Attenzione

Lago Tanganika, baia Kungwe © Vera Gladyshenko

Acquario biotopo: Lago Tanganika, biotopo sabbioso nella baia Kungwe, a 500 metri dalla riva © Vera Gladyshenko (Biotope Aquarium Design Contest 2015)

Acquario biotopo: Lago Tanganika, biotopo sabbioso nella baia Kungwe (vedi la descrizione dell'allestimento), a 500 metri dalla riva © Vera Gladyshenko (Biotope Aquarium Design Contest 2015)

Volume dell'acquario: 250 l
Animali: Neolamprologus multifasciatus

Descrizione biotopo: Si tratta di un frammento dell'habitat di Neolamprologus multifasciatus su enormi "cimiteri" di conchiglie (Neothauma tanganicense), estesi per diversi ettari a profondità che vanno da 5 a 40 metri. Uno strato di gusci vuoti può essere alto più di 50 cm di spessore, e possono esserci anche delle lumache vive. Un maschio nuota 5 cm sopra il substrato controllando diverse femmine, che non vanno lontano dal guscio per nascondersi in caso di pericolo. Nello strato più basso di conchiglie si nascondono gli avannotti. Secondo i ricercatori, ogni metro quadrato di superficie in natura ci sono dai 6 ai 10 pesci adulti, esclusi i giovani, e questo significa che, al contrario di quanto si pensa, hanno bisogno di spazio.

© Vera Gladyshenko (Biotope Aquarium Design Contest 2015)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Per approfondire:

Farlowella sp. nel suo habitat naturale - Foto © Ivan Mikolji (Mikolji.com)

Conoscere e studiare gli ambienti naturali da cui proviene una specie è molto importante, perché aiuta a capire quello di cui ha bisogno per poter essere allevata in acquario. E' infatti soprattutto dall'osservazione delle specie e del loro comportamento in natura che si possono avere tutta una serie di informazioni utilissime per creare in cattività un ambiente dova possano vivere e riprodursi in modo ideale.