Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sulla coltivazione delle piante acquatiche del genere Anubias, grazie ai messaggi pi√Ļ interessanti tratti da it.hobby.acquari

Anubias barteri in fiore, in basso un Mikrogeophagus ramirezi - Foto © Franco

it.hobby.acquari

Ed ecco qui di seguito i post pi√Ļ interessanti che riguardano le piante di¬†Anubias ripescati da it.hobby.acquari ringrazio tutti i partecipanti e le persone che citer√≤ nei messaggi riportati, per il contributo che danno alla crescita dell'acquariofilia.

Roberto Restelli (25 lug 2006)

[D] Fotografie fiore di anubias barteri var.nana

Visto che se ne era parlato qualche tempo fa, e che *magicamente* le anubias in uno dei miei acquari ha ripreso a fiorire posto qualche fotografia scattata velocemenente e senza troppa cura (ma almeno sono a fuoco! :-) ). 
Senza pretese, ma solo con l'intenzione di mostrare come sono i fiori di questa pianta (penso molto diffusa nei nostri acquari ma che raramente ho visto fiorita): http://it.photos.yahoo.com/roberto_restelli

Per essere sincero la pianta ha ripreso a fiorire dopo che l'ho trascurata un pochino, allungando i tempi di cambio dell'acqua e dopo una riduzione della luce sul fondo dovuta alla mancata potatura delle altre piante che in questo modo creavano un'ombra pi√Ļ diffusa. :-D

Svetlana

Bello!!! E anche molto insolito vedere una pianta sott'acqua fiorire... 
Ma e` piantata sul fondo(mi sembra...)?

Roberto Restelli

Sì, le radici affondano nel terreno sabbioso ( 2cm circa di sabbia+sottofondo in argilla). Il rizoma è praticamente al livello del fondo (sembra appoggiato sulla sabbia), e le infiorescenze si presentano in prossimità della parte "giovane" della pianta. 
Le foto sono state scattate pi√Ļ di 15 giorni fa, ed ora il fiore √® quasi appassito. Di fianco a questo (a partire dal rizoma) per√≤ ne √® spuntato un altro che si √® aperto giusto ieri. Vedo di fare qualche foto in pi√Ļ questa sera... :-)

EC

> Le foto sono state scattate pi√Ļ di 15 giorni fa, ed ora il fiore √® quasi appassito.¬†
Penso sia normale con queste temperature. A me in estate non e' mai fiorita pero' in inverno il fiore mi dura quasi 2 mesi prima di appassire.

Paolo Marotta

le mie sono attualmente in piena fioritura da almeno 1 mese e mezzo. 
Fino ad ora complessivamente ne hanno fatti ben 6... 
Peccato per le alghe che rovinano lo spettacolo (ma ancora per poco... spero).

Pesce Solubile (Mr. Pandawa)

Ehm... come si fa a far fiorire l'anubias? caso? durezza? culo? 
fate sapere, sarebbe un'esperienza!

Paolo Marotta

>Ehm... come si fa a far fiorire l'anubias? caso? durezza? culo? 
mah, personalmente non ho fatto nulla, salvo che cercare di mantenere stabili i valori dell'acqua e fertilizzare regolarmente.

EC

>Ehm... come si fa a far fiorire l'anubias? caso? durezza? culo? 
Culo..., culo di caridina. In quella vaschetta mi fioriscono solo da quando ho i gamberi. Pochissima luce, pH 7.2, cond. 270/280. Invece quelle che mi ha dato Alessio al pranzo di torbole non sono mai fiorite. 
Probabilmente sono abituate male e viziate e vogliono vasche spinte. Parlo della barteri nana perche' quell anormale mi e' fiorita solo ai tempi dei guppy. Da segnalare una fioritura di spathiphyllum che usavo con i discus (non per frustarli!) che ha il fiore identico.

Paolo Marotta

in effetti anche io ho le caridine e sono fiorite solo un po' di tempo dopo averle messe... ma non fa testo visto che la mia vasca ha solo 4 mesi di vita

Serena Pila

>Ehm... come si fa a far fiorire l'anubias? caso? durezza? culo? 
A noi erano fiorite poco tempo dopo aver messo le piante, poi basta nonostante le dimensioni raggiunte ci dicano che proprio male non stanno.

Roberto da Baskerville

>Ehm... come si fa a far fiorire l'anubias? caso? durezza? culo? 
A me sta fiorendo una attaccata malamente ad un tronco in una vasca dove tutte le altre piante stentano da morire (nel senso che stentano e muoiono) e dove non ho dato nessun fertilizzante, anche perchè avevo chiesto disperato consiglio sul tema ma nessun mi ha aiutato :-(

Roberto Restelli

>Ehm... come si fa a far fiorire l'anubias? caso? durezza? culo? 
Ehm... la ricetta non mi è nota, quindi opterei per la prima o l'ultima... :-) 
Se vuoi ti riporto i valori in vasca: 
vasca da 80L, ben piantumata; ph 7-7.5, KH=5'dK, GH=7'dK, NO3=12,5mg/l, 
PO4=1,0mg/l. 
Fertilizzazione molto ridotta, essenzialmente con pastiglie da fondo (nessun fertilizzante liquido in questa vasca) e "fertilizzante naturale" (carico organico dei pesci); CO2 a lievito e zucchero. 
Fondo sabbioso+argilla.

Penso che i fattori pi√Ļ determinanti siano stati:¬†
- aumento della temperatura (normalmente a 23-24 gradi, in questi giorni variabili tra i 27 ed i 30'C) 
- giusta quantità di luce. I fiori sono sempre cresciuti in quel punto della vasca, praticamente sotto le lampade (15W+15W) ma quando la luce rimane molto attenuata dalle piante superiori (che ometto di potare). 
Non so se determinante: di solito il cambio d'acqua (25 litri su 80) viene fatto ogni 15-17 giorni. In questo periodo √® pi√Ļ rado ed arriva a 20-25 giorni.

Popolazione in vasca (un po' di fritto misto): 1 ancistrus di 12 cm, 1 gyrinocheilus aimonieri, 3 cory, e la famigliola di endler che mi avevi dato tu :-D (difficili da contare, visto che ora la vasca è una jungla: forse 20-25 esemplari tra adulti e avannotti). Per la cronaca: NESSUNA CARIDINA (mai messe in questa vasca).

Paolo Marotta

>ph 7-7.5, KH=5'dK, GH=7'dK, NO3=12,5mg/l, 
praticamente i miei stessi parametri eccezion fatta per il ph che e' stabilmente 7 ed i nitrati un poco piu' alti (almeno fino a quando giorni fa non ho deciso di togliere un po' di pesci).

>Fertilizzazione molto ridotta, essenzialmente con pastiglie da fondo (nessun fertilizzante liquido in questa vasca) e "fertilizzante naturale" (carico organico dei pesci); CO2 a lievito e zucchero. 
io invece fertilizzavo (prima dell'esplosione di alghe) regolarmente

>Fondo sabbioso+argilla. 
il mio fondo invece e' fatto da terriccio fertile per acquari e sopra uno strato di ghiaiono di quarzo... ma non penso faccia molto testo visto che tutte le mie anubias sono ancorate a dei tronchi.

>Penso che i fattori pi√Ļ determinanti siano stati:¬†
>- aumento della temperatura (normalmente a 23-24 gradi, in questi giorni variabili tra i 27 ed i 30'C) 
idem, temperatura sostanzialmente intorno a 26 gradi

>- giusta quantità di luce. I fiori sono sempre cresciuti in quel punto della vasca, praticamente sotto le lampade (15W+15W) ma quando la luce rimane molto attenuata dalle piante superiori (che ometto di potare). 
vale anche per me, 5 dei 6 fiori sono stati prodotti dalle anubias poste in zona centrale a diretta esposizione, mentre le due anubias poste in ombra (riparate dall'higrophilla) ne hanno prodotto solo 1.

Balan (18 nov 2001)

Ho delle piantine di nome Anubias piantate da poco, stanno rigettando come delle matte ma non riesco a capire le sfumature marrognole che a prima vista da un'inesperto potrebbe sembrare non buono come devo comportarmi?

LordTHeuZ

Le sfumature marrognole che vedi sulle tue anubias potrebbero essere alghe, se fosse così entro breve tempo vedrai le foglie ricoprirsi di una patina verdastra/marrognola. Puoi tenere sotto controllo la cosa sia provvedendo aduna pulizia meccanica (che però non risolve il problema alla radice), sia considerando il fatto che le anubias sono generalmente piante con esigenze di luce modeste. Pertanto, se alle anubias basta poca luce e la somministrazione della stessa è invece abbondante, le piante si ricoprono facilmente di alghe. Si può ovviare al problema mettendo la pianta in una zona di penombra. 
Tieni infine presente che ci sono varie anubias, e con sfumature di colore differenti... Ad esempio, potresti avere una anubias spec. coffeefolia, pianta che ha i riflessi marrognoli distribuiti su tutte le foglie, e in tal caso la situazione sarebbe del tutto normale!

Gabriele Andi

A me le anubias se le metto troppo alla luce si ricoprono di una patina di alghette. Quindi se è lo stesso problema stai attento alla luce. Da poco ho scoperto che ci sono le caridina che si mangiamo volentieri le alghe.

marco-pc (12 giu 2002)

nel mio 100L netti ho moltissime piante, Varie Crypto, Hygrophila Polysperma e Corymbosa, muschio di Java ed altre. 
Tra di queste molte Anubias nana e un anubias heterophylla 
Alcune foglie di anubias nana, purtroppo, cominciano a "marcire" sul bordo, e pian piano la macchia si espande, lasciando solo le nervature. 
Anche l'anubias heterophylla, non è bella verde, ma presenta nervature scure. 
Tutte le altre piante stanno bene, quindi la luce dovrebbe essere sufficiente... 
Il Kh 3 può essere una causa?

Igor

Il kH = 3, a meno che non scenda, va benissimo. 
Il problema della luce, per le anubias, √® opposto: E' la troppa luce che gli fa male. Andrebbero messe in angoli in cui la luce non √® diretta, oppure, nel caso di molta luce ( anche se, in questo caso, io non le metterei affatto ), all' ombra fornita dalle piante pi√Ļ alte.¬†
Alcune piante, come le Cryptocoryne, in caso di un forte incremento di luce perdono le foglie, ma poi le rimettono, pi√Ļ belle di prima; non √® cos√¨ per le anubias che, invece, le perdono e schiattano!¬†
Penso che il problema possa essere questo, oltre alla fertilizzazione come dice il buon Discus, in quanto, per esperienza personale, le Anubias sono toste a crepare...

Alfonso di Rienzo

provo a dire la mia.... Hai il fondo fertilizzato? Se no mettigli tra le radici qualche pastiglia... Fertilizzante liquido??

> nel mio 100L netti ho moltissime piante, Varie Crypto, Hygrophila Polysperma e Corymbosa, muschio di Java ed altre. 
Forse (nella competizione quotidiana) nel ciucciarsi elementi per loro vitali, le anubias arrivano per ultime... cerco di essere spiegato ;-)) 
Mi sembra che le piante che hai (non le conosco tutte) sono di crescita (abbastanza) veloce, quindi consumano un bel po' di nutrienti ed alle anubias non resta molto...

> Il Kh 3 può essere una causa? 
qua non so',ma non penso,anch'io ho il kh a 3 ma le mie anubias crescono le ho da 6-7 anni, volevo sostituirle ma non ho avuto il coraggio, mi sono quasi affezionato ;-)) 
Non devono stare alla luce forte, si ricoprono di un... pelo scuro... come le mie :-))

marco-pc

Prima di tutto grazie per le risposte, vi do qualche info: 
- Luci 2 neon 18Watt (Acquarelle - Philips 960) 
- Fertilizzo com PMDD pi√Ļ una piccoli pezzi di SERA FLORNETTE A che metto vicino alle Crypto¬†
- Fondo POZZOLANA - AKADAMA - POLICROMO 
- Cambi 10% acqua alla settimana 
- PH 7 - KH - 3 - GH 5 - No2 ASSENTI - No3 circa 10 
Sono sistemate in un punto a media luminosità, sotto alcune Hygrophile

Igor

> Luci 2 neon 18Watt (Acquarelle - Philips 960) 
Quindi non possiamo parlare di luce eccessiva. Comunque metterei la anubias in un posto dove non arriva luce diretta.

> Fertilizzo com PMDD pi√Ļ una piccoli pezzi di SERA FLORNETTE A che metto vicino alle Crypto¬†
Occhio al Florenette A perchè pare che possa inquinare l' acqua. Stacci cauto.

> Fondo POZZOLANA - AKADAMA - POLICROMO 
Con che coraggio hai mischiato il policromo all' akadama... era meglio solo akadama! Comunque vedo che non c'è fertilizzante vero e proprio nel fondo, e con il florenette A non puoi ovviare a questa mancanza. A questo punto l' ipotesi della mancanza di fertilizzazione di fondo può essere giusta.

> PH 7 - KH - 3 - GH 5 - No2 ASSENTI - No3 circa 10 
Il gH mi pare al limite; infatti nella ricetta del PMDD c' era una variabilità a seconda di questo valore. Ne hai tenuto conto?

> Sono sistemate in un punto a media luminosità, sotto alcune Hygrophile 
Allora va bene.

> Per ora le uniche foto, di pessima qualità, sono su utenti.lycos.it/microambiente, ma da lì non si vede il problema, cercherò di farne altre 
Mi spiace, ma se non si tratta di una mancanza di fertilizzazione di fondo non so proprio cosa possa essere. Vediamo se c' è qualcuno che ha avuto simili esperienze con questa pianta.

Davide¬ģ @ Home <¬į\)>^<< (23 giu 2001)

ho aggiunto un gruppo di anubias abbastanza grandi (4 anubias di circa 20cm), quando le ho piantate ho fatto come descritto da vari siti e libri.. cioè l'ho piantata "in diagonale" lasciando partedelle radici esposte poi le ho fermate con un peso per dare il tempo alle radici di svilupparsi e ancorare la pianta. 
oggi (sono passati 15 gg) hoi notato che lo sviluppo radicale è notevole ma che la pianta si è sollevata (evidentemente il peso che ho messo non era sufficiente) 
la pianta ha quindi radici e tutto fuori dal fondo (comunque in massima parte) 
che devo fare ? la ripianto (quindi taglio le radici etc etc ) oppure la lascio così? 
il mio problema è fare crescere bene la pianta, per l'estetica non è un problema in quanto delle crypto in primo paino coprono la base delle anubias..

LordTHeuZ

Non vorrei dirti una stupidata, ma a quanto mi risulta l'atteggiamento delle tue anubias rientra nella norma, nel senso che spesso e volentieri le radici assestano la pianta come lei stessa pi√Ļ gradisce... E ci√≤ non √® in contrasto col fatto, di questo sono certo, che le anubias si sviluppino bene solo se il rizoma non √® piantumato.

Davide¬ģ @ Home <¬į\)>^<<

orpo! 
le altre anubias che ho (barteri nane) con il tempo hanno avuto il rizoma coperto (penso per il movimento dell'acqua e per il ruzzolare dei pesci..) però stanno mettendo numerose foglioline nuove .. dovrei scoprirne il rizoma?!

Marco La Volpe

Secondo me le Anubias crescono meglio con sia il rizoma che le radici fuori dal materiale di fondo piantumate su sassi o legni. 
Il rizoma se interrato prima o poi marcisce, le radici se esposte alla luce diventano verdi, fotosintetizzanti e questo dovrebbe aiutare la pianta.

Hidro (8 gen 2001)

Perchè le foglie di anubias si ricoprono sempre di una patina verdastra????

Lorenzo Bardotti

se sono in luce, essendo a crescita lenta, √® il loro destino! mettile in una zona pi√Ļ adatta a loro.

Gianmarco Vanni

però ho un sospetto... 
nel mio acquario piccolo ho una anubias nana su un legno proprio poco sotto il pelo dell'acqua... all'inizio ho avuto anche io qualche foglia ricoperta, ora ho trovato il modo di sparare l'uscita del filtro in basso verso l'anubias e la pianta √® pulita e pi√Ļ rigogliosa che mai....ho notato anche nelle altre vasche che se sono esposte in piena luce, ma con moderata o forte corrente il problema della copertura algale non si manifesta o √® molto contenuto.¬†
Qualcuno ha esperienze simili?

Davide¬ģ @ Home (15 ago 2001)

le mie anubias sono in fiore!!!!!!!!!!! ;) 
vabbè so che paragonato alle nascite di ciclidi etc etc è poca cosa.. ma per me è uno spettaccolo ;)

Walter Peris

E chi lo dice? 
Per me una pianta fiorita è 1000 volte meglio di un pesce riprodotto. 
:-)))))))

Massimo

Se sono presenti in acquario già da tempo non è un evento da meno, anzi!!

Davide¬ģ @ Home

ma dai! triplo eureka allora :D 
io pensavo fosse una cosa "scontata" ;)

Cory

>io pensavo fosse una cosa "scontata" ;) 
In effetti su piante molto giovani la cosa mi sembrava scontata, facevano fiori di continuo poi, diciamo pi√Ļ di un anno, era cresciuta moltissimo ed ho pensato di tagliarne dei pezzi da mettere in altre vasche... mai pi√Ļ visto un fiore. ;(((¬†
Forse Walterone saprà darmi una spiegazione.

Per approfondire:

Anubias barteri var. nana e Anubias barteri var. barteri - Foto © Bjarne Saetrang

Anubias gracilis in acquario - Foto © Tropica.com

Anubias barteri var. nana in acquario - Foto © Tropica.com

Anubias barteri var. glabra in acquario - Foto © Tropica.com

Anubias barteri var. caladiifolia in acquario - Foto © Tropica.com

Anubias barteri var. angustifolia in acquario - Foto © Tropica.com

Anubias barteri var. barteri in acquario - Foto © Tropica.com

Anubias barteri var. coffeifolia in acquario - Foto © Tropica.com

Descrizione e fotografie dell'acquario d'acqua dolce di Franco Ingangaro

Anubias barteri var. nana fiorita nel mio acquario

Anubias barteri var. nana fiorita - Foto © Roberto Restelli

Hai visto un acquario da esposizione ben piantumato e desideri riprodurlo? Compri piante che muoiono in poche settimane e non sai perché? Questa guida spiega alcuni degli errori che i principianti fanno spesso e offre alcuni suggerimenti sulla scelta delle specie giuste e su come prendersene cura - tratto e tradotto da un articolo di Injaf

Ci sono molte piante d'acqua dolce, coltivate comunemente in acquario, che si adattano molto bene alla coltivazione in acqua salmastra, grazie alla loro robustezza ed adattabilità.

Descrizione delle caratteristiche e della coltivazione in acquario di moltissime specie di Anubias, con splendide foto - tratto e tradotto da un articolo di Eugene Zagnitko

Descrizione di come allestire un acquario che riproduca l'ambiente di una palude dell'Africa meridionale, con foto del biotopo naturale - tratto e tradotto da un articolo di Rhett A. Butler

Descrizione dell'allestimento di un acquario che riproduca il biotopo dei fiumi dell'Africa occidentale e centrale, dove vivono tra gli altri anche i Pelvicachromis - tratto e tradotto da un articolo di Rhett A. Butler

Come allestire un acquario biotopo che riproduca gli habitat delle rapide dei fiumi africani, in particolare del Congo - tratto e tradotto da un articolo di Rhett A. Butler

Consigli ed avvertenze per allestire un acquario salmastro, consigliato dal team di esperti del ThePufferForum come fondamentale compendio di ciò che occorre sapere per la sua gestione - tratto e tradotto da un articolo di Cody Soup

Riferimenti & Link

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere... 
i messaggi pi√Ļ interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Taxa principali

E' una delle piante d'acquario pi√Ļ resistenti, si accontenta di poca luce e fiorisce sott'acqua :)

Una forma di Anubias dalle insolite foglie lanceolate, poco diffusa nonostante sia molto bella

La pi√Ļ grande variet√† tra quelle della specie Anubias barteri, dalle grandi e belle foglie cuoriformi

Una bella varietà di Anubias barteri, dalle foglie particolari e con colorazione insolita

Varietà di Anubias poco conosciuta ma con tutte le belle carattertistiche delle Anubias

Dalle piccole dimensioni e quasi indistruttibile, ad oggi √® una delle piante da acquario pi√Ļ diffuse al mondo

Nonostante il nome, √® una delle specie pi√Ļ grandi e maestose del genere Anubias

Grande Anubias adatta a paludari e acquari

Una delle Anubias pi√Ļ imponenti e maestose, non facile da trovare in commercio

Smaltiamo responsabilmente le potature

Spesso sentiamo parlare di pesci e piante che sono sfuggiti in natura e che stanno soffocando le specie autoctone, cambiando le dinamiche e in alcuni casi distruggendo gli ecosistemi naturali. Sono molte purtroppo le piante acquatiche che si sono rivelate infestanti per sistemi che non contemplavano la loro presenza, e fanno danni tali da essere finite nelle liste nere di vari stati, che ne hanno vietato vendita e importazione.

Siamo sicuri come acquariofili di non essere responsabili dell'introduzione di piante in un ambiente che non è il loro? Che fine fanno le potature delle piante nei nostri acquari?

Smaltiamo responsabilmente le potature, cercando di evitare il pi√Ļ possibile che possano contaminare l'ambiente circostante, mettendole ad esempio in un contenitore e aspettare che siano completamente secche prima di buttarle nell'umido, dove dovrebbero poi essere correttamente smaltite. Si possono utilizzare vari altri metodi, l'importante √® pensarci, tenere sempre presente che stiamo allevando pesci e coltivando piante che potrebbero provocare gravi danni se riuscissero a propagarsi nel nostro ambiente.

Offerte di Amazon