Attenzione

Pseudomugil

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Pseudomugil gertrudae 'Aru Islands' - Foto © Hans Booij (Home of the Rainbowfish)

Il genere Pseudomugil comprende pesci australiani e della Nuova Guinea, chiamati comunemente pesci arcobaleno "blue-eyes", occhi blu, per l'appariscente colore blu dei loro occhi. Sono in genere pesci abbastanza piccoli e dal carattere tranquillo, che hanno la fama di pesci difficili da allevare, ma solo perché in genere vengono allevati senza assecondare le loro esigenze, che sono innanzitutto acqua pulita: non sopportano il carico organico, sono obbligatori cambi parziali minimo settimanali. Essendo tranquilli e timidi vanno poi abbinati a specie parimenti tranquille, per non essere stressati da compagni di vasca troppo vivaci o veloci da batterli nella competizione alimentare. Inoltre accanto a specie puramente d'acqua dolce ci sono specie che vivono bene e si riproducono facilmente in acqua sia dolce che salmastra, e altre che per stare bene devono essere allevate solo in acqua salmastra.

Qui sotto la tabella con i link alle specie sul sito di Fishbase, con quelle riconosciute attualmente: manca solo Pseudomugil luminatus, descritto scientificamente solo nel 2016, e non ancora aggiornato sul loro database.

Anno Nome Scientifico Nome Inglese Distribuzione Lunghezza Max (cm)
1981 Pseudomugil connieae Popondetta blue-eye Oceania 5 SL
1983 Pseudomugil cyanodorsalis Blueback blue-eye Western Pacific 3.5 TL
1955 Pseudomugil furcatus Forktail rainbowfish Oceania 5 SL
1911 Pseudomugil gertrudae Spotted blue-eye Asia and Oceania 3.8 SL
1978 Pseudomugil inconspicuus Inconspicuous blue-eye Southwest Pacific 3.5 TL
1999 Pseudomugil ivantsoffi   Asia  
1984 Pseudomugil majusculus Cape blue-eye Western Central Pacific 5 TL
1982 Pseudomugil mellis Honey blue eye Oceania 3.5 SL
1907 Pseudomugil novaeguineae New Guinea blue-eye Asia and Oceania 3.6 SL
1981 Pseudomugil paludicola Swamp blue-eye Oceania 3.5 TL
1986 Pseudomugil paskai Paska's blue-eye Oceania 3 SL
1998 Pseudomugil pellucidus   Asia 3.1 SL
1986 Pseudomugil reticulatus Vogelkop blue-eye Asia 2.8 SL
1866 Pseudomugil signifer Pacific blue eye Oceania 7 SL
1964 Pseudomugil tenellus Delicate blue-eye Oceania 5.5 SL

Maschi in parata di Pseudomugil furcatus (femmina in basso) - Foto © Hristo Hristov

La famiglia Pseudomugilidae fu eretta da Saeed et al. (1989) e attualmente comprende i generi Kiunga, Pseudomugil e Scaturiginichthys. I membri sono legati ai pesci arcobaleno della famiglia Melanotaeniidae ma ne differiscono per la mancanza di un mesetmoide, il possesso di una serie infraorbitale con presente solo il membro anteriore, e con un osso articolare alto come l'osso dentario.

E' imparentata anche con la famiglia Telmatherinidae, tanto che Sparks e Smith (2004) raccomandavano che tutti i generi della famiglia Telmatherinidae fossero inclusi nella famiglia Pseudomugilidae, sulla base dei risultati della loro analisi filogenetica, in cui la specie Marosatherina ladigesi era stata nidificata all'interno della famiglia Pseudomugilidae, strettamente correlato con i Melanotaeniidae.
Herder et al. (2006) però ha proposto che siccome Marosatherina ladigesi era l'unico Telmatherinidae incluso nella loro ricerca, questo significava che non erano stati analizzati i dati per il 94% delle specie, più il DNA di alcuni importanti taxa comparativi, con la conclusione che prima di accettarli era meglio attendere ulteriori studi.
Pseudomugilidae e Telmatherinidae però non sembrano rappresentare un singolo clade, e costituiscono un gruppo correlato ad un altro clade formato dai Melanotaeniidae di Australia e Nuova Guinea più i Bedotiidae del Madagascar, il che può sembrare sorprendente, dati i loro rispettivi modelli distributivi moderni. L'origine precisa e la successiva dispersione di questi ultimi due è stato quindi oggetto di dibattito, con alcuni paleontologi che ritengono che i pesci d'acqua dolce del Madagascar derivino da una dispersione trans-oceanica durante il Cenozoico, mentre altre argomentazioni più recenti e convincenti indicano una radiazione in acqua dolce che si è verificata durante la disgregazione del Gondwana nel Mesozoico.

Taxa principali

Popondetta blue-eye

Piccola e bella specie di pesce arcobaleno, che per essere allevata con successo ha bisogno di acqua molto pulita.

Dimensioni max: 5 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni
Temperatura: 25 - 28°C
Blueback blue-eye

Bellissimo e piccolo pesce, non adatto agli acquari di comunità, perchè predilige ambienti d'acqua salmastra ed ha un carattere timido e schivo.

Dimensioni max: 3.5 cm TL
Aspettativa di vita: 2 anni
Temperatura: 22 - 31°C
Forktail rainbowfish

Splendido pesce d'acqua dolce, che deve vivere in gruppo e dal comportamento molto interessante, si riproduce molto facilmente e ancora oggi è spesso chiamato con il vecchio nome di Popondetta furcata.

Dimensioni max: 5 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni
Temperatura: 24 - 26°C
Spotted blue-eye

Bellissimo pesce arcobaleno d'acqua dolce, dalla splendida livrea ma dal comportamento timido, che non lo rende adatto ai comuni acquari di comunità.

Dimensioni max: 3.8 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni
Temperatura: 25 - 30°C
Inconspicuous blue-eye

Piccolo pesce timido che vive in gruppo e in acqua salmastra, difficile da trovare in commercio.

Dimensioni max: 3.5 cm TL
Aspettativa di vita: 2 anni

Specie apparsa in acquariofilia nel 2011 con il nome di Pseudomugil sp. 'red neon' e che è stata descritta scientificamente nel 2016, bellissima anche se non adatta a tutti gli acquari.

Dimensioni max: 3.5 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni
Honey blue-eye

Piccola specie di pesce arcobaleno, il cui segreto per allevarli con successo in cattività e di farli riprodurre costantemente.

Dimensioni max: 3.5 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni
Temperatura: 24 - 28°C
Paska's blue-eye

Una piccola specie di pesce arcobaleno, molto simile a Pseudomugil gertrudae

Dimensioni max: 3 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni
Temperatura: 22 - 26°C
Vogelkop blue-eye

Piccolo pesce arcobaleno, praticamente introvabile in commercio

Dimensioni max: 2.8 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni
Pacific blue-eye

Splendido pesce arcobaleno "blue-eyes", vive bene e si riproduce facilmente sia in acqua dolce che in acqua salmastra, anche se in acquario è abbastanza esigente come ambiente e qualità dell'acqua.

Dimensioni max: 7 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni
Temperatura: 23 - 28°C
Delicate blue-eye

Questa bellissima specie di pesce arcobaleno "blue-eyes" è particolarmente eurialina, perchè vive bene e si riproduce facilmente sia in acqua dolce che in acqua salmastra.

Dimensioni max: 5.5 cm SL
Aspettativa di vita: 2 anni
Temperatura: 25 - 35°C
Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Descrizione, informazioni e immagini degli habitat in cui vivono in natura i pesci arcobaleno dell'ordine degli Atheriniformes

Piccolo compendio di quello che c'è da sapere prima di comprare i Pesci Arcobaleno, per poterli allevare al meglio, o per non comprarli affatto :-)

Il Parco Nazionale di Kakadu ha una biodiversità ittica tra le più ricche dei sistemi di drenaggio di dimensioni analoghe nelle aree tropicali del mondo e ovunque in Australia - traduzione in italiano di un articolo di Adrian R. Tappin

Racconto di un'esperienza di allevamento e di riproduzione di questi piccoli ma bellissimi pesciolini, noti per i loro 'occhi blu' - tratto e tradotto da un articolo di Joe Kaznica

Splendidi esemplari di Pseudomugil gertrudae a pinne spiegate - Foto © Günther Schmida (Home Of The Rainbowfish)

Burster Creek, Jardine River wetlands, Cape York, Queensland, Australia © Petra Bašić (Biotope Aquarium Design Contest 2014)

Avannotti ed esemplari adulti di Pseudomugil furcatus, allevati e riprodotti all'aperto - Foto © Msjinkzd

Belle foto di un gruppo di Pseudomugil tenellus, i delicati occhi blu, in acquario - Foto © Hristo Hristov

Una coppia di Pseudomugil gertrudae, splendidi pesci arcobaleno - Foto © Hristo Hristov

I pesci arcobaleno Pseudomugil furcatus - Foto © Hristo Hristov

Come va allestito un acquario dedicato alla riproduzione dei pesci arcobaleno, come si possono stimolare all'accoppiamento, tutto quello che c'è da sapere per trovarsi con una nuvola di larve da tirare su - tratto e tradotto da un articolo di Adrian R. Tappin

Articolo che sottolinea come la dieta sia il fattore più importante per allevare pesci arcobaleno sani, senza ulcere e deformazioni. Scrivendo dall'Australia, la casa dei pesci arcobaleno, Dave sottolinea che infatti anche in natura i pesci arcobaleno consumano una grande percentuale di sostanze vegetali - tratto e tradotto da un articolo di Dave Wilson

Adrian parte dall'allevamento dei pesci arcobaleno per fare un discorso generale su come di mantiene un acquario fiorente ed in salute - tratto e tradotto da un articolo di Adrian R. Tappin

Kimberley è una delle regioni più remote dell'Australia ed è la patria di un insieme unico di pesci d'acqua dolce. I suoi fiumi perenni ed effimeri forniscono habitat a una varia moltitudine di pesci, crostacei, rettili acquatici e invertebrati - tratto e tradotto da un articolo di Adrian R. Tappin

Storia di come i Pesci Arcobaleno, dalle lontanissime Australia e Nuova Guinea, si stiano sempre più espandendo nel commercio acquariofilo, e disamina dei motivi per cui non sono molto richiesti, nonostante le loro splendide colorazioni - tratto e tradotto da un articolo di Adrian R. Tappin

Note sulla scoperta e sulle vicissitudini del nome tassonomico di Pseudomugil furcatus, con indicazioni su come allevarli e su come riprodurli - tratto e tradotto da un articolo di Paul McFarlane