Attenzione

Serpenticobitidae

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

La famiglia dei Serpenticobitidae è stata scissa recentemente da quella dei Cobitidae per accogliere un solo genere, quello dei Serpenticobitis, che a sua volta comprende solo 3 specie.
Dopo la descrizione scientifica, la posizione del genere Serpenticobitis all'interno della superfamiglia Cobitoidea era incerta perché non era stato incluso in nessuna analisi genetica, inoltre i suoi membri possedevano una combinazione di caratteri confusa. Ad esempio, la forma generale del corpo, la forma della vescica natatoria e dell'intestino e la disposizione dei barbigli rimandano alla famiglia Nemacheilidae, ma tutte le specie di Serpenticobitis possiedono una spina suborbitale mobile, un tratto precedentemente considerato limitato alla famiglia Cobitidae.
Quest'ultimo attributo ha indotto Roberts (1997) e Kottelat (1998, 2001) a inserire il genere Serpenticobitis nella famiglia Cobitidae sebbene Nalbant (2001) apparentemente lo considerasse appartenente alla famiglia Nemacheilidae.

Šlechtová et al. (2007) hanno incluso per la prima volta Serpenticobitis zonata in un'analisi filogenetica ed i loro risultati sembravano confermare il genere come membro della famiglia Balitoridae, ma nel 2012 Kottelat ha eretto la nuova famiglia Serpenticobitidae di cui Serpenticobitis è attualmente l'unico membro.

I membri della famiglia Serpenticobitidae possono essere distinti da tutte le altre famiglie della superfamiglia Cobitoidea dalla seguente combinazione di caratteri: corpo corto e di forma cilindrica, con un motivo di colore barrato; testa piccola, muso arrotondato e ben sporgente; presenza di una grande spina bifida sotto l'occhio; pinna caudale leggermente biforcuta; origine della pinna dorsale anteriore all'origine della pinna pelvica; pinne pettorali orientate lateralmente; pinne pettorali e pelviche con un unico raggio semplice; bocca piccola e arcuata; labbra superiore e inferiore carnose e continue l'una con l'altra; labbro inferiore con poche pieghe e un'interruzione mediana ma senza lobi mentali; presenza di due coppie di barbigli rostrali e una coppia di barbigli mascellari; mascella inferiore parzialmente esposta; narice anteriore perforata sul lato anteriore di un tubo simile a un lembo; tutte le pinne contenenti file di punti; presenza di una macchia nera ampia e vistosa alla base della pinna caudale; capsula della vescica natatoria che comprende due camere più piccole collegate l'una all'altra posteriormente e formano un canale denominato "manubrio" situato attorno al condotto che collega le due metà della camera anteriore della vescica natatoria.

Allevamento

Hanno bisogno di una vasca con forte corrente, tipo fiume-acquario, perchè hanno bisogno di alto contenuto di ossigeno in acqua.

Taxa principali

E' una specie dai comportamenti interessanti, ma che ha bisogno di un acquario con buona corrente d'acqua

Dimensioni max: 5.4 cm SL

Specie difficile da trovare in commercio e dai comportamenti interessanti, ma che ha bisogno di un acquario con buona corrente d'acqua

Dimensioni max: 4.3 cm SL
Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Un bellissimo loach dalla Thailandia, Serpenticobitis cingolata - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)

Conspectus cobitidum: an inventory of the loaches of the world (Teleostei: Cypriniformes: Cobitoidei) - Maurice Kottelat 2012 sul The Raffles Bulletin of Zoology

Riassunto di Seriouslyfish.com del documento 'Conspectus cobitidum: an inventory of the loaches of the world - M. Kottelat (2012)' con tutte le novità per quello che riguarda i pesci diffusi in ambito acquariofilo - tratto e tradotto da un articolo su Seriouslyfish.com