Attenzione

Laubuka

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Laubuka fasciata nel fiume Chaliyarin in India - Foto © Beta Mahatvaraj (Meenkaran)

Il nome del genere è stato scritto 'Laubuca' per un certo numero di anni, ma è stato stabilito che Bleeker ha usato prima 'Laubuka', quindi attualmente questa ortografia ha la priorità.

Il genere Laubuka comprende specie d'acqua dolce della famiglia dei Danionidae. Secondo recenti ricerche filogenetiche, tra gli altri appartenenti alla famiglia le specie del genere Laubuka sono strettamente imparentate ai generi Chela, Malayochela e Devario, ricerche che supportano anche la divisione del raggruppamento Chela, formalmente molto più grande, in Chela, Malayochela e Laubuka. C'è anche il sospetto che Laubuka dadiburjori non sia un parente diretto di altre specie di Laubuka e questo possa giustificare il posizionamento in suo proprio genere.

Classificazione

Il genere Laubuka in passato apparteneva alla famiglia Cyprinidae, I Danionidae furono introdotti come taxon nel 1863 dall'ittiologo olandese Pieter Bleeker. Per lungo tempo sono stati considerati una sottofamiglia dei Cyprinidae. Stout et al. nel 2016 hanno elevato tutte le sottofamiglie della famiglia Cyprinidae allo stato di famiglia. La banca dati scientifica Catalog of Fishes ha rilevato questi cambiamenti e ora gestisce i Danionidae e le altre ex sottofamiglie dei Ciprinidi come famiglie indipendenti. Le ex tribù dei Danioninae ora hanno il rango di sottofamiglie.

  • Serie Otophysi
    • Sottoserie Cypriniphysi
      • Ordine CYPRINIFORMES
        • Sottordine Cyprinoidei
          • Superfamiglia Cyprinoidea

Qui sotto l'elenco delle 14 specie attualmente comprese nel genere, con i link alle schede di Fishbase, da cui è tratta la tabella:

Nome Scientifico Nome Inglese Distribuzione Lunghezza Max (cm) Anno
Laubuka brahmaputraensis   Asia 3.4 SL 2012
Laubuka caeruleostigmata Leaping barb Asia 7 SL 1931
Laubuka dadiburjori Dadio Asia 3 1952
Laubuka fasciata   Asia 6 TL 1958
Laubuka insularis   Asia 5.9 SL 2008
Laubuka lankensis   Asia 5.8 SL 1960
Laubuka latens   Asia 3.6 SL 2015
Laubuka laubuca Indian glass barb Asia 10.5 TL 1822
Laubuka parafasciata   Asia 5.6 SL 2017
Laubuka ruhuna   Asia 6.8 SL 2008
Laubuka siamensis   Asia   1939
Laubuka tenella   Asia 4.7 SL 2018
Laubuka trevori   Asia 3.1 SL 2015
Laubuka varuna   Asia 5.5 SL 2008

Qui sotto invece le specie di cui potete trovare qualcosa sul sito.

Le piccole dimensioni degli adulti sono dovute ad un processo noto come miniaturizzazione, caratterizzato da adulti sessualmente maturi con dimensioni sensibilmente ridotte, inferiori ai 20 mm SL. Tra i pesci ossei, i ciprinidi sono uno dei pochi gruppi in cui questo fenomeno si verifica ripetutamente, e tutte le specie Celestichthys, Barboides, Danionella, Microdevario, Microrasbora, Horadandia, Boraras, Paedocypris, Sawbwa rappresentano taxa miniaturizzati, insieme ad alcuni membri del genere Danio, Laubuka, Rasbora.

La struttura anatomica dei ciprinidi miniaturizzati può variare notevolmente, e ci sono due "raggruppamenti" principali con alcune specie che possiedono in una certa misura caratteristiche intermedie. Il primo gruppo contiene i pesci che anche se piccoli sono essenzialmente  versioni nanizzate proporzionalmente dei loro parenti più grandi, ad esempio Barboides, Microdevario, Microrasbora, Horadandia, Boraras, Sawbwa, Sundadanio, Danio, Laubuka, Rasbora.

L'altro gruppo comprende quelli in cui lo sviluppo anatomico si ferma in un punto dove l'adulto assomiglia ancora ad una forma larvale di loro antenato più grande, come Danionella e Paedocypris. Questi ultimi sono di solito indicati come "evolutivamente troncati" o "pedomorfici". Di norma, presentano una struttura scheletrica semplificata con specifiche peculiarità morfologiche a seconda della specie, come le sporgenze dentali dei maschi di Danionella dracula.
Britz et al. (2009) ritengono che il troncamento dello sviluppo potrebbe averli favoriti 'liberando gran parte dello scheletro da vincoli di sviluppo, dissociandosi da percorsi evolutivamente collegati e creando un maggiore potenziale per cambiamenti più drammatici'.

Habitat

Laubuka fasciata nel fiume Chaliyar in Kerala, India - Video © Meenkaran

Taxa principali

Dadio

Piccolo e affascinante ciprinide, è molto difficile da trovare in commercio

Dimensioni max: 2.5 cm SL
Temperatura: 22 - 24°C
Indian glass barb

Il pesce di vetro indiano è spesso confuso con altre specie del genere

Dimensioni max: 10.5 cm TL
Temperatura: 24 - 26°C
Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Laubuka - Foto © Beta Mahatvaraj (Meenkaran)

Laubuka dadiburjori, noto come dadio, è un delizioso pesciolino facile da allevare e relativamente semplice da riprodurre. Dovrete cercarli, ma ne varrà la pena - tratto e tradotto da un articolo di Graham Ramsay