Attenzione

Datnioides campbelli

Whitley, 1939

Pesce d'acqua salmastra non molto diffuso in commercio, che ha bisogno di vasche molto grandi.

Datnioides campbelli subadulto, supererà i 30 cm di lunghezza - Foto © Hampus Hertzman (Seriouslyfish.com)

Nome comune
New Guinea Tiger Perch
Aspettativa di vita
15 anni
Dimensioni massime in natura

32.0 cm SL

E' una bella specie d'acqua salmastra, molto rara da trovare in commercio, e quando si trova in genere ha un costo proibitivo, il che è un bene perchè essendo pesci che hanno bisogno di vasche molto grandi, il prezzo alto fa riflettere meglio sul loro acquisto più che le loro dimensioni da adulti.
Si possono trovare indicati con i nomi di ‘Irian tiger fish’, ‘Papua tiger fish’, ‘New Guinea tiger fish’, ‘New Guinea dat’.

Morfologia: Vertebre: 24 - Ha meno lamelle branchiali di tutti gli altri Coius. Squame nella linea laterale 42-43, nella linea trasversale 8-12/1/18-20. Primo arco branchiale con 15-17 lamelle (contro le 18-21 in C. microlepis e le 20-23 in C. quadrifasciatus). Vertebre 11-13 (contro le 10-14 di tutti gli altri Coius. Raggi della pinna anale ramificati solitamente 10; raggi della pinna dorsale ramificati 14-15.

datnioides-campbelli-weston.jpg
Tigerfish, Datnioides campbelli - Foto © Torpido (Wikimedia)
  • Specie che diventa grande: fino a 45 cm
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o d'allevamento.
Distribuzione

Asia ed Oceania: zone limitate ai bacini di drenaggio del Golfo di Papuasia e alle acque costiere della Nuova Guinea.

LEAST CONCERN

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
LEAST CONCERN (minima preoccupazione)

  • Campbell’s Tigerfish: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Habitat

Ambiente: bentopelagico; acqua dolce e acqua salmastra; Clima tropicale.

Datnioides campbelli si presenta nelle foci salmastre dei fiumi, nelle lagune litoranee e nei fiumi soggetti all’influenza delle maree. E' una specie eurialina. Nel fiume Fly inferiore ne sono stati raccolti esemplari nelle insenature salmastre di marea, mentre nelle parti centrali e superiore del bacino del fiume  abita i grandi affluenti e le paludi; è stato registrato anche a 900 km dal mare.

Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 210x50x50h cm è il minimo considerabile per un esemplare, che non solo diventa molto grande, ma è molto attivo e deve poter nuotare.
I giovani e subadulti dovrebbero disporre di un acquario ben arredato con rami, legni o radici di mangrovie. Gli individui più grandi sono abbastanza senza pretese, anche se apprezzano un po' di copertura superficiale sotto forma di piante galleggianti o alte, che arrivino a pelo d'acqua.

Anche se Datnioides campbelli può sopravvivere in acqua dolce dura e alcalina, si tratta innanzitutto di una specie d'acqua salmastra che richiede l'aggiunta di sale marino (apposito per acquari) all'acqua. L'ideale sarebbe raggiungere una densità di circa 1.005, anche l'importo esatto non è importante in quanto le acque salmastre in natura sono molto variabili.

I Datnioides producono tipicamente un sacco di rifiuti, per cui è essenziale l'uso di grandi filtri esterni. Se è possibile, è meglio acquistare i filtri esterni che consentono di mettere il termoriscaldatori fuori dalla vasca, in quanto da adulti sono noti per danneggiare le apparecchiature sommerse.
Non sopportano bene la cattura e il relativo trasporto verso i negozi, e la stabilizzazione post-importazione può essere difficile, spesso infatti i pesci rifiutano di nutrirsi ed esibiscono continuamente la colorazione che indica stress, che di solito mostrano soltanto durante la notte. In Datnioides polota il corpo si scurisce notevolmente, e le barre verticali del corpo diventano indistinguibili.

Comportamento e compatibilità: Anche se hanno un istinto fortemente predatorio e divoreranno ogni pesce che andrà bene per la loro bocca, i Datnioides campbelli sono abbastanza tranquilli con specie di dimensioni simili. Possono effettivamente essere intimiditi da compagni di vasca più grandi e/o turbolenti.
Scelte adatte come compagni di vasca (in un acquario grande abbastanza) possono essere altre specie d'acqua salmastra, come Scatophagus, pesci arciere, grandi gobidi e anguille come Gymnothorax tile.

E' generalmente piuttosto aggressivo verso i conspecifici e altre specie dall'aspetto simile. Per questa ragione non dovrebbe mai essere allevato in coppia, in quanto l'individuo più debole sarebbe perseguitato senza pietà, ma andrebbe allevato o da solo, come un unico esemplare, o in un gruppo di 5 o più.

Alimentazione

Predatori piscivori: sono efficenti predatori, con un apparato boccale altamente protrusibile, con cui in natura si nutrono prevalentemente di pesci più piccoli e crostacei.
In acquario hanno bisogno di una dieta composta da alimenti carnosi: quando sono ancora giovani possono essere offerti chironomus, piccoli lombrichi, gamberi tritati e simili, mentre gli adulti accetteranno strisce di carne di pesce, gamberi interi, cozze, gamberi di fiume, lombrichi più grandi, ecc. I soggetti più anziani non vanno alimentati su base giornaliera, ma è meglio offrire il cibo  2-3 volte alla settimana.
Alcuni esemplari possono essere abituati con pazienza ad accettare i mangimi secchi, ma questa è generalmente un'eccezione piuttosto che la regola; in realtà generalmente il mangime secco non viene considerato e possono adattarsi tutt'al più al cibo congelato.
Non devono essere alimentati con carne di mammiferi, come cuore di manzo o pollo. I grassi contenuti in tali carni non possono essere metabolizzati dai pesci, e possono causare depositi di grasso in eccesso e persino la degenerazione degli organi. Allo stesso modo, non vi è alcun beneficio nell'uso di pesci vivi come cibo, come poecilidi o piccoli pesci rossi. I rischi connessi con questo tipo di alimentazione sono legati alla potenziale introduzione di parassiti e/o malattie, senza contare che se non sono condizionati in anticipo hanno anche poco valore nutritivo.

Riproduzione

Non registrata in acquario

Taxa principali

New Guinea Tiger Perch

Pesce d'acqua salmastra non molto diffuso in commercio, che ha bisogno di vasche molto grandi.

Dimensioni max: 32.0 cm SL
Aspettativa di vita: 15 anni
Indonesian Tiger Fish

E' la specie più comune dei vari Datnioididae in commercio. Ha subito un importante aumento di popolarità tra gli appassionati di pesci predatori negli ultimi anni, data la sua colorazione sorprendente

Dimensioni max: 45.0 cm SL
Aspettativa di vita: 15 anni
Temperatura: 22 - 26°C.
Silver Tiger Fish

Per molti anni chiamata Datnioides quadrifasciatus, è ancora chiamata così da molte fonti. Si differenzia dalle altre specie di Datnioides più diffuse perchè deve essere allevata in acqua salmastra per poter vivere in salute.

Dimensioni max: 30.0 cm SL
Aspettativa di vita: 15 anni
Temperatura: 22 - 26°C.
Siamese tiger perch

E' una specie abbastanza controversa, in quanto alcuni pensano che sia la stessa specie di Datnioides microlepis, anche se il pensiero più comune attualmente è che siano due specie distinte

Dimensioni max: 40.0 cm SL
Aspettativa di vita: 15 anni
Mekong Tiger Perch

Specie poco diffusa in commercio, è un pesce d'acqua dolce che ha bisogno di vasche molto grandi.

Dimensioni max: 40.0 cm SL
Aspettativa di vita: 15 anni
Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.