• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Xiphophorus hellerii

Heckel, 1848

E' uno tra i pesci d'acquario più riconoscibili del mondo e onnipresente nel commercio dei pesci ornamentali, l'allevamento selettivo ha portato allo sviluppo di una sconcertante serie di forme ornamentali che tendono a mostrare colori e morfologia delle pinne non presenti nei pesci selvatici.

Xiphophorus hellerii, maschio - Foto © Hristo Hristov

nome comune
Swordtail
sinonimi
Xiphophorus brevis; Xiphophorus guentheri; Xiphophorus Guntheri; Xiphophorus helleri brevis; Xiphophorus helleri helleri; Xiphophorus helleri strigatus; Xiphophorus hellerii guentheri; Xiphophorus jalapae; Xiphophorus rachovii; Xiphophorus striga
dimensioni massime in natura
14-16 cm compresa la coda
aspettativa di vita
5-6 anni

E' uno tra i pesci d'acquario più riconoscibili del mondo e onnipresente nel commercio dei pesci ornamentali, anche se il suo nome è spesso scritto in modo errato (Xiphophorus helleri con una sola i, mentre l'ortografia corretta è Xiphophorus hellerii con due i) sia nella letteratura scientifica che tra gli hobbisti.
L'allevamento selettivo ha portato allo sviluppo di una sconcertante serie di forme ornamentali che tendono a mostrare colori e morfologia delle pinne non presenti nei pesci selvatici. Alcune di queste forme sono anche il risultato di ibridazioni artificiali con altri membri del genere, in particolare Xiphophorus maculatus e Xiphophorus variatus

Nonostante la loro diffusione, in realtà non sono adatti alle comuni vasche di comunità, che sono in genere decisamente piccole per consentire un loro corretto sviluppo: sono tra i tanti pesci comprati come oggetti, pensando quasi siano di plastica, e non esseri viventi, per di più 'cuccioli', pesci giovanissimi che devono ancore crescere... i portaspada diventano molto più grandi di platy e guppy, possono arrivare ai 15-16 cm se si comprende anche la lunga coda, per cui hanno bisogno di una vasca molto grande per poter nuotare liberamente, crescere, diventare adulti e invecchiare serenamente.

Morfologia: Spine dorsali (totale): 0-0; Raggi dorsali molli (totale): 11-14; spine anali 0-0; Raggi anali molli: 8-10. Corpo allungato; capo aguzzo.
Livrea: Ci sono molte varietà di colorazione, dovute agli habitat naturali molto vasti. Per il P. helleri verde, il colore di base è grigio oliva; le file di squame lungo la metà del corpo sono da verdi ad azzurre; il ventre è bianco ed è presente una linea longitudinale rosso chiaro, rosso scuro o marrone sui fianchi in tutte le popolazioni (varietà regionali). In poche varianti, possono essere presenti una o due linee supplementari sopra questa linea ed una o due sotto. In quasi tutte le popolazioni, la pinna dorsale ha punti o macchie di colore rosso. Questa colorazione può anche comparire nella pinna caudale. La spada dei maschi è giallo luminoso ed ha un orlo nero più spesso sotto che sopra. I pesci vecchi (di 3 - 4 anni) possono avere la spada completamente nera dalla pinna caudale per tutta la lunghezza fino alla punta.
Viene usato per la ricerca genetica. Sono pesci d'acquario molto popolari, particolarmente le varietà rosse.

Xiphophorus hellerii 'Yucatan': Nel 1975 l'acquariofilo berlinese Günter Daul raccolse durante un viaggio di vacanza in Messico alcuni Portaspada nello stato di Quintana Roo e li portò a casa con successo. Questo ceppo venne chiamato più tardi erroneamente Xiphophorus helleri Yucatan, anche se lo stato dello Yucatan si trova a ovest di Quintana Roo. Il ceppo avrebbe dovuto essere denominato correttamente Xiphophorus helleri Quintana Roo; ma il pesce è stato indicato così spesso nella letteratura acquariofila sotto il nome di Xiphophorus helleri Yucatan che una correzione avrebbe portato solo ad inutile confusione. Chi è interessato alla storia di questi pesci può approfondire con la lettura di questo articolo. È molto interessante il fatto che questa popolazione sia sopravvissuta come ceppo puro per circa 40 anni negli acquari degli acquariofili.

Le specie di Xiphophorus sono naturalmente distribuite in tutto il versante atlantico del Messico e nelle porzioni adiacenti del Centro America, anche se sono stati introdotti e si sono stabiliti in altri paesi e territori. In inglese sono comunemente indicati come ‘platyfish’ e ‘swordtail’, e sono considerati importanti in diversi campi della ricerca scientifica, tra cui studi su comportamento, genetica e biomedica (tra cui la causa e la genetica dei tumori).

Il genere è suddiviso in tre principali clade filogeografici: i Platy, che si trovano in tutto il Messico orientale e in America Centrale; i Portaspada settentrionali, endemici nello spartiacque tra Río Panuco e Río Tuxpan nelle montagne orientali della Sierra Madre nel nord-est del Messico, e i Portaspada meridionali, nel Messico meridionale e nell'America Centrale settentrionale. Le relazioni all'interno di questi gruppi sono state studiate in profondità. Xiphophorus hellerii è un membro del clade dei portaspada meridionali.

distribuzione

America Centrale e del Nord: Rio Nantla, Veracruz in Messico e in Honduras nordoccidentale.
Africa: Popolazioni selvatiche sono state segnalate dal Natal e dal Transvaal orientale, così come nel lago Otjikoto, in Namibia.
Parecchi paesi segnalano un effetto ecologico negativo dopo l'introduzione.

habitat

Ambiente: bentopelagico; non migratori; acqua dolce e acqua salmastra; Clima: tropicale
Si trova principalmente in torrenti ed in fiumi dalla corrente veloce, e preferisce gli habitat molto ricchi di vegetazione. Si presenta nelle calde acque sorgive e nei loro effluenti, nei canali pieni d'erbacce e negli stagni.

temperatura in natura
25 - 27°C
valore pH in natura
7.0 - 8.0
valori acqua in natura
dH: 9.0 - 19.0
allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 120 cm di lunghezza per un gruppo di minimo 5-6 esemplari.
La scelta degli arredi non è particolarmente critica, anche se tende a stare meglio in un allestimento fittamente piantumato con un substrato scuro. Le forme selvatiche potrebbero essere ospitare in un acquario organizzato per assomigliare ad un ruscello che scorre tra rocce erose dall'acqua e piccoli massi. Sembra essere apprezzata anche l'aggiunta di alcune piante galleggianti per schermare la luce e di radici o legni, che aggiungono una sensazione più naturale. La filtrazione non deve essere particolarmente forte, anche se sembrano apprezzare un certo grado di movimento dell'acqua.

Comportamento e compatibilità: negli spazi chiusi dell'acquario i gruppi di maschi tendono a formare gerarchie di dominanza e possono investire una percentuale significativa del loro tempo nel cercare di mantenere le rispettive posizioni.

alimentazione

L'analisi del contenuto dello stomaco di esemplari selvatici hanno dimostrato che è un onnivoro generalizzato, nutrendosi di una serie di invertebrati acquatici e terrestri, detriti organici, alghe e altro materiale vegetale. In acquario accetta volentieri qualsiasi cibo gli venga offerto. Una dieta equilibrata comprende buoni prodotti secchi di qualità con piccole aggiunte di cibo vivo e/o congelato come Daphnia, Artemia e Chironomus.

  • Specie che va allevata in gruppo
  • il numero delle femmine deve essere superiore a quello dei maschi
  • Specie che diventa grande: la femmina supera i 16 cm
  • Specie ormai da anni riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio sono tutti d'allevamento. Chiedete comunque sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono d'allevamento o di cattura.</li>
comportamento riproduttivo
Specie ovovivipara, fecondazione interna.
dimorfismo sessuale
I maschi adulti tendono ad essere più piccoli rispetto alle femmine e sono in possesso di un gonopodio prominente, in più presentano l'estensione caratteristica del lobo inferiore della pinnadella caudale. In alcuni ceppi ornamentali possono presentare delle estensioni anche il lobo superiore della pinna caudale o altre pinne, comprese le femmine.
riproduzione

La femmina produce da 20 a 200 avannotti, dopo un periodo di gestazione da 24 a 30 giorni. I giovani raggiungono la maturità sessuale dopo 8 - 12 mesi. Questa specie ha una tendenza a subire un'inversione sessuale (da femmina a maschio) se sottoposta a determinate condizioni ambientali.

Come gli altri membri della famiglia vivipara dei Poeciliidae, il maschio Xiphophorus ha un gonopodio, essenzialmente una pinna anale modificata, che viene utilizzato per la fecondazione interna delle femmine. Il comportamento riproduttivo degli Xiphophorus è ben studiato, e le femmine sono note per mostrare preferenza per numerose caratteristiche fisiche e comportamentali del maschio, come la lunghezza della spada (lunga, corta, o senza), il disegno della livrea, le dimensioni corporee, macchie verticali sul corpo, segnali chimici e comportamenti nuziali specifici. In alcuni casi, le femmine possono mostrare preferenza per tratti maschili di altre specie.

Il comportamento maschile è stato progettato sia per attirare le femmine che per scacciare i rivali. Le femmine sono anche in grado di immagazzinare sperma maschile vitale per mesi,

SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.