Attenzione

Schistura

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Schistura sp. Crimson - Foto © Beta Mahatvaraj (Meenkaran)

Attualmente al genere Schistura appartengono più di 200 specie, e continua a crescere: dal 1990 ne sono state descritte scientificamente più di 100 nuove specie, per cui non vi metto qui la tabella ma il link alla pagina di Fishbase con l'elenco di tutte le specie comprese nel genere.

Il genere Schistura può rappresentare un lignaggio polifiletico ed è spesso organizzato in un numero di "gruppi" di specie liberamente definiti, alcuni dei quali sono abbastanza dissimili l'uno dall'altro. Tra questi c'è un gruppo in cui alcune o tutte le barre del corpo sono divise verticalmente, e un altro che presenta riduzioni delle dimensioni del corpo (dimensioni degli adulti <50 mm SL). Alcune specie, come Schistura geisleri, sembrano non essere correlate a nessuna delle altre.

La maggior parte abita corsi d'acqua dalla forte corrente, o aree vicine a cascate dove c'è naturalmente un'alta concentrazione di ossigeno disciolto, ma ci sono anche alcune specie che vivono in caverne, al buio, ed hanno scarsa pigmentazione e in molti casi sono completamente ciechi.

Le specie del genere Schistura si distinguono dagli altri Nemacheilidae per una combinazione di caratteri morfologici che includono: bocca moderatamente arcuata, 2-3,5 volte più larga di quanto sia lunga; "interruzione" mediana nel labbro inferiore che non forma due rilievi triangolari laterali e può variare da liscia a solcata; colore di solito scuro con barre relativamente regolari; di solito una barra nera alla base della pinna caudale che può essere suddivisa in due punti o barre più piccole; uno o due segni neri lungo la base della pinna dorsale; mancanza di squame acuminate sul peduncolo caudale; forma caudale variabile da troncata a biforcuta, ma solitamente emarginata; presenza o assenza di una tacca mediana nella mascella inferiore; chiaro dimorfismo sessuale in alcune specie.

La famiglia Nemacheilidae è ampiamente distribuita in gran parte dell'Eurasia, e il subcontinente indiano, l'Asia sudorientale e la Cina rappresentano particolari centri di diversità di specie.

Un nuovo loach, Schistura hiranyakeshi (Cypriniformes: Nemacheilidae) dal Maharashtra, Ghati occidentali settentrionali, India, descritto da Jayasimhan Praveenraj, Tejas Thackeray e Shankar Balasubramanian - Foto © Tejas Thackeray

Habitat

La maggior parte delle specie del genere Schistura abita acque limpide, ben ossigenate e veloci nei pressi di spartiacque e sorgenti, spesso ombreggiati dalla copertura forestale, con il substrato invariabilmente composto da sabbia grossa, ghiaia, rocce e massi, senza piante acquatiche.
Si trova anche in torrenti particolarmente scoscesi, anche a cascata, con poca vegetazione marginale. Durante i mesi della stagione secca, in alcune località probabilmente sopravvive in pozze isolate e stagnanti.

A questo link potete vedere un video su Facebook con Schistura sp. Brahmashtra Loach e Schistura sp. Crimson in un corso d'acqua.

Schistura mahnerti - Foto © Nonn Panitvong (Siamensis.org)

Schistura nilgiriensis e il suo habitat in India - Foto © Beta Mahatvaraj (Meenkaran)

Allevamento

Gli Schistura non sono difficili da allevare, se si tengono nelle condizioni corrette: il consiglio è di allevarli in un fiume-acquario, un acquario progettato per assomigliare a un corso d'acqua che scorre, con un substrato costituito da rocce di dimensioni variabili, sabbia, ghiaia fine e alcuni massi bagnati dall'acqua. L'acquario può essere fornito anche di legni e rami disposti in modo da formare una rete di angoli, fessure e punti ombreggiati, fornendo così linee visuali spezzate.
La maggior parte delle piante acquatiche non riuscirà a prosperare in un tale ambiente, ma si può provare con piante robuste come Microsorum, Bolbitis o Anubias attaccate agli arredi.
Una volta che i pesci si sono acclimatati al nuovo ambiente, tendono a scegliersi una particolare grotta, o uno spazio protetto, che difendono dai conspecifici e dalle specie dall'aspetto simile, per cui è importante fornire un ambiente ben strutturato, dove ognuno possa trovare riferimenti e confini.
Come molti pesci che in natura abitano in acque correnti, sono intolleranti all'accumulo di inquinanti organici e richiedono acqua sempre ben pulita per rimanere in salute. Anche se non sono strettamente necessarie condizioni simili a quelle di un torrente, è meglio se ci sono comunque un'alta percentuale di ossigeno disciolto e un certo movimento d'acqua, utilizzando filtro potente e pompe di movimento aggiuntive.
Al fine di mantenere un'eccellente qualità dell'acqua incontaminata, dovrebbero essere considerati di routine cambi d'acqua settimanali del 30-50% del volume dell'acquario.

Comportamento e compatibilità: Non sono particolarmente aggressivi rispetto ad altri membri del genere, ma rimangono comunque non adatti ai comuni acquari di comunità, a causa delle loro esigenze specialistiche. Questo non vuol dire che debbano essere allevati da soli, ma piuttosto che i compagni di vasca devono essere selezionati con cura e ricerche adeguate.
Dovrebbero essere evitate le specie a movimento lento o con pinne lunghe, sia perché non apprezzerebbero il forte movimento dell'acqua necessario, sia perché potrebbero essere morsicate. Allo stesso modo andrebbero evitati abitanti del fondo troppo pacifici, come Corydoras e Pangio, perché sarebbero obiettivi troppo facili per i territoriali Schistura.

Possono andare bene invece pesci che abitano in natura biotopi simili, specialmente quelli che nuotano in acque aperte come Danio, Devario, Mystacoleucus, Barilius, Pethia, Puntius, Rasbora, e uno o due branchi di questi pesci possono essere dei veri e propri pesci rassicuranti per dare fiducia agli Schistura, che per natura tendono a stare nascosti.
Altre possibilità includono robusti Gastromizontidi come Pseudogastromyzon, Beaufortia o Sewellia più ciprinidi bentonici comele specie di Crossocheilus e Garra.
Non è consigliabile allevarli insieme a specie simili d'aspetto, come Nemacheilus, Acanthocobitis e altre specie di Schistura, a causa della loro territorialità, anche se in acquari molto grandi può essere possibile farlo senza danni.

Sebbene non possano essere descritti come gregari, possono essere allevati in gruppo, a condizione che l'allestimento contenga molte strutture rocciose e linee visuali spezzate. Possono verificarsi schermaglie occasionali, specialmente nei momenti dell'alimentazione, ma in genere ogni esemplare tenderà a scegliere una roccia o una grotta specifica sotto o all'interno della quale trascorrerà gran parte del suo tempo. Negli acquari troppo piccoli o spogli, l'aggressività conspecifica può però arrivare a livelli inaccettabili.

Alimentazione

Le specie del genere Schistura sono onnivore, anche se la maggior parte della loro dieta consiste in piccoli insetti, vermi, crostacei e altro zooplancton, con quantità relativamente piccole di vegetali e altri detriti organici.
In acquario accetteranno senza problemi mangime secco di dimensioni adeguate, che però dovrebbe essere integrato da pasti giornalieri con piccolo cibo vivo e/o congelato, come Daphnia, Artemia, Chironomus, ecc. per mantenerli nelle condizioni di colorazione e salute migliori. In un allestimento con molta corrente, spesso si lanciano all'improvviso fuori dalle tane per afferrare i bocconi che passano nella corrente.

Dimorfismo sessuale

I giovani possono essere difficili da sessare con precisione, ma i maschi maturi delle specie di Schistura tendono ad avere parti della bocca e le "guance" notevolmente ingrandite; questo è più ovvio quando il pesce viene guardato dall'alto o frontalmente.
Le femmine dovrebbero essere leggermente più grassottelle, soprattutto quando sono piene di uova.

Riproduzione

In acquario non è stata quasi mai registrata.

Taxa principali

Sumo Loach

Insieme alla  molto simile Schistura cf. balteata si trova in commercio come sumo loach ed è relativamente pacifica (per essere un Schistura)

Dimensioni max: 5.4 cm SL
Half-banded Loach

Questa specie si trova in commercio abbastanza frequentemente, ed ha un disegno della livrea unico tra i Schistura.

Dimensioni max: 4.0 cm SL
Temperatura: 23 - 26°C

Specie che si trova in commercio solo sporadicamente

Dimensioni max: 8.8 SL
Temperatura: 15 - 24°C
Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Realizzazione passo passo di una vasca a forte corrente adatta agli "Hillstream Loaches", i Balitoridi, ma anche a tutti i pesci che provengono da fiumi e torrenti a forte corrente - tratto e tradotto da un articolo Martin Thoene

Piccolo compendio di quello che c'è da sapere prima di comprare questi pesci, per poterli allevare al meglio, o per non comprarli affatto :-)

Spiegazione molto dettagliata ed approfondita delle caratteristiche fisiche e biologiche degli Hillstream loaches, adattate alla vita in acque dalla forte corrente, e delle caratteristiche irrinunciabili che deve avere una vasca a loro dedicata - tratto e tradotto da un articolo di Martin Thoene

Emma Turner ci offre una guida precisa e puntuale sugli Hillstream loaches e i Brook loach (in italiano potrebbero chiamarsi cobiti dei torrenti montani e cobiti dei ruscelli), pesci che devono superare ogni condizione dell'acqua che la natura gli lancia contro - tratto e tradotto da un articolo di Emma Turner

Girato in un corso d'acqua sull'isola di Lantau, questo video mostra la diversità e il comportamento dei pesci d'acqua dolce in una piccola pozza a flusso rapido, in un raggio di circa 1 metro.

Schistura balteata e Schistura cf. balteata - Foto © Frank Schäfer

Schistura savona - Foto © Emma Turner (Loaches.com)

Schistura pridii - Foto © Emma Turner (Loaches.com)

Fishes of the Xe Kong drainage in Laos, especially from the Xe Kaman - Maurice Kottelat October 2011 - Gestione della biodiversità di acqua dolce nel bacino del Sekong - Pesci del drenaggio di Xe Kong in Laos, in particolare dal Xe Kaman

Schistura cf. balteata - Foto © Emma Turner (Loaches.com)

Schistura balteata, Tri band sumo loach - Foto © Emma Turner (Loaches.com)

Spiegazione dettagliata e precisa del perche l'ossigeno in acquario è così importante, e soprattutto perché è così importante per alcuni pesci, come botia, cobitidi, balitoridi, gastromizontidi - tratto e tradotto da un articolo di Martin Thoene

Jim descrive una cura effettuata con successo ai suoi cari Hillstream loaches, riuscendo in tal modo a debellare una malattia che sembrava mortale - tratto e tradotto da un articolo di Jim Powers

Descrizione, informazioni e immagini degli habitat in cui vivono in natura i "pesci a ventosa" delle famiglie dei balitoridi, gastromyzontidi e nemacheilidi

Consigli e suggerimenti generali per allevare gli Hillstream loaches (balitoridi, gastromizontidi e nemacheilidi) nella maniera più adatta, rispettandone le esigenze e riducendo lo stress per l'allevamento in cattività

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere suill'allevamento dei Balitoridi, grazie ai messaggi più interessanti di it.hobby.acquari

Come avviene e come favorire in acquario la riproduzione degli hillstream loach e come far crescere gli avannotti con successo