Attenzione

Leptachirus klunzingeri

(Weber, 1907)

Una tra le tante sogliole vendute e comprate come 'sogliole d'acqua dolce' ma che in realtà d'acqua dolce non sono... e che spesso vengono messe in acquari non adatti per nulla alle loro necessità

Leptachirus klunzingeri, una sogliola d'acqua salmastra della famiglia Soleidae, allevata con un substrato non adatto (ci vorrebbe sabbia, nella quale può seppellirsi)

Nome comune
Tailed sole
Sinonimi
Aseraggodes klunzingeri
Aspettativa di vita
10 - 15 anni
Dimensioni massime in natura

15 cm

Quella di Leptachirus klunzingeri è una delle specie di sogliola che a volte è possibile trovare in commercio, e che spesso viene comprata perché insolita e affascinante, senza avere una reale cognizione di come vada allevata... Fishbase riferisce che Leptachirus klunzingeri è diffuso solo nel fiume Merauke in Indonesia, in ambiente d'acqua dolce/acqua salmastra e che altri ritrovamenti sono in realtà da riferire ad altre specie del genere Leptachirus, per cui è tra le specie eurialine che possono sopravvivere per qualche periodo in acqua dolce, ma che a lungo andare si ammalano se non allevate in acqua salmastra.

Anche se spesso si trovano in vendita come 'sogliole d'acqua dolce', in realtà sono specie d'acqua salmastra: possono tollerare di vivere in acqua dolce per qualche periodo, ma non per tutta la vita: se tenute costantemente in acqua dolce non vivranno in salute e la loro aspettativa di vita ne sarà notevolmente accorciata.

In genere queste specie vengono comprate senza alcuna informazione su quali siano le loro esigenze e necessità, né cercate autonomamente, né date dal negoziante, come del resto tutte le sogliole... basti pensare alla sfilza di foto che si trovano googlando di sogliole di tutte le specie, tenute circondate da altri pesci famelici, che toglieranno loro il cibo, posate mestamente su un fondo di ghiaino grosso, nel quale non possono insabbiarsi, nel loro naturale comportamento di caccia, e magari tenute in acqua non solo dolce, ma pure tenera e acida... mi chiedo per quanto tempo potranno sopravvivere in quelle condizioni, quanto mancherà alla loro morte, e mi immagino l'acquariofilo sorpreso: 'ma come? stava così bene fino a ieri...' Pensare alla fine che faranno la stragrande maggioranza delle sogliole in vendita nei negozi d'acquari fa venire una grande tristezza.

Con il nome comune 'sogliola' si indicano alcune specie di pesci d'acqua salmastra e marina appartenenti alla famiglia dei Soleidae e dei Pleuronectidae. L'evoluzione ha portato questi pesci alla postura sdraiata su un fianco, con uno dei due occhi che si è spostato a fianco dell'altro, sul lato rivolto verso la superficie dell'acqua. Anche la colorazione ha seguito quest'evoluzione: il lato rivolto verso il fondo è bianco, quello verso l'alto è bruno, marezzato, mimetico e spesso camaleontico: le sogliole riescono infatti a cambiare colore per imitare l'ambiente circostante grazie ai cromatofori, cellule con pigmenti colorati dell'epidermide.

  • Specie d'acqua salmastra
  • Specie che ha bisogno di acquari con un'area di base molto grande: 100x50 cm è il minimo indispensabile
  • Specie che quasi mai si adatta al mangime secco
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono in genere dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o d'allevamento.
Distribuzione

Asia: fiume Merauke, in Indonesia. I record da altri paesi sono da riferire ad altre specie di Leptachirus

DATA DEFICIENT

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
DATA DEFICIENT (dati carenti)

  • Klunzinger’s Tailed Sole: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Habitat

Ambiente: demerso, acqua dolce e acqua salmastra; clima tropicale.

Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 100x50x40h cm per un piccolo gruppo di esemplari
Come tutte le sogliole, i Leptachirus klunzingeri vanno allevati in un acquario con una grande area di base, con sabbia finissima come substrato di fondo, dove passeranno il tempo parzialmente o totalmente insabbiate, in agguato in attesa della preda. Lasciando un ampio spazio libero, sono apprezzate lungo i lati dell'acquario molte piante, e anche piante galleggianti, che smorzino la luce, e che li facciano sentire al sicuro.

Comportamento e compatibilità: i Leptachirus klunzingeri sono pesci timidi e tranquilli, quindi mal sopportano specie aggressive, turbolente o scavatrici, mentre d'altro canto pesci troppo piccoli o tranquilli finirebbero con l'essere mangiati. L'ideale vista anche la loro necessità di acqua salmastra è quello di allevarle da sole, anche perché è necessario che anche loro mangino la loro razione di cibo, come tutti gli altri pesci, e se ci sono altri pesci che nuotano nella parte superiore della vasca è facile che si mangino tutto il cibo prima che arrivi a loro, costringendole a patire la fame e rendendo comunque problematica la loro alimentazione.

Alimentazione

Queste sogliole sono predatrici piscivore, che in natura si nutrono di crostacei, molluschi e piccoli pesci, ed essendo tutte quelle in commercio catturate in natura è molto raro che si abituino a mangiare mangime secco: appena messe in vasca mangeranno solo cibo vivo, e solo dopo un certo periodo di acclimatazione si potranno abituare a nutrirsi di mangime congelato. Sono adatti piccoli lombrichi, artemie, tubifex, enchitrei, larve di insetti acquatici. Solo pochi esemplari si abituano con il tempo a mangiare il mangime secco.

Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere... i messaggi di it.hobby.acquari