Attenzione

Microctenopoma ansorgii

(Boulenger, 1912)

E' il più colorato degli Anabantoidei africani, un maschio con la livrea nuziale è veramente uno spettacolo da vedere.

Microctenopoma ansorgii con la livrea nuziale

Maschio di Microctenopoma ansorgii con la colorazione normale (non con la livrea riproduttiva) - Foto © Hippocampus-Bildarchiv.com

Nome comune
Ornate ctenopoma
Sinonimi
Ctenopoma ansorgii
Aspettativa di vita
5 - 6 anni
Dimensioni massime in natura

5.4 cm SL

La specie Microctenopoma ansorgii appartiene alla famiglia Anabantidae, ordine Anabantiformes, ed è la più colorata tra quelle appartenenti agli anabantoidei africani, un maschio con la livrea nuziale è veramente uno spettacolo da vedere. Normalmente però hanno una colorazione marroncina non troppo appariscente, ed hanno un comportamento timido e schivo, che li porta a passare la maggior parte del tempo nascosti tra le piante, per cui non attirano l'attenzione dei 'comuni' acquariofili nelle vasche dei negozi, e rimangono spesso invenduti. Questo è un peccato, perché hanno un comportamento molto interessante e come detto sopra, i maschi in livrea nuziale sono spettacolari.

In natura si può trovare in piccoli corsi d'acqua, nelle aree di fitta vegetazione vicine alle rive del fiume. E' difficile trovare e catturare molti pesci in questi habitat, per cui Microctenopoma ansorgii è relativamente raro da trovare in commercio. Possono essere abbastanza difficili da acclimatare, ma una volta sistemati sono molto resistenti e possono vivere fino a 5-6 anni in acquario.

Attualmente ci sono 20 specie di Ctenopoma, la maggior parte dei quali appare solo raramente nel commercio acquariofilo. In origine il genere era significativamente più grande, ma un certo numero di membri originali sono stati riclassificati da Norris nel 1995. Mentre descriveva quelle che sembravano due nuove specie di Ctenopoma, ha scoperto nei pesci sufficienti anomalie morfologiche da erigere per loro un nuovo genere. Scelse per questo nuovo genere il nome Microctenopoma, anche se non è da riferire alla dimensioni dei pesci.
Sono state trovate caratteristiche distintive simili anche in una manciata di altre specie di Ctenopoma, per cui anche queste sono state collocate nei nuovo genere, che ne conta attualmente in totale una dozzina.

Parata tra due maschi di Microctenopoma ansorgii - Video © Qurex

  • Specie predatrice, che in cattività è difficile che si abitui al cibo secco, in genere accetta solo cibo vivo o al massimo congelato
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono di cattura o d'allevamento.
Distribuzione

Africa: originario del bacino del fume Congo; sembra ne sia stata registrata una popolazione nell'isola del Madagascar.

LEAST CONCERN

STATO NELLA LISTA ROSSA IUCN:
LEAST CONCERN (minima preoccupazione)

  • Orange Ctenopoma: la distribuzione e lo stato della specie in natura, sul sito della IUCN Red List, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.
Habitat

Ambiente: Acqua dolce, bentopelagico; clima tropicale.

In natura Microctenopoma ansorgii si può trovare in piccoli corsi d'acqua, dove abita tra la vegetazione fitta in prossimità delle rive del fiume, dove è difficile catturarli in grande quantità, ed è per questo che non sono molto diffusi in commercio.

Temperatura in natura
20 - 27°C
Valore pH in natura
5.5 - 7.5
Valori acqua in natura
5-20 dH
Allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 80x40x40h cm per una coppia di esemplari
I Microctenopoma ansorgii preferiscono una vasca densamente piantumata con un sacco di piante galleggianti che schermino la luce, e acqua nera. L'acquario deve essere ben coperto, in quanto sono dei grandi artisti della fuga.
Nel complesso i Microctenopoma non scavano molto, quindi potrebbe essere utilizzato qualsiasi tipo di substrato, anche se un substrato scuro minimizzerebbe la loro tendenza a "sbiadire" la colorazione se esposto all'illuminazione forte necessaria per far crescere le piante.

L'aggiunta di un po' di lettiera di foglie secche (sono adatte foglie di faggio, quercia o mandorlo indiano Ketapang, Terminalia catappa; si può usare anche una miscela di tutte e tre) enfatizza ulteriormente la sensazione naturale e, oltre a offrire dei ripari aggiuntivi per i pesci, induce la crescita di benefiche colonie microbiche mano a mano che avviene la decomposizione. Questa microfauna può fornire una preziosa fonte di cibo secondario per gli avannotti, mentre si ritiene che i tannini e altre sostanze chimiche rilasciate dalle foglie in decomposizione siano utili per le specie di pesci d'acqua nera e non.
Le foglie possono essere lasciate nella vasca fino a che non si decompongono completamente o rimosse e sostituite ogni qualche settimana.
Per acidificare e scurire ulteriormente l'acqua si possono usare anche le pignette di ontano, che hanno ulteriori effetti battericidi e antimicotici, non è necessario utilizzare la torba naturale, la cui raccolta è sia insostenibile che dannosa per l'ambiente.
Molto simile alla fibra di torba è la fibra di cocco, che è essenzialmente un sottoprodotto industriale e soprattutto una risorsa rinnovabile; se ne può lasciar cadere qualche manciata nella vasca. Dopo pochi giorni diventerà completamente satura d'acqua e affonderà sul fondo, dove può sembrare davvero efficace. A condizione che venga praticata una buona routine di mantenimento dell'acqua, non dovrebbero verificarsi effetti negativi utilizzando torba o foglie in acquario.

Comportamento e compatibilità: Microctenopoma ansorgii è un pesce dai movimenti abbastanza lenti, per cui è destinato a soffrire la competizione alimentare con specie più vivaci e/o veloci. Se proprio si vogliono cercare dei coinquilini, si può provare con Carnegiella, Corydoras, piccoli loricaridi, ma è una specie così bella che merita una vasca dedicata, dove darà il meglio di sè.

I maschi sono territoriali e possono essere aggressivi gli uni con gli altri, come succede spesso con i labirintidi, per cui se allevate più di un maschio è necessaria una vasca molto più grande e abbondanza di rifugi e ripari, e ci deve essere almeno una femmina per ogni maschio.
Possono essere difficili da acclimatare ma poi si rivelano molto resistenti e possono vivere fino a 5 anni in acquario.

Alimentazione

E' una specie predatrice, che in natura si nutre di piccoli invertebrati ed altro zooplancton. In acquario, bisogna tener conto che i Microctenopoma accettano molto raramente il mangime secco commerciale, anche perché provengono tutti dalla cattura in natura e non da allevamenti. Per questa ragione bisogna attrezzarsi con cibo vivo, per poi provare con cibo congelato di piccole dimensioni.
I Microctenopoma preferiscono vasche ombreggiate e spesso sono più attivi durante le ore crepuscolari dell'alba e del tramonto, per cui indurli a nutrirsi correttamente in un acquario di comunità frenetico può essere complicato, anche per questo è meglio allevarli in vasche monospecifiche.

Comportamento riproduttivo
Specie in cui il maschio costruisce un nido di bolle.
Dimorfismo sessuale

I maschi sono più grandi e molto più colorati, ed hanno un bordo bianco nella pinna dorsale e anale.

Riproduzione

La riproduzione in acquario è possibile ma difficile. E' un costruttore di nidi di bolle.
L'acquario per la riproduzione deve essere scarsamente illuminato, ben piantumato, con molte piante galleggianti e acqua tenera e acida. I pesci vanno condizionati con ottimo e vario cibo vivo. Il maschio costruirà un nido di bolle molto piccolo tra la vegetazione galleggiante o sotto una foglia larga. La deposizione delle uova avviene sotto il nido con il tipico abbraccio degli anabantoidei. Possono essere deposte fino a 600 uova, che si schiudono dopo circa 24 ore e iniziano con il nuoto libero nel giro di 2-3 giorni. Si consiglia di rimuovere i genitori dopo la schiusa. Gli avannotti sono minuscoli e devono essere alimentati con infusori per la prima settimana, dopo la quale iniziano ad accettare naupli d'artemia salina.

Vai all'articolo di Lorenzo Bardotti con le sue osservazioni e foto del comportamento riproduttivo di questi splendidi pesci, ancora pressoché sconosciuti.

L'abbraccio riproduttivo dei Microctenopoma ansorgii sotto al nido di bolle - Foto © Lorenzo Bardotti

Taxa principali

Ornate ctenopoma

E' il più colorato degli Anabantoidei africani, un maschio con la livrea nuziale è veramente uno spettacolo da vedere.

Dimensioni max: 5.4 cm SL
Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Temperatura: 20 - 27°C
Banded ctenopoma

E' un pesce dalla bella colorazione e dai comportamenti interessanti, ed è ancora più difficile da trovare in commercio del cugino Microctenopoma ansorgii.

Dimensioni max: 8.0 cm TL
Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Temperatura: 24 - 28°C
Dwarf ctenopoma

Una specie difficile da trovare in commercio, ma dai comportamenti molto interessanti

Dimensioni max: 6.7 cm SL
Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Temperatura: 18 - 24°C
Riferimenti & Link

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Osservazioni su Microctenopoma ansorgii, un piccolo anabantide dal carattere schivo che si colora solo nella stagione degli amori, e per questo non molto diffuso nelle vasche dei 'comuni' acquariofili - articolo di Lorenzo Bardotti

Esperienza di riproduzione dei Microctenopoma, con indicazioni utili per far crescere i piccolissimi avannotti - tratto e tradotto da un articolo di Don Zilliox

Racconto di un'esperienza di riproduzione della specie che oggi è stata rinominata come Microctenopoma ansorgii, con indicazioni utili per l'allevamento e la deposizione - tratto e tradotto da un articolo di Barry Lynch

Due maschi di Microctenopoma ansorgii in parata - Foto © ArowanaAquarium

Giovani anabantidi, Microctenopoma ansorgii - Foto © Aquarium Glaser GmbH