Attenzione

Kryptopterus bicirrhis

(Valenciennes, 1840)

Indicato nella vecchia letteratura acquariofila come pesce coltello di vetro, in realtà oggi si sa che non è affatto comune da trovare in commercio, in quanto il suo corpo non è trasparente

Kryptopterus bicirrhis, esemplare proveniente dalla Thailandia - Foto © Nonn Panitvong (Siamensis.org)

Nome comune
Black ghost
Aspettativa di vita

6 - 8 anni

Dimensioni massime in natura

15.0 cm TL

La specie Kryptopterus bicirrhis non è molto diffusa nelle vasche degli acquariofili, e in realtà non è quasi mai apparsa in commercio, ma il suo nome è stato in passato, e nella letteratura acquariofila più vecchia, applicato erroneamente al congenere Kryptopterus vitreolus, il vero pesce coltello di vetro.
Le due specie in realtà sono facilmente distinguibili, in quanto Kryptopterus bichirris non ha il corpo trasparente in vita.
Appartengono entrambi alla famiglia Siluridae, dell'Ordine dei Siluriformes.

Arrivano ad una dimensione di circa 15 cm, e devono essere categoricamente allevati in gruppi di minimo 10 individui, meglio di più (in natura vivono in branchi di 100 e più esemplari), per cui per allevarli ci vuole una vasca da minimo 120 cm di lunghezza.
Quello che molti acquariofili non sanno, e se ne prendono due o tre da mettere in vasca di comunità perché li hanno visti così belli e insoliti nelle vasche del negoziante, è che i Kryptopterus sono predatori piscivori, il loro cibo preferito sono i piccoli pesci, come piccoli neon e altri ciprinidi/caracidi di piccole dimensioni. Per cui molti scrivono sui vari forum di sparizioni improvvise di pesci, dei quali non si trova nemmeno il cadavere, e poi domanda domanda viene fuori che avevano messo in vasca qualche giorno prima i bellissimi pesci coltello di vetro... informatevi sempre PRIMA di prendere dei pesci delle loro caratteristiche ed esigenze, per non avere amare sorprese dopo...

Le specie di Kryptopterus si trovano solo nel Sud-Est asiatico e il genere è stato considerato polifiletico da Bornbusch (1995) con alcune ex specie già trasferite nei generi Phalacronotus e Micronema.
Le specie rimaste all'interno del genere sono state assegnate a diversi gruppi di specie putativi, come segue:

Gruppo di Kryptopterus bicirrhis: K. bicirrhis, K. lais, K. palembangensis, K. macrocephalus, K. minor, K. piperatus, K. vitreolus
Gruppo di Kryptopterus cryptopterus: K. cryptopterus, K. geminus
Gruppo di Kryptopterus impok: K. limpok, K. mononema, K. dissitus, K. baramensis, K. hesperius
Gruppo di Kryptopterus schilbeides: K. schilbeides, K. paraschilbeides

Bombusch (1995) ha individuato il gruppo di Kryptopterus bicirrhis come clade distinto, anche se non ha proposto nessuna sinapomorfia per diagnosticarla.
Ng e Kottelat (2013) hanno poi osservato che i membri di solito hanno meno raggi nella pinna anale (46-67 vs 64-85) rispetto ad altri congeneri e hanno messo Kryptopterus piperatus e Kryptopterus vitreolus all'interno del gruppo sulla base di questo carattere.

  • Specie che deve vivere in gruppi di almeno 10 individui
  • Specie predatrice: mangia piccoli pesci
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono tutti dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o d'allevamento.
Distribuzione

Asia: becini dei fiumi Mekong e Chao Phraya; Penisola malese, Sumatra e Borneo

La località tipo di Kryptopterus bicirrhis è indicata semplicemente come 'Giava, Indonesia', e questa specie è attualmente considerata presente in gran parte del sud-est asiatico, compresi i principali sistemi fluviali in Thailandia, Laos, Cambogia, Vietnam e Malaysia peninsulare più le isole della Grande Sonda di Sumatra, Borneo e Giava.
È stato ampiamente registrato nei fiumi Mekong, Chao Phraya, Batang Hari, Rajang e Kapuas, oltre in numerosi drenaggi minori in questa catena.

LEAST CONCERN

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
LEAST CONCERN (minima preoccupazione)

  • Glass Catfish: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Habitat

Ambiente: bentopelagico, acqua dolce, clima tropicale
Kryptopterus bicirrhis abita grandi fiumi con acque torbide; preferisce acque dalla corrente forte, e rimane in genere lungo le rive. Entra nei campi inondati dopo le esondazioni dei fiumi. Ritrovato anche in torrenti lungo pianure di torba, in gruppi di 100 e più individui.

Kottelat e Widjanarti (2005) riferiscono che tende a trovarsi in acque con forte corrente e alla fine della stagione delle piogge si trova abbondantemente nel complesso dei laghi Danau Sentarum, nella provincia del Kalimantan occidentale (Kalimantan Barat), Indonesia (Borneo). Nel Mekong si dice che sia  più comune negli alvei di pianura, ma si trova anche in alcuni habitat a quota più elevata nella parte centrale del sistema (Rainboth, 1996).

Temperatura in natura

21 - 26°C

Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 120x45x45h cm è lo stretto necessario per un gruppo di non meno di 10 individui.
L'arredamento è relativamente poco importante, sebbene questa specie preferisca un ambiente debolmente illuminato e può diventare timida in assenza di ripari e zone ombreggiate. Vanno quindi utilizzate molte piante galleggianti che smorzino la luce, e piante a stelo alte che arrivino alla superficie dell'acqua per fornire ripari e zone d'ombra, con l'aggiunta di radici contorte, rami e legni (se non si riesce a trovare legni della forma desiderata, si possono usare tranquillamente pezzi di rami di faggio comune, completamente essiccato e privato della corteccia).

L'aggiunta di un po' di lettiera di foglie secche (sono adatte foglie di faggio, quercia o mandorlo indiano Ketapang, Terminalia catappa; si può usare anche una miscela di tutte e tre) enfatizza ulteriormente la sensazione naturale e, oltre a offrire dei ripari aggiuntivi per i pesci, induce la crescita di benefiche colonie microbiche mano a mano che avviene la decomposizione. Questa microfauna può fornire una preziosa fonte di cibo secondario per gli avannotti, mentre si ritiene che i tannini e altre sostanze chimiche rilasciate dalle foglie in decomposizione siano utili per le specie di pesci d'acqua nera e non.
Le foglie possono essere lasciate nella vasca fino a che non si decompongono completamente o rimosse e sostituite ogni qualche settimana.
Per acidificare e scurire ulteriormente l'acqua si possono usare anche le pignette di ontano, che hanno ulteriori effetti battericidi e antimicotici, non è necessario utilizzare la torba naturale, la cui raccolta è sia insostenibile che dannosa per l'ambiente.
Molto simile alla fibra di torba è la fibra di cocco, che è essenzialmente un sottoprodotto industriale e soprattutto una risorsa rinnovabile; se ne può lasciar cadere qualche manciata nella vasca. Dopo pochi giorni diventerà completamente satura d'acqua e affonderà sul fondo, dove può sembrare davvero efficace. A condizione che venga praticata una buona routine di mantenimento dell'acqua, non dovrebbero verificarsi effetti negativi utilizzando torba o foglie in acquario.

Kryptopterus bicirrhis non va inserito in acquari non ancora biologicamente maturi, in quanto può essere molto stressato dai cambiamenti nella chimica dell'acqua (e lo stress rende tutti i pesci più soggetti alle malattie).

Comportamento e compatibilità: Kryptopterus bicirrhis generalmente è tranquillo, anche se può mangiare i pesci più piccoli, ed è abbastanza timido, per cui non riesce a competere bene con specie più grandi, robuste o turbolente. I compagni di vasca migliori possono essere pacifici ciprinidi dalle dimensioni paragonabili alle loro, Botia, e altri pesci gatto, ma come al solito è meglio fare approfondite ricerche prima di acquistare dei loro coinquilini, per non avere spiacevoli sorprese e problemi futuri.

E' una specie fortemente gregaria e tende a formare grandi banchi, per cui va allevata rigorosamente in gruppo, dai 10 esemplari in su.
Ricordo a questo proposito che due o tre pesci NON sono un gruppo, e che se l'acquario è troppo piccolo per un gruppo, allora no va bene nemmeno per un solo esemplare.

Alimentazione

Ha abitudini diurne, è una specie predatrice e si alimenta principalmente di insetti pelagici e piccoli pesci, ma anche vermi e crostacei.
In acquario non ci dovrebbe essere necessità di utilizzare alimenti vivi, se non appena inseriti, in quanto provenendo in genere dalla cattura in natura, possono avere difficoltà ad accettare subito cibo morto. Con un po' di pazienza comunque possono essere abituati a mangiare cibo congelato prima e secco poi. E' sempre meglio offrire una dieta variata, comprendente mangime secco affondante, chironomus vivo e congelato, Tubifex, ecc, e occasionalmente piccoli lombrichi.

Dimorfismo sessuale

I maschi adulti appaiono notevolmente più snelli delle femmine.

Riproduzione

La riproduzione non è mai stata registrata in acquario.

Taxa principali

Black ghost

Indicato nella vecchia letteratura acquariofila come pesce coltello di vetro, in realtà oggi si sa che non è affatto comune da trovare in commercio, in quanto il suo corpo non è trasparente

Dimensioni max: 15.0 cm TL
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Temperatura: 21 - 26°C
Ghost Catfish

Ritenuto la vera specie di 'pesce coltello di vetro', in realtà sembra che non sia mai stato commercializzato, e tutte le foto che li mostrano in realtà ritraggano Kryptopterus vitreolus, descritto scientificamente solo nel 2013

Dimensioni max: 6.8 SL
Temperatura: 24 - 28°C
Glass Catfish, Pesce di vetro

Disponibile nel commercio acquariofilo per decenni con il nome di pesce coltello di vetro, erroneamente identificata come Kryptopterus bicirrhis o Kryptopterus minor, è stata descritta scientificamente solo nel 2013

Dimensioni max: 6.5 cm SL
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Piccolo compendio di quello che c'è da sapere prima di comprare dei pesci di vetro, per poterli allevare al meglio, o per non comprarli affatto :-)

Heok Hee Ng e Maurice Kottelat hanno finalmente svelato che i pesci gatto di vetro, così diffusi in commercio e in acquario, sono identificati erroneamente da più di 80 anni: si tratta infatti di una specie che non era stata nemmeno descritta scientificamente: Kryptopterus vitreolus