un centro di diversità per il genere, con almeno quattro specie endemiche.

DATA DEFICIENT

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
DATA DEFICIENT (dati carenti)

  • Danionella dracula: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Habitat

Ambiente: bentopelagico, acqua dolce; clima tropicale.

Non si hanno dettagli precisi sull'habitat di Danionella dracula, ma si sa che altre specie del genere abitano torrenti e stagni pigri, con poca corrente.

Valore pH in natura

6.5 – 7.5

Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 45x30x30h cm per un gruppo di almeno una dozzina di esemplari.
I Danionella dracula devono essere allevati in un allestimento piantumato, con un dolce movimento dell'acqua, idealmente con uno strato di vegetazione che copre almeno una parte della superficie. Alcuni ciuffi di Taxiphyllum o simili possono essere un'aggiunta utile, in quanto forniranno un'utile fonte di microrganismi su cui si possono sfamare sia gli avannotti che gli adulti.
Devono essere inseriti solo in acquari ben maturi..

Comportamento e compatibilità: date le ridotte dimensioni dei Danionella dracula e il fatto che la riproduzione dovrebbe essere una priorità per chiunque sia interessato ad allevarli, è meglio tenerli da soli. Se si vuole tentare di allevarli in vasca di comunità, scegliere altri piccoli pesci che richiedano condizioni simili, come Celestichthys, Microdevario o Boraras.
Si tratta di una specie di branco per natura, per cui bisogna acquistarne più che si può; idealmente non meno di una dozzina.

Temperatura consigliata

Nella regione del Kachin, loro habitat naturale, la temperatura dell'aria varia tra 26.6°C in estate e 15.5°C in inverno. In aquario i pesci sembrano stare meglio tra i 20 e i 26 °C.

Alimentazione

Nonostante il loro aspetto delicato sono abbastanza facili da nutrire, perché accettano di buon grado i mangimi secchi, molto fini o triturati prima di offrirli. Per mantenerli in ottima salute è indispensabile variare il più possibile la dieta, offrendo anche Tubifex tritato, naupli d'artemia, microworm, dafnie.

Comportamento riproduttivo
Specie ovipara
Dimorfismo sessuale

Le femmine hanno il corpo notevolmente più profondo rispetto ai maschi, e quando sono gravide le uova sono spesso visibili all'interno del corpo. La bocca degli esemplari maschili più vecchi è caratteristicamente allargata e contiene una serie di 6-13 processi simili a denti, che si concludono con una coppia simile a zanne notevolmente allungate nella parte anteriore della mascella superiore, mentre nelle femmine sono relativamente poco sviluppate. Inoltre la papilla genitale dei maschi si trova tra le pinne pelviche, quindi anteriore a quella delle femmine.

Maschio adulto di Danionella dracula, nel corpo trasparente è visibile il contenuto dell'intestino - Foto © Peter Maguire

Danionella dracula, femmina adulta con le uova chiaramente visibili attraverso il corpo semi-trasparente - Foto © Peter Maguire

Riproduzione

In base a quanto riferito da Seriouslyfish.com, la specie Danionella dracula non è mai stata riprodotta in acquario, anche se Pete Liptrot e Paul Dixon del Bolton Museum Aquarium, Regno Unito, hanno ottenuto un grande successo con un congenere non identificato, probabilmente Danionella translucida.

Nella loro esperienza, hanno notato dapprima degli avannotti apparire in mezzo al loro gruppo di 24 adulti, dopo che avevano spostato il branco in un allestimento dedicato, piantumato con muschio di Giava, e da allora sono stati ricompensati con gruppetti regolari di avannotti.
Le uova venivano deposte in singole masse a forma di cono direttamente sul substrato e gli avannotti sono stati allevati utilizzando una combinazione di Parameci e acqua verde fino a quando sono diventati abbastanza grandi da accettare naupli di artemia e microworm.
Nella seconda generazione di avannotti è stato notato un certo numero di deformità della colonna vertebrale.

Taxa principali

Dracula minnow

Piccolo pesce d'acqua dolce dal corpo in gran parte trasparente, chiamato così per gli impressionanti denti simili a 'zanne' del maschio, è tra le specie più piccole del mondo

Dimensioni max: 1.7 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni

Uno dei più piccoli pesci d'acqua dolce dell'India, è un piccolissimo danio quasi del tutto trasparente, che in natura vive in gruppo

Dimensioni max: 1.6 cm SL
Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Alcune informazioni sui pesci del genere Danionella, in particolare su Danionella priapus e il suo allevamento - tratto e tradotto dalla pagina facebook Meenkaran

Spectacular morphological novelty in a miniature cyprinid fish, Danionella dracula n. sp - R. Britz, K. Conway, L. Rüber (2009)

Danionella dracula, il pesce dracula - Foto © Khor Harn Sheng (Arkive.com)

I piccoli e trasparenti Danionella dracula - Foto © Peter Macguire