• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
6 minuti
Letto finora

Le Sogliole d'Acqua... Dolce o Salmastra?

Lun, 05/Gen/2009 - 14:10
Posted in:
0 comments

...piccolo compendio di quello che c'è da sapere prima di comprare questi pesci, per poterli allevare al meglio, o per non comprarli affatto :)

Achirus lineatus - Foto © Gerald R. Allen Fishbase.org

Ogni tanto su qualche rivista acquariofila o sito web mi capita di leggere qualche articolo sulle sogliole d'acqua dolce, corredato magari da foto accattivanti, e di soffermarmi a pensare a quanti, attirati dal desiderio di avere un pesce così insolito e diverso dagli altri, le andranno a cercare nei negozi... E, mi chiedo, quanti tra questi cacciatori di specie insolite penseranno realmente a dedicare una vasca alle loro esigenze, e quanti invece le sbatteranno in acquari totalmente inadatti a loro, senza preoccupazioni di sorta?

Le "vere" sogliole sono d'acqua salmastra e marina

ATTENZIONE!

Sogliole, platesse, rombi e affini appartengono all'ordine dei Pleuronectiformes, che comprende specie diffuse nei mari freddi, temperati e tropicali di tutto il mondo; molte specie risalgono le foci dei fiumi e si adattano a vivere anche in acque completamente dolci, ma pochissime possono dirsi effettivamente d'acqua dolce, per la maggior parte si tratta solo di periodi più o meno lunghi, in genere le sogliole sono tutte d'acqua salmastra, se non marina. Questo vuol dire che in acquario possono sopravvivere per qualche periodo anche in acqua dolce, ma tenderanno con il tempo ad ammalarsi sempre più spesso, se non riportate in acqua salmastra.

Una cosa curiosa è che nella loro "gioventù" la maggior parte delle specie ha l'aspetto di un pesce normale, e solo con l'età adulta subiscono una totale trasformazione: il corpo si appiattisce, diventando asimmetrico, il fianco sinistro diventa generalmente il lato inferiore e si depigmenta, diventando biancastro-grigio chiaro, mentre il lato destro diventa in genere quello superiore, dove trovano posto entrambi gli occhi, e che può assumere una colorazione variabile.

Achirus sp.

"Sole fish"

Le tipiche sogliole del Mediterraneo e dell'Atlantico appartengono alle famiglie Soleidae e Achiridae, che comprendono però anche molte specie tropicali, alcune delle quali si stanno (purtroppo) diffondendo nel mercato acquariofilo.

Nell'allevare queste sogliole in acquario però bisogna rispettare dei requisiti fondamentali: innanzitutto le dimensioni della vasca: anche per le sogliole più piccole, come Brachirus harmandi e Trinectes fluviatilis, che non superano rispettivamente i 12-15 cm, occorre una superficie di almeno 100x50 cm, e specie più grandi, come Achirus achirus, che possono superare abbondantemente i 35 cm, non si possono tenere in un acquario con area di base inferiore a base di 150x100 cm.

Acqua salmastra, e temperatura abbastanza alta (25-28°C.) sono altri requisiti delle specie prima nominate; in acqua dolce possono sopravvivere solo temporaneamente, ma a lungo andare si ammalano e muoiono, se non tornano in acqua salmastra. Come arredamento, in primo luogo sabbia finissima come fondo, nel quale amano insabbiarsi, poche rocce e tante piante (adatte ad acqua dura e salmastra: Crinum thaianum, Ceratophyllum demersum, Samolus valerandi, Cryptocoryne ciliata e Cryptocoryne pontederifolia) raggruppate in modo da lasciare un'ampia superficie di sabbia libera, in cui le sogliole possano insabbiarsi, lasciando sporgere solo gli occhi.

ATTENZIONE!

Sono predatrici piscivore, che in natura si nutrono di crostacei, molluschi e piccoli pesci, ed è molto raro che in acquario si abituino a mangiare mangime secco: specialmente appena inserite in vasca mangeranno solo cibo vivo, e solo dopo un certo periodo di acclimatazione potranno essere abituate a nutrirsi di cibo congelato (non bisogna dimenticare che provengono tutte dalla cattura in natura). Sono adatti piccoli lombrichi, artemie, tubifex, enchitrei, larve di insetti acquatici.

Altra raccomandazione fondamentale è che vanno allevate da sole: sono timide e tranquille, quindi mal sopportano specie aggressive, turbolente o scavatrici, mentre d'altro canto pesci troppo piccoli o tranquilli finirebbero con l'essere mangiati. Cosa molto importante poi è che bisong atenere conto che ogni pesce che nuoterà nella parte superiore della vasca si mangerà la maggior parte del mangime prima che arrivi alle sogliole, costringendole a patire la fame, e rendendo in ogni caso problematico il nutrimento delle sogliole. Ricordiamoci che abbiamo noi la responsabilità di far vivere al meglio gli animali che alleviamo, ed ognuno ha diritto ad avere la sua adeguata razione di cibo, non esiste costringerli alla fame solo per poterli avere nella nostra vasca...

  • Specie in genere d'acqua salmastra
  • Specie che hanno bisogno di acquari con un'area di base molto grande: 100x50 cm è il minimo indispensabile per le specie più piccole
  • Specie che quasi mai si adattano al mangime secco
  • Specie raramente riprodotte in cattività, gli esemplari in commercio provengono in genere dalla cattura in natura. Chiedete al vostro negoziante se i pesci che state per comprare sono d'allevamento o di cattura.

Le "false" sogliole d'acqua dolce

Il termine "sogliola d'acqua dolce" è usato quindi impropriamente, sia che ci riferisca alle vere sogliole, che sono invece come detto d'acqua salmastra, sia che ci si riferisca a pesci che con le sogliole non c'entrano davvero nulla: spesso nei negozi vengono infatti etichettati così i Balitoridi e i Gastromyzontidi, cioè pesci come Gastromyzon, Beaufortia, Sewellia, che hanno un aspetto piatto e largo, in quanto formano la ventosa per attaccarsi a sassi e rocce non solo con la bocca, come i loricaridi, ma con tutte le pinne pettorali ed anali, assumendo una forma ovale large e piatta, che consente loro di rimanere aggrappati alle rocce negli habitat con corrente molto forte che prediligono.

Le vere sogliole sono riconoscibili per l'avere occhi e bocca sullo stesso lato del corpo, e perchè appoggiano al fondo non il ventre, ma l'altro fianco, che diventa più pallido e incavato.

Balitoridi e Gastromizonitidi comunque non sono più adatti delle sogliole vere e proprie alla vita in acquario: vivere in natura in acque dalla forte corrente e ricchissime di ossigeno ne ha cambiato non solo il fisico esterno, con la ventosa, ma anche e soprattutto l'organismo interno: abituati a stare in acque ricchissime di ossigeno, sono fisiologicamente impossibilitati ad assumere ossigeno se non è abbondante, per cui sono praticamente condannati a morte quando vengono inseriti nella maggior parte degli acquari domestici, dove la corrente d'acqua in uscita dal filtro è appena accennata e dove specialmente in estate l'ossigeno con il caldo scarseggia. Come potrete leggere nelle pagine dedicate al loro allevamento, per poter vivere in acquario e riprodursi hanno bisogno di un fiume-acquario.

Achirus achirus
Drab sole, Sogliola
Aspettativa di vita: 10 - 15 anni
Dimensioni massime: 30 cm TL

Etichettata erroneamente 'sogliola d'acqua dolce' è in realtà una specie che vive più a lungo e in salute se allevata in acqua salmastra; in natura viene ritrovata spesso anche in acqua marina.

Temperatura in natura: 25 - 28°C
Achirus ineatus - Foto © Raul J. Yalan
Lined sole, Sogliola
Aspettativa di vita: 10 - 15 anni
Dimensioni massime: 23 cm TL

Etichettata erroneamente nei negozi come 'sogliola d'acqua dolce' è in realtà una specie che vive in natura in acqua salmastra e in acqua marina.

Brachirus harmandi che mangia - Foto © Lisbeth Rostad (Youtube)

Aspettativa di vita: 10 - 15 anni
Dimensioni massime: 10 cm SL

Una delle sogliole che si può trovare sporadicamente in commercio, e in genere comprata senza sapere nulla delle sue esigenze e necessità

Brachirus panoides © Frank Schafer (Aquarium Glaser GmbH)

Aspettativa di vita: 10 - 15 anni
Dimensioni massime: 20.0 cm TL

Una delle tante specie di sogliola venduta come d'acqua dolce e che invece d'acqua dolce non è, e che viene spesso comprata senza alcuna cognizione delle sue esigenze e necessità

Brachirus salinarum - Foto © Squishy (Aquariumlife.com.au)
Saltpan sole
Aspettativa di vita: 10 - 15 anni
Dimensioni massime: 15.0 cm TL

Una tra le poche specie di sogliola venduta come 'sogliola d'acqua dolce' che d'acqua dolce sembra esserlo davvero...

Temperatura in natura: 22 - 30°C
Gastromyzon ctenocephalus, notare le grandi macchie dorsali © Charles König (Seriouslyfish.com)
Hillstream loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 4 - 6 anni
Dimensioni massime: 4.5 cm SL

E' la specie di Gastromyzon che si trova più facilmente in commercio, anche se spesso confusa con altre specie di Gastromyzon e di Beaufortia.

Temperatura in natura: 20 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.5
Una coppia di Gastromyzon ocellatus, maschio in alto © Charles König (Seriouslyfish.com)
Hillstream loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 4 - 6 anni
Dimensioni massime: 4.5 cm SL

E' tra i membri del genere Gastromyzon che si trovano più comunemente in commercio, e che spesso si trovano in spedizioni miste che possono contenere altre specie di Gastromyzon o pesci correlati, come Beaufortia kweichowensis.

Temperatura in natura: 20 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 – 7.5
Gastromyzon stellatus -Foto © Mark Duffil
Hillstream loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 4 - 6 anni
Dimensioni massime: 5,2 cm SL

E' uno dei membri del genere Gastromyzon che si trova più comunemente in commercio, e che spesso si trova in spedizioni miste che possono contenere altre specie di Gastromyzon o pesci correlati, come Beaufortia kweichowensis.

Temperatura in natura: 20 - 24°C
Tre specie diverse di Gastromyzontidae apprezzano le alghe fresche - Foto di Martin Thoene (Loaches OnLine)
River loach, Hillstream loach
Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Comprati nella maggior parte dei casi con grande leggerezza, come "mangia-alghe" o "pulivetro", i pesci della famiglia dei Gastromyzontidae, che contiene specie precedentemente ascritte alla famiglia Balitoridae, sono destinati a morire molto presto nei comuni acquari domestici, perché non riescono ad assumere ossigeno, essendosi adattati in natura a sopravvivere in acqua con forte corrente e quindi fortemente ossigenata.

Leptachirus klunzingeri
Tailed sole
Aspettativa di vita: 10 - 15 anni
Dimensioni massime: 15 cm

Una tra le tante sogliole vendute e comprate come 'sogliole d'acqua dolce' ma che in realtà d'acqua dolce non sono... e che spesso vengono messe in acquari non adatti per nulla alle loro necessità

Pseudogastromyzon myersi - Foto © Choy Heng Wah
Sucker-belly loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni massime: 6.0 cm TL

E' il membro del genere più comune da trovare in commercio, ma in passato è stato spesso erroneamente identificato come il congenere Pseudogastromyzon cheni, in quanto le due specie sono indistinguibili in termini di disegno della livrea.

Temperatura in natura: 19 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 – 7.5
Sewellia lineolata - Foto © Martin Thoene (Loaches OnLine)
Tiger Hillstream Loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime: 6 cm SL

E' una tra le specie di hillstream loach più belle e più facili da riprodurre in acquario, se ne vengono rispettate le esigenze. Si è diffusa nel commercio acquariofilo solo a partire dalla metà degli anni 2000 e rapidamente si è affermata come uno dei gastromizontidi più popolari in acquariofilia.

Temperatura in natura: 20 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 – 7.5

I Video:

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.