• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
12 minuti
Letto finora

Soli ma non solitari: l'importanza di allevare i Tetraodontidi da soli (D. Wagaman)

Sab, 04/24/2010 - 15:55
Posted in:
0 comments

Spesso i pesci palla vengono 'umanizzati' e si pensa che da soli soffrano di solitudine. Nulla di più errato: i pesci palla solitari vivono meglio e molto più a lungo di quelli tenuti in compagnia!

Traduzione dell'articolo
"Alone but Not Lonely: The Importance of Keeping Puffers Solo" di Damien Wagaman, AKA puffer_archer
pubblicato sul forum (il miglior forum) in lingua inglese dedicato ai pesci palla ThePufferForum che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.

Tetraodon cutcutia - Foto di Hippocampus-Bildarchiv.de

Piccola nota: anche se nell'articolo permangono le vecchie denominazioni, dopo la revisione di Kottelat del 2013 la tassonomia dei pesci palla è cambiata

Ultimamente, sono stato in pensiero per una tendenza che ho notato sul forum Puffer-keeping: gli acquariofili acquistano un pesce palla in più per prevenire che il pesce palla che possiedono per primo “diventi solitario”. In questo articolo, spero di spiegare perché ciò è inutile, e può anche essere pericoloso per i vostri pesci palla.

Molte specie ittiche in tutto il mondo si raggruppano in gruppi o banchi per proteggersi dai predatori. Con lo stare insieme in gran numero, questi pesci sono in grado di ridurre le possibilità di diventare un pasto. A volte, pesci palla giovani si trovano in grandi gruppi. Tuttavia, man mano che maturano di solito si separano. Da questo momento in poi, i Tetraodontidi iniziano a vivere una vita solitaria, in cui l'interazione con i conspecifici è di solito limitata alla stagione degli amori e ad occasionali dispute territoriali. C'è una ragione molto logica per questo – i Tetraodontidi sono predatori!
In quanto predatori, trascorrono molte ore attraversando il loro territorio alla ricerca di cibo. Possono passare molte ore tra i pasti, e se trovano una zona ricca di cibo, non vogliono che nessun’altro pesce palla si mangi quello che potrebbe essere il loro ultimo pasto per giorni. Questo è il motivo per cui i Tetraodontidi dichiarano un territorio come proprio, e lottano se occorre anche fino alla morte per difenderlo.

In acquario, il territorio è un premio. Rispetto a fiumi, estuari e mari aperti a disposizione dei pesci palla che abitano in natura, l'acquario è un ambiente molto piccolo. In quanto famiglia territoriale, i Tetraodontidi richiedono uno spazio da chiamare proprio. L'introduzione di più di un pesce palla in una vasca, in particolare in un acquario troppo piccolo, è una fonte di problemi. Se due pesci palla non riescono a stabilire chiaramente dei territori propri, combatteranno spesso. A seconda della specie, alcune non si fermeranno fino a quando non uccideranno gli altri pesci palla.
Dopo aver acquistato alcuni pesci palla, molte persone diranno di come i Tetraodontidi vadano d'accordo e come sembrino essere i migliori amici.
Purtroppo, la maggior parte dei pesci palla appena acquistati sono ancora molto giovani - probabilmente hanno meno di un anno. Questo significa che sono ancora immaturi, e puntano a sopravvivere fino all'età adulta più che ogni altra cosa. Come crescono e maturano, tali "amici" spesso iniziano a definire i territori e se non viene fornito spazio a sufficienza, inizieranno a combattere per lo spazio concesso. Con alcune specie, come Tetraodon lineatus, queste lotte di solito portano ad un pesce palla gravemente ferito e un pesce palla morto. Quindi, come pesce solitario che ha bisogno di un territorio, il pesce palla non ha bisogno di compagni di vasca.

Ci sono forse altri pesci che possono vivere con i pesci palla? Beh, questo dipende molto dalla specie di pesce palla. Quando si tratta di pesci palla piscivori (quelli la cui dieta primaria è a base di pesce), la convivenza con altri pesci è per loro una condanna a morte. Questi pesci palla tenderanno agguati e uccideranno qualsiasi compagno di vasca, anche quelli che sono molto più grandi degli stessi pesci palla! I pesci palla molluschivori (i Tetraodontidi che mangiano soprattutto crostacei) possono accettare compagni di vasca. Alcuni possono accettarli per tutta la vita. Altri li tollerano per un po', poi un giorno decidono che vogliono vedere che sapore hanno! Così, anche se alcuni pesci palla possono tollerare altri pesci, è meglio per loro essere allevati da soli o in un acquario di specie.

Chiunque abbia allevato un pesce palla sa che non sono i nuotatori più veloci del mondo. Essi nuotano più come dei dirigibili che dei siluri.
Che cosa ha a che fare questo con il loro allevamento con compagni di vasca? Diventa un problema durante il momento del pasto. I pesci che si muovono molto più velocemente spesso sono in grado di consumare la maggior parte del cibo prima che i pesci palla riescano a mangiarsi la loro parte. Questo è particolarmente vero per alcuni dei pesci palla più piccoli, come Carinotetraodon travancoricus (Dwarf Puffers, Pesce Palla Nano).
Per compensare questa disuguaglianza nell'alimentazione, i proprietari spesso sovra-alimentano i pesci, in modo da consentire ai Tetraodontidi di mangiare abbastanza.
Il risultato è un eccessivo carico di nutrienti in acquario, derivati dal cibo avanzato che marcisce nella vasca. Questa situazione può portare a problemi di alghe, o addirittura ad un collasso dell’acquario, e potrebbe ucciderne gli abitanti.

E’ comune per gli allevatori dei pesci palla dare agli animali caratteristiche umane. A differenza degli esseri umani però, i pesci palla non hanno bisogno di amici o compagni per il loro benessere. Essi non si sentiranno soli, né diventano depressi perché non hanno un altro pesce palla vicino. In molti casi, piuttosto è vero il contrario, e può essere molto più bello per i loro allevatori allevarli come individui singoli. Come regola generale, la maggior parte dei Tetraodontidi vivrà una vita più sana, più felice, con meno stress, se non ci saranno altri pesci palla nel loro territorio.

Come per ogni regola, tuttavia, ci sono sempre delle eccezioni, e questa ne ha qualcuna. Mentre la maggior parte delle specie dei pesci palla vive meglio da solitaria, ce ne sono alcune che tollerano dei compagni di vasca. Tali eccezioni hanno però un’avvertenza: "Le specie della famiglia dei Tetraodontidi sono individualistiche - e mentre un pesce palla può andare d'accordo con dei compagni di vasca, un altro pesce palla della stessa specie potrebbe essere completamente intollerante a qualsiasi altra creatura nel suo acquario". Per questo motivo, se si decide di allevare più Tetraodontidi nello stesso acquario, si dovrebbe sempre avere a disposizione un acquario alternativo nel caso le cose non funzionano.

Carinotetraodon travancoricus

La prima eccezione è il popolare pesce palla nano (Carinotetraodon travancoricus). Questo pesce palla rimane piccolo, raggiungendo solo 4-5 cm. Una cosa che rende questi pesci palla unici è che è facile determinare il loro sesso una volta che siano sessualmente maturi. I maschi rimangono più piccoli e sviluppano una striscia marrone scuro verticale sul ventre. Le femmine sono solitamente più grandi e non hanno questa striscia (nota di Ed: I maschi possono essere sempre distinti dalle loro guance colorate con un disegno "rugoso").
Se si dispone di un acquario adeguato (cioè, uno che fornisce almeno 10-15 litri per ogni pesce palla), con molti arredi e più nascondigli che pesci, allora allevare 2 o 3 femmine per ogni maschio spesso funziona bene. Infatti, in queste condizioni e con una dieta adeguata, i Carinotetraodon spesso depongono le uova. I Carinotetraodon sono stati allevati con successo con i mangiatori di alghe Otocinclus. C'è stato anche un limitato successo nell’allevare i Carinotetraodon con diverse specie di gamberetti, come Caridine e Neocaridine. Con i gamberetti però c'è sempre il rischio che alcuni pesci palla nani decidano che sono cibo e se li mangino.

Colomesus asellus

Un altro pesce palla d'acqua dolce che è stato allevato con successo con conspecifici è il pesce palla sudamericano Colomesus asellus. In vasche di grandi dimensioni, almeno 250 litri, i Colomesus asellus possono essere allevati in piccoli gruppi. Come con qualsiasi altro pesce palla, l’acquario deve avere tantissimi arredi. Gli arredi devono essere predisposti in modo da rompere le linee visuali nella vasca, per ridurre al minimo gli scontri. Inoltre, ci dovrebbero essere più grotte e nascondigli di pesci palla nella vasca, per impedire loro di litigare per il possesso di un posto per dormire o riposare.

Tetraodon biocellatus

Il Tetraodon biocellatus o pesce palla “figura otto”, tende a vivere più a lungo se allevato come individuo solitario. Uno studio fatto sull’allevamento del Tetraodon biocellatus ha dimostrato che gli individui solitari vivono molto più a lungo di quelli alloggiati insieme. Il Tetraodon biocellatus più vecchio certificato in questo studio ha vissuto per più di 18 anni! Tuttavia, possono essere allevati con i pesci ape, Brachygobius nunus. Questi gobidi rimangono molto piccoli e in genere si allevano da sé. Sono anche eccellenti spazzini e fanno un buon lavoro per ripulire il pasticcio che i Tetraodontidi spesso fanno quando mangiano. Tetraodon biocellatus e Brachygobius sono un buon mix, perché hanno i richieste ambientali molto simili. Entrambi stanno al meglio in acqua leggermente salmastra con una densità di circa 1,005. Si deve però notare che a volte, specialmente in un acquario con pochi arredi, i Tetraodon biocellatus decidono di scoprire che sapore hanno i pesci ape loro compagni di vasca.

Tetraodon nigroviridis & Tetraodon fluviatilis

Il Tetraodon nigroviridis (Green-Spotted Puffer) e il Tetraodon fluviatilis (Ceylon Puffer) sono altre eccezioni. Quando viene fornito l'ambiente adeguato, queste due specie spesso convivono senza problemi. Spesso, possono essere allevati insieme anche più esemplari delle due specie. Si ricorda che perchè tutto funzioni bene, la vasca deve essere ben arredata, con abbondanza di nascondigli e un sacco di spazio. Per questi pesci palla più grandi, c’è bisogno di almeno 140 litri ad esemplare. Se tenuto in acquari più piccoli, vi è un rischio molto maggiore di combattimenti e lotte territoriali.


Ci sono diverse cose da considerare quando si allevano più specie di Tetraodontidi nello stesso acquario. In primo luogo, inserire sempre Tetraodontidi più giovani e più piccoli possibile, delle stesse dimensioni. I Tetraodontidi giovani tollerano meglio gli altri e sono più propensi a tirare avanti tutta la vita. In secondo luogo, inserirli sempre allo stesso tempo.
Aggiungere un nuovo pesce palla in un acquario dove altri pesci palla si sono stabilizzati è un modo sicuro per iniziare a farli combattere, e probabilmente ad uccidersi a vicenda.
Se dovesse presentarsi la necessità di aggiungere un pesce palla ad un acquario dove ce n’è già un altro, il modo migliore per farlo è quello di togliere dall’acquario il pesce palla esistente, spostare tutti gli arredi e poi reintrodurre entrambi i pesci. Purtroppo, anche questo potrebbe non essere sufficiente. Per questo motivo, e semplicemente perché i Tetraodontidi sono così imprevedibili, deve essere sempre disponibile un acquario alternativo.

Quando si alleva qualsiasi specie di pesce palla insieme sia con conspecifici sia con altri pesci, si corrono sempre dei rischi. Questi pesci sono, prima di tutto, predatori - e questo istinto non lo perderanno mai. Bisogna avere sempre un acquario di riserva pronto a partire nel caso in cui le cose inizino ad andare male. Piccole controversie tra compagni di vasca nuovi sono del tutto normali, in quanto devono suddividersi il territorio e adattarsi all'ambiente in cattività. Se le lotte continuano per un tempo prolungato o peggiorano, i Tetraodontidi dovrebbero essere immediatamente separati, per evitare danni permanenti o la morte.

Spero che questo articolo aiuti a dissipare alcune delle comuni idee sbagliate presenti in acquariofilia per quanto riguarda le abitudini sociali dei Tetraodontidi. Non esitate a contattarmi se avete ulteriori domande su questo argomento.

© Damien Wagaman, AKA puffer_archer - www.thepufferforum.com

Stai pensando di comprare dei pesci palla?
Vai alle pagine sui pro e contro del loro allevamento

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti alla Famiglia

Maschio adulto di Carinotetraodon borneensis, dal bacino superiore del Batang Sadong, Sarawak, Malaysia (Borneo) © Michael Lo
Bornean red eye puffer
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 4.4 cm SL

Questa specie è relativamente rara nel commercio acquariofilo, ma è disponibile occasionalmente, a volte mescolato tra spedizioni del congenere Carinotetraodon salivator. Le sue esigenze d'allevamento sono simili a quelle degli altrì congeneri.

Temperatura in natura: 23 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.8
Carinotetraodon imitator - Photo by Fishplore.com
Imitating dwarf puffer
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 2,2 cm

Viene importato dall'India insieme a Carinotetraodon travancoricus, con il quale spesso viene confuso. L'allevamento in acquario è abbastanza semplice, l'aggressività intraspecifica è relativamente bassa.

Carinotetraodon irrubesco maschio - Foto © Thepufferforum.com
Red-tailed Red-eye puffer
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 4.5 cm SL

Questa specie non è molto comune nel commercio acquariofilo, presumibilmente perché nei suoi fiumi nativi non viene praticata la pesca ai fini del commercio per gli acquari. E' simile comunque come esigenze d'allevamento ai congeneri Carinotetraodon borneensis e Carinotetraodon lorteti

Temperatura in natura: 23 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.8
Carinotetraodon lorteti - Foto © Enrico Richter
Redeye puffer
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 6.0 cm SL

Nonostante siano abbastanza popolari nel commercio acquariofilo, sono probabilmente la specie più aggressiva e territoriale tra i Carinotetraodon, e possiedono la capacità di cambiare colore a seconda dell'ambiente circostante e del loro stato d'animo.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Valori pH in natura: 6.5 - 7.0
Carinotetraodon salivator maschio - Foto © Browncloud (Thepufferforum.com)
Striped Redeye Puffer
Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni massime: 4.0 cm SL

Questo pesce palla nano d'acqua dolce è molto difficile da trovare in commercio, in genere viene confuso con Carinotetraodon irrubesco e Carinotetraodon lorteti con i quali è strettamente correlato.

Temperatura in natura: 23 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.8
Carinotetraodon travancoricus - Foto © Myaj (Thepufferforum.com)
Malabar puffer, Pesce palla nano
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 3.5 cm TL; è tuttavia difficile che superino i 2,5 cm di lunghezza

E' probabilmente la più piccola specie di pesce palla, ed è sicuramente uno dei pesci più piccoli in commercio. Ha un aspetto carino, divertente e simpatico e un'affascinante stile di nuoto, che lo rendono giustamente popolare, anche se è fin troppo spesso venduto senza le informazioni corrette necessarie per la sua salute e cura a lungo termine.

Temperatura in natura: 22 - 28°C
Valori pH in natura: 7.5 - 8.3
Colomesus asellus - Foto di Damien Wagaman (The Puffer Forum)
Amazon puffer, SAP
Aspettativa di vita: 10-15 anni
Dimensioni massime: 13 cm TL

Il pesce palla d'acqua dolce sudamericano, Colomesus asellus, è abbastanza semplice da allevare rispetto agli altri pesci palla della famiglia Tetraodontidae, purchè si abbia una vasca grande, si allevino in gruppo e si tenga presente che sono come tutti i pesci palla vivaci, aggressivi, mangiatori di pinne e squame altrui.

Temperatura in natura: 22 - 28°C.
Valori pH in natura: 5.5 - 7.2
Tetraodon fluviatilis - Foto © JJPhoto (Thepufferforum.com)
Green puffer, Ceylon puffer
Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Dimensioni massime: 17 cm TL

Meglio conosciuti con il loro vecchio nome di Tetraodon fluviatilis, questi pesci nonostante vengano spesso venduti come pesci palla d'acqua dolce, sono in realtà una vera specie salmastra, che può vivere anche in acqua pienamente marina. Diventano però grandi e sono molto aggressivi e mordaci, per cui non sono adatti agli acquari di comunità.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Valori pH in natura: 7.8 - 8.4
Dichotomyctere nigroviridis (ex Tetraodon nigroviridis) - Foto © Guérin Nicolas (Wikipedia)
Green puffer, Pesce palla
Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Dimensioni massime: 17.0 cm TL

Meglio conosciuto con il vecchio nome di Tetraodon nigroviridis, è uno dei pesci palla d'acqua salmastra più diffusi in commercio, grazie alla bella colorazione e all'aspetto simpatico, ma non è certamente un pesce per gli acquari di comunità in generale, anche se purtroppo è spesso venduto come tale; inoltre la bella colorazione si perde con l'età.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Valori pH in natura: 7.5 - 8.0
Dichotomyctere ocellatus (ex Tetraodon biocellatus) - Foto di Emiliano Spada
Figure eight puffer
Aspettativa di vita: 15-20 anni
Dimensioni massime: 8 cm TL

Meglio conosciuto con il vecchio nome di Tetraodon biocellatus, è uno dei pesci palla che si trovano più comunemente in commercio, ma non è decisamente adatto a tutti, per le sue esigenze alimentari e la necessità di acqua salmastra e di altissima qualità. Quando allevato correttamente è un piccolo e affascinante pesce che può mostrare vera personalità.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.5 - 7.5
Leiodon cutcutia (ex Tetraodon cutcutia) - Foto © Balaram Mahalder
Ocellated puffer
Aspettativa di vita: 10 - 20 anni
Dimensioni massime: 9 cm TL (secondo Fishbase sono stati però registrati T. cutcutia di 15 cm TL)

Leiodon cutcutia (ex Tetraodon cutcutia) è un pesce palla d'acqua dolce, che come altri pesci palla, nonostante le relativamente piccole dimensioni, non è affatto adatto ad acquari piccoli, nè tantomeno ad acquari di comunità, in quanto è una specie molto aggressiva, sia con i consimili che con gli altri pesci.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Valori pH in natura: 7.0 - 7.5
Coppia di Pao baileyi (ex Tetraodon baileyi) - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)
Hairy Puffer
Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Dimensioni massime: 12 cm SL

Abbastanza raro da trovare il commercio, l'Hairy puffer, pesce palla peloso, deve il suo nome comune ai "cirri", escrescenze simili a peli che ne ricoprono il corpo. Come molti altri pesci palla, è una specie aggressiva e intollerante, che va allevata da sola.

Pao cochinchinensis (ex Tetraodon cochinchinensis) - Foto © Johnny Jensen - JJPhoto (ThePufferForum.com)
Brown puffer
Aspettativa di vita: 10 - 20 anni
Dimensioni massime: 7 cm SL

Si trova in commercio abbastanza frequentemente, offerto come pesce palla che si riproduce facilmente, anche se in realtà il suo allevamento andrebbe riservato ad acquariofili esperti, in quanto è molto aggressivo, intollerante, antisociale, predatore, e mangiatore di pinne e di squame.

Temperatura in natura: 24 - 28°C.
Valori pH in natura: 7.0 - 7.5
Pao palembangensis (ex Tetraodon palembangensis) - Foto di Ian Jefferies, AKA Rocker (The Puffer Forum)

Aspettativa di vita: 10 - 20 anni
Dimensioni massime: 21 cm SL

E' un pesce palla d'acqua dolce predatore d'agguato, che passa tutto il tempo fermo e immobile, nascosto da qualche parte nella vasca, muovendosi solo quando viene offerto del cibo. Adatto solo ad ammiratori entusiasti del suo stile.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Pao suvattii (ex Tetraodon suvattii) - Foto © Dietmar Scholtz (FishBase)
Pignose puffer, Mekong puffer
Aspettativa di vita: 10 - 20 anni
Dimensioni massime: 15 cm SL

E' una specie molto aggressiva e predatrice piscivora d'agguato, per cui non è raccomandabile per le vasche di comunità, ma dovrebbe essere allevata solo chi ha un vero interesse per questa specie ed i suoi comportamenti interessanti.

Tetraodon mbu,  Mbu puffer: lo stesso pesce  da giovane e da adulto
Congo puffer, Giant puffer
Aspettativa di vita: 10 - 20 anni
Dimensioni massime: 67 cm TL

E' una specie dal comportamento straordinario, paragonabile a quello di un animale domestico, ma a causa delle sue dimensioni finali e della sua aggressività, è veramente adatto solo ai grandi acquari pubblici o quei pochi appassionati capaci di ospitarlo per tutta la vita in un acquario opportunamente dimensionato.

Temperatura in natura: 24 - 26°C
Tetraodon miurus - Foto © Rocker (ThePufferForum.com)
Dwarf Congo puffer
Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Dimensioni massime: 15 cm SL

E' una specie davvero inconsueta, che a causa del pessimo carattere e del fatto che è un predatore d'agguato piscivoro che passa la maggior parte del tempo sepolto nella sabbia, è raccomanabile solo ad acquariofili esperti e che apprezzano il suo stile di vita.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Tetraodon schoutedeni - Foto © Hippocampus-bildarchiv.de
Leopard puffer
Aspettativa di vita: 10 - 20 anni
Dimensioni massime: 9 cm TL

E' un pesce palla d'acqua dolce che non si trova spesso in commercio, le informazioni su carattere ed esigenze sono poche e spesso contraddittorie.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.5 - 7.5

Risorse:

Figure Eight Puffers: A Great Small Brackish Fish
di Ricketts, Robert T. (traduzione: Tetraodon biocellatus, Un Piccolo Grande Pesce Salmastro

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.