Attenzione

Gymnotus pedanopterus

Mago-Leccia, 1994

Un pesce coltello che non supera i 30 cm, ma che ha comunque esigenze non adatte ai comuni acquari domestici e ai principianti

Gymnotus pedanopterus - Foto © Michelle Stuart (Fishtanksandponds.co.uk)

Nome comune
Zebra knifefish
Aspettativa di vita

15 - 20 anni

Dimensioni massime in natura

28.1 cm TL

La specie Gymnotus pedanopterus appartiene alla famiglia dei Gymnotidae, chiamati pesci coltello (knifefish) e sono pesci veramente affascinanti, per la loro incredibile capacità di inviare cariche elettriche e utilizzarle per valutare l'ambiente che li circonda, per cacciare il cibo, e per cercare un compagno del sesso opposto.

Anche se i Gymnotus pedanopterus rimangono di dimensioni più contenute rispetto ad altri congeneri, non sono i pesci migliori per i principianti, perché non sono comunque adatti ai comuni acquari domestici, arrivando quasi a 30 cm di lunghezza, e sono molto delicati, non sopportano neppure i comuni medicinali per acquario, in particolare quelli contenenti rame.
Inoltre possono essere anche molto aggressivi, e nella maggior parte dei casi richiedono cibo vivo per sopravvivere, in quanto essendo provenienti dalla cattura in natura almeno i primi tempi stenteranno molto ad abituarsi a mangiare cibo morto, e non accetteranno quasi mai il mangime secco.

Se allevati in vasche debitamente grandi (non meno di 120 cm di lunghezza) e nelle giuste condizioni, possono diventare molto docili e curiosi, sia del loro ambiente sia per quello che succede al di fuori della vasca, riconoscendo anche il proprietario. L'ideale è un acquario con tantissimi nascondigli formati da pietre, legni e radici, con scarsa illuminazione. Se la luce è troppo intensa, si rischia di non vederli in giro per la vasca, anche perché nel loro ambiente naturale sono abituati ad un'acqua molto torbida.

Il genere Gymnotus ha subito notevoli revisioni tassonomiche negli ultimi anni, con oltre 20 nuove specie descritte dal 1994. La sistematica del genere comunque non è ancora del tutto chiara, ed è probabile che l'enorme area di distribuzione naturale considerata per questa specie, in futuro si rivelerà essere molto più limitata. Questo probabilmente spiega anche la variabilità nella colorazione e nel disegno della livrea dei pesci importati con il nome di "carapo knifefish", e l'arrivo sul mercato di nuove ed interessanti varianti nel corso degli ultimi anni

Come altri Gymnotidi, produce un debole campo elettrico utilizzando un tessuto muscolare appositamente adattato situato verso la coda. Possiede anche degli elettrorecettori, che permettono al pesce di ricevere segnali elettrici. Grazie a loro il pesce può percepire anche il più piccolo dei movimenti, come un disturbo del campo elettrico attorno, e può nuotare nel buio più totale, il che torna molto utile quando caccia le prede o per evitare i predatori al buio. La cosa più affascinante di questo adattamento è che i pesci possono usarlo anche per comunicare tra loro e trovare un partner del sesso opposto.
Hanno anche una vescica natatoria modificata che agisce come organo respiratorio accessorio. Questo permette al pesce di sopravvivere in ambienti inquinati o in ipossia, cioè con un contenuto di ossigeno bassissimo.

  • Specie che diventa molto grande: quasi 80 cm di lunghezza
  • Specie aggressiva, predatrice piscivora
  • Specie che almeno inizialmente accetta solo cibo vivo
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o di allevamento.
Distribuzione

Sud America: parte meridionale del Venezuela, compreso il Territorio dell'Amazonas e il sud di Estado Apure; registrato anche negli affluenti del Rio Negro in Brasile.

NOT EVALUATED
Habitat

Ambiente: bentopelagico, acqua dolce. Clima tropicale.
Gymnotus pedanopterus tende ad abitare acque stagnanti o calme e sembra preferire ambienti torbidi. Si trova anche nelle parti più profonde dei principali canali fluviali, e in generale è considerata una specie bentonica (che dimora sul fondo).

Temperatura in natura

22 - 28°C

Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 120x50x50h cm è il minimo da considerare per un esemplare, ma un acquario più grande è decisamente meglio, soprattutto se si vuole allevarne un gruppo.
Gymnotus pedanopterus non ha particolari esigenze riguardo agli arredi, ma apprezza che ci siano molti ripari, nascondigli e copertura, per cui ci si può sbizzarrire con pietre, massi, legni, radici, e grandi cespugli di piante. È anche molto più attivo in condizioni di scarsa luminosità, quindi va utilizzata una luce non troppo potente e/o aggiungere uno strato di piante galleggianti per schermare la luce. E' un predatore notturno, che di giorno ama starsene nascosto da qualche parte, al riparo della luce, per uscire a caccia di notte. Tenerlo in un acquario spoglio, senza ripari, solo per poterlo vedere tutto il tempo, è semplicemente CRUDELE.
E' molto sensibile a molti farmaci per acquari, in particolare quelli contenenti rame.

Comportamento e compatibilità: Gymnotus pedanopterus non va messo in compagnia di pesci più piccoli, perché verranno mangiati, ma può essere combinato con altre specie di dimensioni simili in un acquario abbastanza grande. Non va allevato con specie troppo chiassose, turbolente o aggressive, perché potrebbe diventare eccessivamente timido e stare sempre nascosto. Possibili compagni di vasca possono essere ciclidi grandi e robusti come Cichla o Geophagus, i caracidi più grandi, ciprinidi, pesci gatto e loricaridi e altre specie come i bichir.
Invece verso i conspecifici è molto territoriale, per cui sarebbe necessario un acquario davvero enorme per allevarne più di un singolo esemplare.

Alimentazione

In natura si alimenta principalmente di notte, e la dieta è basata su vermi, insetti, gamberetti, piccoli pesci, e anche materia vegetale.
In acquario, provenendo dalla cattura in natura, all'inizio ha bisogno per sopravvivere di cibo vivo, come chironomus, artemia, tubifex, lombrichi, ecc. con molta pazienza può essere abituato a mangiare cibo morto, le alternative dei precedenti congelate, ma non si abitua praticamente mai (se non in casi molto rari) ad accettare il mangime secco.

Dimorfismo sessuale

Sconosciuto.

Riproduzione

La riproduzione di Gymnotus pedanopterus non è mai stata ottenuta in acquario, anche per le dimensioni di una vasca atta a contenere una coppia; sembra che siano incubatori orali paterni.

Taxa principali

Gymnotus carapo, una specie insolita di pesce coltello che arriva quasi a 80 cm di lunghezza - Foto © Carval-Vallejos
Banded knifefish

Pesce coltello affascinante per i comportamenti legati all'uso dei suoi organi elettrici, ma nonostante la bellezza della sua livrea non è adatto ai comuni acquari di comunità

Dimensioni max: 76.0 cm TL; peso massimo pubblicato: 1.2 kg
Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Temperatura: 22 - 28°C
Gymnotus pedanopterus - Foto © Michelle Stuart (Fishtanksandponds.co.uk)
Zebra knifefish

Un pesce coltello che non supera i 30 cm, ma che ha comunque esigenze non adatte ai comuni acquari domestici e ai principianti

Dimensioni max: 28.1 cm TL
Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Temperatura: 22 - 28°C
Gymnotus stenoleucus - Foto © Henrique Lazzaroto
Tiger knifefish

Una tra le specie di pesce coltello che rimane più piccola, ma che ha comunque esigenze non adatte ai comuni acquari domestici e ai principianti

Dimensioni max: 14.2 cm TL
Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Riferimenti & Link

Reproductive biology of a population of Gymnotus aff. carapo (Teleostei: Gymnotidae) from southern Brazil - Diego de Paula Cognato and Clarice Bernhardt Fialho 2006
(Researchgate.net)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.