Attenzione

Monodactylus

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Banco di Monodactylus argenteus che nuotano tra i coralli morti del Madagascar - Foto © Brocken Inaglory (Wikimedia)

Piccolo genere che comprende attualmente 4 specie di pesci diffusi nelle acque dolci, salmastre e marine dell'Atlantico orientale, tra l'oceano Indiano ed il Pacifico occidentale.
Qui sotto l'elenco delle specie attualmente comprese nel genere, con i link alle schede di Fishbase, da cui è tratta la tabella:

Anno Nome Scientifico Nome Inglese Distribuzione Lunghezza Max (cm)
1758 Monodactylus argenteus Silver moony Indo-West Pacific 27 SL
1801 Monodactylus falciformis Full moony Western Indian Ocean 31 TL
1991 Monodactylus kottelati   Indian Ocean 7.8 SL
1829 Monodactylus sebae African moony Eastern Atlantic 25 TL
it.hobby.acquari
Peter Radiodays (28 Feb 2002)
Consiglio allevamento Monodactylus
Vorrei consigli sulla possibilità di allevare dei Monodactylus argenteus... un pesce bellissimo ma sul quale purtroppo ci sono secondo me poche informazioni... o meglio, c'è molta ambiguità sulla sua effettiva capacità ad abituarsi all'acqua più o meno dolce.
Ho letto che è possibile aggiungere 1-2 cucchiaini di sale ogni 10 lt di acqua ma non sò come potrebbero reagire gli altri pesci.
Nel mio acquario ci sono già varie specie di pesci 'comuni', tipo corydoras, barbi, scalari, hypostomus....
Negli ultimi anni ho sempre desistito dall'inserire questa specie...
vorrei sapere se è il caso di continuare a desistere...
EC
> Negli ultimi anni ho sempre desistito dall'inserire questa specie... vorrei sapere se è il caso di continuare a desistere...
Direi di si, almeno finche' vuoi tenere gli altri pesci che non sono adatti ad acqua salatine.
Per tenerli nelle condizioni ottimali devi fare un salmastro, magari con altre specie asiatiche.
Wiwaxia
Per esperienza diretta.
La prima volta che presi un monodattilo nel giro di una settimana 10gg e' schiattato.
Cercando info scopro dell'acqua salmastra. Il negoziante magari ti dice che in acqua dolce va benissimo cmq. Occhio.
Ci hi riprovato quando avevo i guppy, compreso l'inserimento di qualche cucchiaino di sale.
Morto cmq entro 10gg.
Da allora basta monodattilo, almeno fino a quando non ci sara' una vaschetta ad hoc per loro, quindi mai :)
Wiwaxia (07 Dic 1999)
Monodattilo malato e quarantena
Mi ritrovo con 1 Monodattilo su 2 un po' messo male.
Negli ultimi 2 giorni ha perso la linea nera sotto l'occhio, la bocca gli si e' come ingrossata e la tiene sempre aperta, a differenza dell'altro. Sembra anche un po' gonfio sul muso, e con una "pelle" livrea strana sul lato malato.
Cosa puo' essere??
Io penso che sia la 40 che il pesce non a fatto, visto che lo stesso e' arrivato il giorno che l'ho preso. Diciamo che e' un rischio che ho voluto correre. C'e' un rimedio a questa cosa strana??
Dave
>Mi ritrovo con 1 Monodattilo su 2 un po' messo male.
che concentrazione di sale hai in acqua? (scusa la domanda stupida, ma magari il negoziante non ti ha neanche detto che e' un pesce d'acqua salmastra :-))) )
LiGaBuE
Il monodactylus argenteus raggiunge la taglia max di 25cm; necessita percio' di un acquario sufficientemente grande in cui essere ospitato.
Inoltre va allevato in acqua salmastra...se non addirittura in acqua di mare... figurati che viene consigliato anche l'uso di uno schiumatoio, nonchè di una forte aerazione in vasca.
Sei sicuro di avere queste caratteristiche nella tua vasca?
>Io penso che sia la 40 che il pesce non a fatto, visto che lo stesso e' arrivato il giorno che l'ho preso. Diciamo che e' un rischio che ho voluto correre. C'e' un rimedio a questa cosa strana??
vedi sopra.
La quarantena anche se FORTEMENTE consigliata, non e' sempre basilare... spesso i pesci maturano malattie nel trasporto ASSURDO che devono patire (sacchetti sempre sgonfi di aria, poca acqua, pH a livelli BESTIALI...) quindi la vera quarantena la fanno direttamente nel nostro acquario, che in confronto ai viaggi che fanno, sembra una suite IMPERIALE in un albergo a 5 stelle :-)
Luca Marconi (21 Gen 1999)
Il "bullo"
Ho comprato da circa un mese per il mio "dolce" due Monodactilus Argenteus (si dovrebbe scrivere così), che mi sono stati descritti dal pescivendolo come tranquilli pesci da branco.
Da circa una settimana uno dei due (il più grosso) è diventato un po' aggressivo con il compagno (solo con lui, non con gli altri pesci).
C'`è qualcuno che mi può dare qualche delucidazione su questo comportamento?
Lombardi
Ma sei ben conscio di che pesce hai messo in vasca?? Non è propriamente indicato per principianti e necessita di numerosi accorgimenti non sempre di facile realizzazione: ti riporto alcune informazioni tratte da diversi testi:
pesce di branco che necessita di molto spazio per nuotare (viene indicata una lunghezza max di ben 25 cm e un acquario che dovrebbe essere minimo 1 m di lunghezza), e che va allevato in gruppo. Premesso che non ho mai tenuto Monodactylus argenteus, posso dirti che diverse specie "di branco" tendono a manifestare una maggior aggressività se tenuti in pochi esemplari, mentre questa aggressività tende ad attenuarsi ed a scomparire con l'aumentare dei componenti il branco..ti faccio un esempio; avevo 2 Epalzeorhychos siamensis che non facevano altro che attaccarsi o per meglio dire era il più "bullo" :-) che ricacciava continuamente in un angolo il più debole, mentre ci sono diversi esempi di "branchetti" di Epa che vivono tranquilli insieme...
Ritornando a M.a. ho letto inoltre che gli esemplari giovani (fino a circa 3 cm), possono essere allevati in acqua dolce con una minima aggiunta di sale marino (1g per l), ma i soggetti più grandi necessitano di una densità maggiore, per non parlare degli adulti che dovrebbero essere allevati addirittura in acqua marina!!!
Essendo particolarmente sensibili ai nitriti, sono indispensabili frequenti cambi parziali d'acqua.
Andrebbero inoltre allevati con sabbia corallina come fondo, utilizzando rocce e radici che resistano all'acqua marina; indispensabile una forte aerazione. Opportuno uno schiumatoio.
Pesce onnivoro, si nutre di tutti i tipi di cibo vivo, scaglie, lattuga, spinaci, sono molto voraci. La livrea nera e gialla, sbiadisce con l'invecchiamento.

Taxa principali

Monodactylus argenteus - Foto © Richard Ling (Wikimedia)
Silver moony

Splendidi pesci d'acqua salmastra/marina, che amano nuotare, vivaci e turbolenti. Le loro dimensioni da adulti e il fatto che vanno allevati in grandi branchi ne fanno una specie adatta solo a chi ha i mezzi e lo spazio per poterli allevare per tutto il corso della loro vita.

Dimensioni max: 27 cm TL
Aspettativa di vita: 10 anni e oltre
Temperatura: 24 - 28°C
Monodactylus sebae - Foto © Emiliano Spada
African moony

Splendida specie d'acqua salmastra e marina, che dà il meglio di sé in folto gruppo

Dimensioni max: 25.0 cm TL
Aspettativa di vita: 10 anni e oltre
Temperatura: 24 - 28°C
Riferimenti & Link
it.hobby.acquari

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

AMAZON
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.
Acquario salmastro © Jeff & Mike Senske of Aquarium Design Group in Houston, Texas

Consigli ed avvertenze per allestire un acquario salmastro, consigliato dal team di esperti del ThePufferForum come fondamentale compendio di ciò che occorre sapere per la sua gestione - tratto e tradotto da un articolo di Cody Soup

Banco di Monodactylus argenteus che nuotano tra i coralli morti del Madagascar - Foto © Brocken Inaglory (Wikimedia)

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sui Monodactylus, grazie ai messaggi più interessanti di it.hobby.acquari

Estuario di mangrovie nella foresta Jozani a Zanzibar, Asia - Foto © Fanny Schertzer (Wikimedia)

Articolo che descrive il biotopo dei mangrovieti nel sud est asiatico e come riprodurlo in acquario. L'ambiente delle mangrovie è presente in tutte le zone tropicali del mondo, dove i fiumi d'acqua dolce incontrano l'oceano - tratto e tradotto da un articolo di Rhett A. Butler

Monodactylus argenteus nel mare australiano - Foto © Richard Ling (Wikimedia)

Splendidi scatti di un branco di Monodactylus argenteus nel mare australiano - Foto © Richard Ling