Attenzione

Siluriformes

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti all'ordine dei Siluriformi

Panaqolus L374 - Foto © Ralf Heidemann (L-welse.com)

L'ordine dei Siluriformes comprende all'incirca 34 famiglie, 412 generi, e più di 2400 specie. Reperti fossili fanno risalire le loro origini alle epoche dell'Eocene e Oligocene, da 54 a 38 milioni di anni fa. Hanno una distribuzione "mondiale", basti pensare che resti fossili di appartenenti a quest'ordine sono stati ritrovati perfino in Antartide!
Al momento, la maggior parte delle specie, circa 1440, sono presenti in America; siluridi e caracidi sono i due ordini con più specie del Sud America, infatti qui i Loricariidae sono predominanti, rappresentando un terzo di tutti i siluriformes, catfishes in inglese.

I siluriformi abitano diverse nicchie ecologiche, dalle acque dei bassopiani dallo scarso contenuto d'ossigeno, dove alcune famiglie hanno trovato il loro habitat ideale, come ad esempio Callichthyidae, Clariidae, Loricariidae); ai torrenti di montagna dalle acque rapide e ricche d'ossigeno, nelle quali i pesci si attaccano al substrato in vari modi per non essere spazzati via dalla corrente (con la bocca a ventosa i Loricariidae, con le pinne pettorali e ventrali gli Amphiliidae); fino alle acque marine e salmastre, anche se sono preferite le acque dolci, soprattutto per la deposizione (Ariidae e Plotosidae).
La maggioranza dei siluriformi tuttavia è molto adattabile, e tollera molto bene acqua molto povere di ossigeno; molte specie sono anche in grado di respirare aria atmosferica, ricavando l'ossigeno necessario al loro sangue attraverso un organo respiratorio supplementare, espellendo presso la superficie l'aria usata a comprimendo nella vescica natatoria l'aria nuova. Tipici in questo comportamento sono le varie specie di Corydoras: chi non li ha mai visti interrompere di botto la loro attività di rastrellare il fondo alla ricerca di cibo per correre alla superficie, per far ritorno immediatamente dopo alle loro occupazioni? La frase "vanno a prendere una boccata d'aria" è quindi quanto mai appropriata. :-)

Particolarità

I siluriformi includono specie diurne, crepuscolari e notturne; queste ultime, alla pari di quelle che vivono nelle acque torbide dei bassopiani, navigano attraverso i loro habitat con l'aiuto dei loro lunghi barbigli (o antenne).
Le dimensioni sono molto variabili all'interno dell'ordine: centinaia di piccoli siluriformi dalle piccole e medie dimensioni sono apprezzati ospiti dei nostri acquari, ma parecchie specie possono arrivare anche alla lunghezza di 3 metri.
Virtualmente è rappresentato ogni livello trofico: ci sono specie erbivore, alghivore, onnivore, carnivore, predatorie, per arrivare alle poche specie parassite (nella famiglia Trichomycteridae). Addirittura sull'Altlante di Aquarium - Mergus è riferito che nel bacino amazzonico la specie Zungaro zungaro, chiamata dagli indigeni "Manguruyu" è accusata di cibarsi di bambini: con la sua mole e la sua lunghezza, superiore ai 3 metri, è stato accusato della sparizione di molti bambini piccoli che facevano il bagno in alcuni fiumi, come il Rio branco. Pangasius gigas in Thailandia, che raggiunge le stesse dimensioni, è invece un pacifico pesce fitofago.

In acquario, le specie notturne vanno alimentate alla sera, almeno mezz'ora - un'ora dopo lo spegnimento delle luci, altrimenti non riescono a mangiare e possono morire di fame. Oltretutto la corazza di placche ossee che li protegge può rendere molto difficile accorgersi di un eventuale dimagrimento, per cui è necessario controllare il loro stato prelevando gli esemplari ed osservando le zone morbide della pancia, od osservare le stesse zone quando sono attaccati con la bocca a ventosa ai vetri dell'acquario.

Negli Stati Uniti, le specie della famiglia Ictaluridae, in particolar modo Ictalurus punctulatus, sono alla base dell'industria dell'acquacoltura, ed hanno una grande importanza economica soprattutto nelle regioni meridionali e nel bacino del basso Mississippi. Invece in Sudamerica, nonostante siano parecchie le specie che raggiungono dimensioni adeguate, nessuna è stata allevata con un qualche successo commerciale. Specie appartenenti alla famiglia dei Clariidae, e in misura minore ai Plotosidae e ai Siluridae, sono allevate e commercializzate in Asia. Silurus glanis ha una certa presenza nell'acquacultura europea.

I Siluriformes sono privi di squame, del tutto o in alcuni casi sono coperti in diversa misura da un'armatura di placche ossee, come gli appartenenti alle famiglie dei Callichthyidae (corydoras) e Loricariidae, mentre alcuni Synodontis hanno solo la testa protetta in questo modo.
Siccome le specie prive di squame sono più sensibili alle sostanze chimiche usate come medicinali, come il verde malachite e l'acriflavina, queste vanno somministrate con molta cautela: lo stesso dosaggio che cura un pesce con le squame, può uccidere un pesce senza squame.

Il primo raggio delle pinne dorsale e pettorali di molti siluriformi serve come meccanismo di difesa, in quanto possono bloccarlo in posizione eretta; in alcune specie queste spine sono associate a ghiandole velenifere: Plotosus lineatus, una specie marina che si può ritrovare anche nei fiumi, produce una tossina che si può dimostrare letale.

Ci sono specie che vivono in banchi, come i Corydoras, altre solitarie, principalmente quelle dei grandi predatori; altre ancora relativamente letargiche, come quelle appartenenti alla famiglia Aspredinidae.
Nonostante non vi siano specie particolarmente colorate, ve ne sono tuttavia con forti e appariscenti contrasti di colore.

Classificazione

In passato l'ordine dei Siluriformes era stato considerato un sottordine dei Cypriniformes, a causa delle caratteristiche che sembrano legare gli appartenenti di siluriformi, cipriniformi e caraciformi, a partire dall'apparato di Weber (una modificazione delle vertebre cervicali, mediante la quale i segnali acustici vengono trasmessi dalla vescica natatoria agli organi uditivi dell'orecchio interno, in modo che la vescica funga da cassa di risonanza) che è comune a tutti e tre gli ordini.

Le Famiglie comprese nell'Ordine

In base a Fishbase, le famiglie attualmente comprese nell'ordine Siluriformes sono:

Qui sotto le famiglie e i generi di quanlche interesse acquariofilo, di cui potete trovare qualcosa nel sito

Taxa principali

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Aspettativa di vita: E' stato registrato da AnAge un Genidens barbus vissuto in natura per 36 anni

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei Callichidi

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Tra i pesci più diffusi nelle comuni vasche domestiche, il più delle volte vengono comprati solo come 'mangia-alghe', senza informarsi ulteriormente sulle loro esigenze

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Taxa principali

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Aspettativa di vita: 15 - 20 anni

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Il genere Brochis è attualmente considerato un sinonimo del genere Corydoras

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere, i 'Cory'

Aspettativa di vita: 5 - 10 anni

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nel genere

Questo genere è stato reso sinonomo del genere Erethistes

Riferimenti & Link
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Come avviene la riproduzione in acquario dei Corydoras e come riuscire a far crescere gli avannotti

Consigli e suggerimenti generali per allevare i Corydoras nella maniera più adatta, rispettando le loro esigenze

Descrizione, informazioni e immagini degli habitat in cui vivono in natura i Corydoras

Piccolo compendio di quello che c'è da sapere prima di comprare i Corydoras, per poterli allevare al meglio, o per non comprarli affatto :-)

Articolo che descrive l'allestimento di un acquario riproducente un fiume del sud-est asiatico - tratto e tradotto da un articolo di Rhett A. Butler

Come allestire un acquario simile ad un biotopo di torrente d'acqua nera sudamericano, con molte foto degli ambienti naturali, come in particolare il Rio Negro - tratto e tradotto da un articolo di Rhett A. Butler

Descrizione di come ricreare in acquario l'ambiente d'acqua bianca di molti fiumi sudamericani, con tantissime foto degli habitat in natura - tratto e tradotto da un articolo di Rhett A. Butler

Serie di articoli sulle raccolte effettuate dagli autori nel loro ambiente nativo intorno al fiume Paranà, nel nord Argentina - tratto e tradotto da un articolo di Haraldo e Noemi Bishop

Secondo di una serie di articoli sulle raccolte effettuate dagli autori nel loro ambiente nativo intorno al fiume Paranà, nel nord Argentina - tratto e tradotto da un articolo di Haraldo e Noemi Bishop

Terza e ultima parte di una serie di articoli sulle raccolte effettuate dagli autori nel loro ambiente nativo intorno al fiume Paranà, nel nord Argentina - tratto e tradotto da un articolo di Haraldo e Noemi Bishop

Messo in pericolo dall'eccessiva cattura in natura e dalla costruzione di dighe idroelettriche nel suo habitat, lo splendido Hypancistrus zebra rischia di scomparire in natura e sopravvivere solo negli acquari pubblici e privati

Hypancistrus zebra, Zebra Pleco © Robert Beke (Beke.co.nz)

Giovani esemplari di Sorubimichthys planiceps, una specie dall'aspetto insolito che può raggiungere il metro e mezzo di lunghezza da adulta - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)

Maschi e femmine di Scleromystax barbatus, uno tra i 'Cory' più grandi - Foto © Peter Maguire

Primo piano del muso e particolare della bocca di un Ancistrus sp. - Foto © Hristo Hristov

Se tenete un cavallo in una cuccia per cani, diventa un animale domestico? Questa la domanda agli acquariofili che comprano pesci che diventeranno troppo grandi per il loro acquario - tratto e tradotto da un articolo di Robert T. Ricketts

Consigli e suggerimenti per allevarli nella maniera più adatta

Come avviene la riproduzione in acquario e come riuscire a far crescere gli avannotti con successo

Consigli e suggerimenti generali per allevarli nella maniera più adatta, rispettando le loro esigenze

Se tenete un cavallo in una cuccia per cani, diventa un animale domestico? Conosciamo meglio lo squaletto colombiano, Ariopsis seemanni, che oltre a diventare molto grande, è anche in pesce d'acqua marina - tratto e tradotto da un articolo di Robert T. Ricketts

Piccolo compendio di quello che c'è da sapere prima di comprare gli Squaletti del genere Pangasius/Pangasianodon, per poterli allevare al meglio, o per non comprarli affatto :-)

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sull'allevamento e la riproduzione degli Otocinclus, grazie ai messaggi più interessanti di it.hobby.acquari

Consigli e suggerimenti generali per allevare gli Otocinclus nella maniera più adatta, rispettando le loro esigenze

Consigli e suggerimenti generali per allevarli nella maniera più adatta, rispettando le loro esigenze

Piccolo compendio di quello che bisogna sapere prima di comprare i pesci della famiglia dei Loricaridi, per allevarli al meglio, o per non comprarli affatto :-)

Come avviene la riproduzione in acquario e come riuscire a far crescere gli avannotti con successo

Consigli e suggerimenti per allevarli nella maniera più adatta

Il più attraente di tutti i 'driftwood-catfishes': Centromochlus musaicus (ex Tatia musaica), la ninja-tatia - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)

Duringlanis perugiae (ex Tatia perugiae), driftwood catfish - Foto © Hristo Hristov

 

Un rarissimo pesce gatto dal Sud-est asiatico (Sumatra orientale): Bagrichthys macracanthus - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser Gmbh)