• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Azolla caroliniana

(Willdenow 1810)

Piccola felce acquatica galleggiante facile e dalle ridotte esigenze, si moltiplica velocemente contribuendo ad ossigenare e depurare l'acqua, in condizioni ideali può essere molto invasiva. Pianta consigliata anche ai neofiti dell'acquario.

Azolla caroliniana - Foto © GFDL - Kurt Stueber (Wikipedia)

etimologia

Azolla: dal greco azo=siccità e ollyo=uccidere, in riferimento al rapido deperimento della pianta in caso di siccità
caroliniana: proveniente dalla Carolina (Stati Uniti)

Piccola felce acquatica galleggiante facile e dalle ridotte esigenze, si moltiplica velocemente contribuendo ad ossigenare e depurare l'acqua, in condizioni ideali può essere molto invasiva. Pianta consigliata anche ai neofiti dell'acquario per la sua facile coltivazione, anche se quando non trova l'ambiente ideale deperisce rapidamente; la cosa principale è che l'acqua deve essere poco mossa e ricca di sostanze nutritive.

Si tratta di una pianta molto utile e versatile: la Kasselmann nel suo libro "Piante d'acquario" riferisce che viene utilizzata come fertilizzante nelle risaie, in quanto vive in simbiosi con un'alga in grado di fossare l'azoto atmosferico; viene utilizzata come foraggio per il bestiame e come mangime per i pesci, in quanto ha un alto valore nutritivo; viene utilizzata per prevenire infestazioni di zanzare nelle zone stagnanti; viene mangiata fritta in India e utilizzata come ingrediente del sapone in Africa; viene utilizzaa come medicinale contro il mal di gola in Nuova Zelanda. Insomma, una pianta, mille virtù :)

valori acqua in natura
PH: 5.0 / 7.2 - GH: 5 / 15 dGH
temperatura in acquario
3 - 30°C
Pesce Solubile (Mr. Pandawa) 05 giugno 2006
Graziano, la tua azolla...
Come promesso l'ho divisa in più vasche per osservare le reazioni:
1) In vaso da 2 litri adibito a caridinodromo. Presente anubias, muschio di giava, acqua tenera, niente luce artificiale, luce naturale da interno.
2) In vasca da 30 lt sempre caridinodromo. neon 14 W, rotala, tenellus, anubias, da qualche giorno anche un riflettore, stessa acqua, CO2 a lievito
3) vaso da 1 litro coltura di muschio di giava, all'aperto, nessuna lampada, acqua tenera.
Dei tre solo il vaso 1 è stato un fallimento e l'azolla è deperita fino a scomparire quasi del tutto.
In vaso 3 l'azolla prospera crescendo molto lentamente ma inesorabilmente. le cure a questo vaso sono praticamente zero.la luce solare fa abbastanza. devo solo capire cosa succederà quando le temperature saliranno a 30 e passa gradi
In vasca 2 la situazione è la più interessante, dato che l'azolla, dopo l'eliminazione quasi totale di riccia e lemna, si riproduce molto velocemente, e dopo l'aggiunta del riflettore è virata tantissimo sul rosso, come del resto anche la rotala all'interno dell'acquario. ovviamente tutto questo era prevedibile, dato che le condizioni migliori si trovano di sicuro in questo vaso. La pigmentazione rossa è motlo bella e si è presentata dopo davvero pochissimo tempo, tipo un paio di giorni.
grazie ancora per il campione iniziale! comunicherò presto ulteriori sviluppi :-)
Svetlana
Da me e` stata pratticamente sopraffara da lemna...:-(((
Ho ricuperato un po di foglioline e li ho messi un po appartate al riparo quasi dietro il muro di muschio, ma la vedo dura...:-((( Anche perche non riesco ad elliminare del tutto la lemna...:-(((
I valori sono : pH 7 circa, KH=4, GH=8, due neon, niente co2, ma credo che questa la prenderebbe dall`aria e quindi non importa...
Pesce Solubile (Mr. Pandawa)
Sicuramente te ne potrò dare un bel po' per fine estate :-)
Intanto, altro fatto evidente è che l'azolla perde nella competizine con la lemna, come già notato da Alessio Comai. Io devo arginare la lemna come posso, perché eliminarla è praticamente impossibile. in assenza di lemna, l'azolla funziona. Se c'è una minima quantità di lemna l'azolla cresce ugualmente finché la lemna non riesce a prendere numericamente il sopravvento, il che dipende dall'efficacia dell'eliminazione di lemna precedente, ovviamente.
SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.