• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Siluriformes

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti all'ordine dei Siluriformi

Peckoltia L211 - Foto © Bjarne Sætrang (aquadigital.net)

L'ordine dei Siluriformes comprende all'incirca 34 famiglie, 412 generi, e più di 2400 specie.
Reperti fossili fanno risalire le loro origini alle epoche dell'Eocene e Oligocene, da 54 a 38 milioni di anni fa.
In passato l'ordine dei Siluriformes era stato considerato un sottordine dei Cypriniformes, a causa delle caratteristiche che sembrano legare gli appartenenti di siluriformi, cipriniformi e caraciformi, a partire dall'apparato di Weber (una modificazione delle vertebre cervicali, mediante la quale i segnali acustici vengono trasmessi dalla vescica natatoria agli organi uditivi dell'orecchio interno, in modo che la vescica funga da cassa di risonanza) che è comune a tutti e tre gli ordini.

La Tassonomia

Distribuzione geografica

I siluriformi hanno una distribuzione "mondiale", basti pensare che resti fossili di appartenenti a quest'ordine sono stati ritrovati perfino in Antartide!
Al momento, la maggior parte delle specie, circa 1440, sono presenti in America; siluridi e caracidi sono i due ordini con più specie del Sud America, infatti qui i Loricariidae sono predominanti, rappresentando un terzo di tutti i siluriformes, catfishes in inglese.

I siluriformi abitano diverse nicchie ecologiche, dalle acque dei bassopiani dallo scarso contenuto d'ossigeno, dove alcune famiglie hanno trovato il loro habitat ideale, come ad esempio Callichthyidae, Clariidae, Loricariidae); ai torrenti di montagna dalle acque rapide e ricche d'ossigeno, nelle quali i pesci si attaccano al substrato in vari modi per non essere spazzati via dalla corrente (con la bocca a ventosa i Loricariidae, con le pinne pettorali e ventrali gli Amphiliidae); fino alle acque marine e salmastre, anche se sono preferite le acque dolci, soprattutto per la deposizione (Ariidae e Plotosidae).
La maggioranza dei siluriformi tuttavia è molto adattabile, e tollera molto bene acqua molto povere di ossigeno; molte specie sono anche in grado di respirare aria atmosferica, ricavando l'ossigeno necessario al loro sangue attraverso un organo respiratorio supplementare, espellendo presso la superficie l'aria usata a comprimendo nella vescica natatoria l'aria nuova. Tipici in questo comportamento sono le varie specie di Corydoras: chi non li ha mai visti interrompere di botto la loro attività di rastrellare il fondo alla ricerca di cibo per correre alla superficie, per far ritorno immediatamente dopo alle loro occupazioni? La frase "vanno a prendere una boccata d'aria" è quindi quanto mai appropriata. :-)

Particolarità

I siluriformi includono specie diurne, crepuscolari e notturne; queste ultime, alla pari di quelle che vivono nelle acque torbide dei bassopiani, navigano attraverso i loro habitat con l'aiuto dei loro lunghi barbigli (o antenne).
Le dimensioni sono molto variabili all'interno dell'ordine: centinaia di piccoli siluriformi dalle piccole e medie dimensioni sono apprezzati ospiti dei nostri acquari, ma parecchie specie possono arrivare anche alla lunghezza di 3 metri.
Virtualmente è rappresentato ogni livello trofico: ci sono specie erbivore, alghivore, onnivore, carnivore, predatorie, per arrivare alle poche specie parassite (nella famiglia Trichomycteridae). Addirittura sull'Altlante di Aquarium - Mergus è riferito che nel bacino amazzonico la specie Zungaro zungaro, chiamata dagli indigeni "Manguruyu" è accusata di cibarsi di bambini: con la sua mole e la sua lunghezza, superiore ai 3 metri, è stato accusato della sparizione di molti bambini piccoli che facevano il bagno in alcuni fiumi, come il Rio branco. Pangasius gigas in Thailandia, che raggiunge le stesse dimensioni, è invece un pacifico pesce fitofago.

In acquario, le specie notturne vanno alimentate alla sera, almeno mezz'ora - un'ora dopo lo spegnimento delle luci, altrimenti non riescono a mangiare e possono morire di fame. Oltretutto la corazza di placche ossee che li protegge può rendere molto difficile accorgersi di un eventuale dimagrimento, per cui è necessario controllare il loro stato prelevando gli esemplari ed osservando le zone morbide della pancia, od osservare le stesse zone quando sono attaccati con la bocca a ventosa ai vetri dell'acquario.

Negli Stati Uniti, le specie della famiglia Ictaluridae, in particolar modo Ictalurus punctulatus, sono alla base dell'industria dell'acquacoltura, ed hanno una grande importanza economica soprattutto nelle regioni meridionali e nel bacino del basso Mississippi. Invece in Sudamerica, nonostante siano parecchie le specie che raggiungono dimensioni adeguate, nessuna è stata allevata con un qualche successo commerciale. Specie appartenenti alla famiglia dei Clariidae, e in misura minore ai Plotosidae e ai Siluridae, sono allevate e commercializzate in Asia. Silurus glanis ha una certa presenza nell'acquacultura europea.

I Siluriformes sono privi di squame, del tutto o in alcuni casi sono coperti in diversa misura da un'armatura di placche ossee, come gli appartenenti alle famiglie dei Callichthyidae (corydoras) e Loricariidae, mentre alcuni Synodontis hanno solo la testa protetta in questo modo.
Siccome le specie prive di squame sono più sensibili alle sostanze chimiche usate come medicinali, come il verde malachite e l'acriflavina, queste vanno somministrate con molta cautela: lo stesso dosaggio che cura un pesce con le squame, può uccidere un pesce senza squame.

Il primo raggio delle pinne dorsale e pettorali di molti siluriformi serve come meccanismo di difesa, in quanto possono bloccarlo in posizione eretta; in alcune specie queste spine sono associate a ghiandole velenifere: Plotosus lineatus, una specie marina che si può ritrovare anche nei fiumi, produce una tossina che si può dimostrare letale.

Ci sono specie che vivono in banchi, come i Corydoras, altre solitarie, principalmente quelle dei grandi predatori; altre ancora relativamente letargiche, come quelle appartenenti alla famiglia Aspredinidae.
Nonostante non vi siano specie particolarmente colorate, ve ne sono tuttavia con forti e appariscenti contrasti di colore.

Le Famiglie comprese nell'Ordine Siluriformes

Sono qui elencate le famiglie dell'ordine dei siluriformi, non tutte ma quelle che hanno un qualche interesse acquariofilo, allo stato tassonomico attuale

Elenco delle Famiglie comprese nell'Ordine

Siluriformes

Ariopsis seemanni - Foto © fishtanksandponds.co.uk
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Ariidae: distribuiti in tutto il mondo, sono pesci che hanno un comportamento diurno, vivono in banchi, possono essere sia onnivori che carnivori; alcune specie vivono in acqua marina; sono molto attivi. Incubatori orali.

Aspettativa di vita: E' stato registrato da AnAge un Genidens barbus vissuto in natura per 36 anni
Bajo catfish, i Bunocephalus - Foto © petshoptop.ru
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Aspredinidae: distribuiti in Sud America, sono pesci notturni, molto poco attivi, che si possono trovare sia in acque dolci che salmastre; sono onnivori. Le uova vengono deposte in un nido o aderiscono al maschio.

Tatia perugiae
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Auchenipteridae: distribuiti in Centro e Sud America, sono pesci che vivono in banchi, ed hanno un comportamento attivo anche di giorno; sono carnivori o onnivori; la fecondazione delle uova avviene internamente.

Leiocassis siamensis - Foto tratta da Acquariofiliaitalia.it
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia Bagridae: distribuiti in Africa e Asia, sono pesci che hanno un comportamento notturno e solitario; possono essere onnivori o carnivori, in alcuni casi predatori.

Aspettativa di vita in acquario: E' stato registrato da AnAge un Bagrus bayad vissuto per 17 anni in cattività
Corydoras trilineatus - Foto © Bjarne Sætrang (aquadigital.net)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei Callichidi: distribuiti in Sud America, sono pesci che hanno un comportamento diurno, attivo e pacifico; vivono in banchi ed hanno una dieta onnivora, carnivora o limnivora; possono respirare aria atmosferica.

Chaca bankanensis - Foto © Enrico Richter (aqua-global)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Chacidae: ditribuiti in Asia, sono pesci solitari e notturni; la dieta è carnivora e possono predare piccoli pesci.

Clarias batrachus in acquario nello zoo di Brno, Repubblica Ceca - Foto di Mistvan (Wikipedia)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia Clariidae: distribuiti in Africa e Asia, sono pesci solitari e notturni; la dieta è onnivora o carnivora, si nutrono di altri pesci; possono respirare aria atmosferica.

Platydoras e Corydoras- Foto © Gobius
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia dei doradidi: distribuiti in Sud America, sono pesci dal comportamento gregario e notturno; sono onnivori o carnivori. Alcuni sono molto pacifici e provvisti di placche ossee.

Hara hara - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Erethistidae: distribuiti in Asia meridonale, sono pesci con quattro paia di barbigli e in genere una grande pinna adiposa.

Splendida variante di Pseudacanthicus sp. L24 proveniente dal Rio Itacaiúnas - Foto tratta da Reef2rainforest.com
-

I pesci della famiglia dei Loricaridi sono tra i più diffusi nelle comuni vasche domestiche, ma il più delle volte vengono comprati solo come "mangia-alghe", senza informarsi ulteriormente sulle loro esigenze, sulle loro dimensioni finali, sulla loro aspettativa di vita.

Malapterurus sp. - Foto tratta da Aquafanat.com.ua
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Malapteruridae: distribuiti in Africa, sono pesci che hanno un comportamento notturno e solitario; sono carnivori. Hanno un organo elettrico e in acquario andrebbero allevati da soli.

Synodontis polli 'white' - Foto © Enrico Richter (aqua-global)
-

Informazioni e notizie sulla famiglia Mochokidae: distribuiti in Africa, sono pesci dal comportamento non sempre pacifico, sia diurni che notturni; possono avere un’alimentazione onnivora, carnivora o onnivora. Alcune specie nuotano capovolte.

Aspettativa di vita in acquario: E' registrato su AnAge un Synodontis schall che ha raggiunto i 31 anni di età in cattività
Pangasius gigas - Foto tratta da pescaprofesional.net
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla Famiglia Pangasiidae: distribuiti in Asia, sono pesci diurni, che vivono in banchi, dall’alimentazione onnivora. Possono essere occasionalmente predatori e nutrirsi di altri pesci.

Sorubimichthys planiceps - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Pimelodidae: ditribuiti in Centro e Sud America, sono pesci notturni e predatori; possono essere onnivori o carnivori, e predano solo piccoli pesci.

Parailia pellucida - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Schilbeidae: distribuiti in Africa e Asia, sono pesci che hanno un comportamento pacifico, diurno, e vivono in banchi. Dieta onnivora o carnivora.

Branco di Kryptopterus bicirrhis - Foto di OpenCage (Wikipedia)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei Siluridi: distribuiti in Asia ed Europa, sono pesci d’acqua dolce, qualche specie è stata ritrovata anche in acque salmastre. Alcune specie hanno il corpo trasparente e comportamento pacifico; diurni o notturni, e dieta onnivora o carnivora.

Aspettativa di vita in acquario: E' riportato su AnAge un Silurus glanis che ha raggiunto i 60 anni di età in cattività
Bagarius rutilus - Foto © Sablegsd (Wikimedia)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Sisoridae: distribuiti in Asia, hanno un comportamento in genere pacifico e gregario, sia diurno che notturno; dieta molto varia nelle diverse specie, che possono essere onnivore, carnivore o erbivore. I Bagarius sono predatori.

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti all'Ordine

Ancistrus dolichopterus - Foto © Enrico Richter (aqua-global)
Bushymouth catfish
Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni massime: 11.8 cm SL

Questa specie non è sempre identificata correttamente, e con il suo nome vengono spesso etichettati ancistrus di specie simili o non ben identificabili, comprati in genere solo come 'mangia-alghe' senza alcun approfondimento delle loro esigenze e necessità

Temperatura in natura: 23 - 27°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
L034 Ancistrus ranunculus - Foto © Enrico Richter (aqua-global)
Medusa pleco
Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni massime: 12.9 cm SL

E' una specie dall'aspetto un po' strano, ma non è il pesce più semplice da mantenere vivo in acquario, in quanto ha necessità piuttosto specializzate ed è spesso in cattive condizioni post-importazione, quando si trova nei negozi, senza contare che spesso viene comprato come 'mangia-alghe' senza approfondire quali siano le sue esigenze e necessità.

Temperatura in natura: 25 - 28°C
Ancistrus sp.
Common Bristlenose Catfish, Ancistrus
Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni massime: 10 - 12 cm

E' l'onnipresente 'Ancistrus', presente in tutti i negozi d'acquari, riprodotto commercialmente su larga scala, e comunemente comprato come 'mangia-alghe' senza approfondire ulteriormente quali siano le sue necessità ed esigenze d'allevamento.

Temperatura in natura: 21 - 26 °C
Valori pH in natura: 5.5 – 7.5
Ariopsis seemanni - Foto © Xocolatl (Wikimedia.org)
Colombian Shark Catfish, Squaletto
Aspettativa di vita: 12 - 15 anni
Dimensioni massime: 35.0 cm TL

Sono tra i tanti squaletti in commercio del tutto inadatti alla vita in acquario, e che nonostante questo si trovano regolarmente in vendita, giovanissimi e carini... ma sono pesci d'acqua salmastra e marina, che diventano grandi, e che hanno un fortissimo istinto migratorio.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.8 - 8.0
Bunocephalus coracoideus - Foto © Enrico Richter (Aqua-global)
Banjo Catfish
Aspettativa di vita: 10 - 12 anni
Dimensioni massime: 15 cm TL

Nonostante si trovi in vendita con regolarità, il cosiddetto 'Banjo catfish' non è adatto ai comuni acquari di comunità, perché si tratta di una specie per la gran parte inattiva e riservata, che emerge dai nascondigli e diventa attiva solo col favore delle tenebre.

Temperatura in natura: 25 - 28°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Clarias batrachus,  walking catfish: lo stesso pesce  da giovane e da adulto
Walking Catfish, Pesce gatto che cammina
Aspettativa di vita: 20 - 25 anni
Dimensioni massime: 60 cm TL (ma secondo alcune fonti 100 cm); peso massimo pubblicato: 2 kg

Specie incredibilmente resistente ed adattabile, Clarias batrachus è conosciuto come il pesce gatto che cammina, perché grazie alla sua capacità di respirare aria atmosferica e alle pinne pettorali irrobustite è in grado di camminare sulla terraferma. Il temperamento predatorio ed aggressivo, unito alle notevoli dimensioni, non lo rendono assolutamente adatto ai normali acquari di comunità, anche se è regolarmente in commercio.

Temperatura in natura: 10 - 28°C
Corydoras aeneus nella forma normale - Foto tratta da Wikipedia Commons
Bronze cory, Cory bronzeo
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 7.5 cm SL

Nella variante albina sono tra i pesci d'acquario più diffusi, ma anche spesso identificati erroneamente, maltrattati da chi li compra solo come "spazzini", e purtroppo spesso colorati artificilamente, con l'altissimo tasso di malattie e mortalità che questo comporta.

Temperatura in natura: 21 - 27°C
Valori pH in natura: 6.5 - 7.5
Maschio di Corydoras eques, il corydoras del cavaliere - Foto © Graham Ramsay

Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 4.8 cm SL

Specie di Corydoras piuttosto rara da trovare in commercio, e la cui riproduzione può essere una sfida difficile da vincere.

Temperatura in natura: 24 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Corydoras habrosus - Foto © Peter Macguire (SeriouslyFish.com)
Salt and Pepper catfish, Cory nano
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 2 - 3 cm SL

Una tra le specie più piccole di Cory, in realtà Corydoras habrosus è adatto ad acquari piccoli ma non ai nano-acquari, anche perchè va allevato in folti branchi. Più sono e meglio stanno :)

Temperatura in natura: 25 - 27°C.
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Corydoras hastatus - Foto © Benny Ng
Dwarf cory, Cory nano
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 2.5 - 3 cm SL

Non facilissima da trovare in commercio, questa specie a differenza della maggior parte dei Cory tende a nuotare a mezz'acqua e trascorre gran parte del suo tempo lontano dal substrato, facendo spesso un branco unico con caracidi dalle dimensioni e aspetto simile.

Temperatura in natura: 25 - 28°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
 Brochis multiradiatus di 9-10 cm - Foto © Enrico Richter (SeriouslyFish.com)
Hognosed brochis
Aspettativa di vita: 8 - 12 anni
Dimensioni massime: 8-10 cm SL

Conosciuto precedentemente come Brochis multiradiatus, Corydoras multiradiatus è oggi considerato membro del genere Corydoras, è onnivoro e in nessun caso deve essere tenuto a sopravvivere solo grazie agli 'avanzi' degli altri abitanti dell'acquario o inserito solo per 'pulire' l'acquario.

Temperatura in natura: 21 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.2
Corydoras paleatus - Foto © Daniel Konn Vetterlein (PlanetCatfish.com)
Peppered cory
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 6 cm SL

Tra le specie di Corydoras più diffuse in ambito acquariofilo, è un pesce tranquillo e pacifico, che vive in natura a temperature non superiori a 23°C, di questo va tenuto conto quando si inseriscono in acquario.

Temperatura in natura: 18 - 23°C, ma sopporta bene anche temperature più basse; nei luoghi d'origine sopravvive anche a brevi periodi in cui l'acqua superficiale ghiaccia
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Corydoras panda - Foto © Hristo Hristov
Panda cory
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 4 cm SL

Una tra le specie più diffuse in commercio grazie alla graziosa livrea, è un cory robusto, resistente e facile da riprodurre in acquario.

Temperatura in natura: 22 - 25°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.4
Corydoras pygmaeus - Foto © Bjarne Sætrang (aquadigital.net)
Pygmy cory, Cory nano
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 3 cm TL

Corydoras pygmaeus è una tra le specie più piccole di Corydoras, ed è frequentemente confuso con Corydoras hastatus. A differenza della maggior parte dei suoi congeneri, ha l'abitudine di nuotare a mezz'acqua invece che sul fondo dell'acquario.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.4 - 7.4
Corydoras splendens (ex Brochis splendens) - Foto © Hristo Hristov
Emerald Brochis
Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni massime: 6 cm SL

Conosciuto precedentemente come Brochis splendens, Corydoras splendens è una delle specie degli ex Brochis più comunemente disponibile in commercio, è onnivoro e in nessun caso deve essere tenuto a sopravvivere solo grazie agli 'avanzi' degli altri abitanti dell'acquario o inserito solo per 'pulire' l'acquario.

Temperatura in natura: 22 - 28°C
Valori pH in natura: 5.8 - 8.0
Corydoras sterbai - Foto © Hristo Hristov
Sterba's Cory
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 6.8 cm SL

E' tra i corydoras più facili da trovare in commercio, ed è anche uno tra i più facili da riprodurre.

Temperatura in natura: 22 - 25°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Farlowella vittata - Photo by Aquarium Glaser GmbH
Twig Catfish, Pesce ago
Aspettativa di vita: 10 - 15 anni
Dimensioni massime: 15-20 cm

E' molto pacifico ma non è adatto alle vasche di comunità, a causa delle sue esigenze e del carattere schivo e riservato. Non solo ha bisogno di acqua pulitissima, ma non può competere per il cibo con specie più vigorose o grandi. Viene facilmente confuso con Farlowella acus.

Temperatura in natura: 24 - 27°C
Hara hara‬ - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)
Pesce falena
Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Dimensioni massime: 13.0 cm TL

Specie in genere catturata in natura, che si muove poco ma ha bisogno di acqua pulita, movimentata e satura d'ossigeno.

Temperatura in natura: 12 - 28°C
Hara jerdoni - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)
Asian Stone Catfish, Pesce falena
Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Dimensioni massime: 4.0 cm TL al massimo, comunemente 2.5 cm TL

Questa splendida specie è una delle poche che si riesce a distinguere dagli altri appartenenti al genere Hara, grazie alle sue spine pettorali allungate.

Temperatura in natura: 18 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.5
Zebra pleco - Foto © Firenzenz (FNZAS.org.nz)
Zebra Plec
Aspettativa di vita: 10 - 15 anni
Dimensioni massime: 6.4 cm SL

Classificata come una tra le più belle specie d'acqua dolce, a causa del divieto di esportazione dal Brasile ha raggiunto prezzi stratosferici, ma non è adatta a tutte le vasche.

SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.