Una varietà di Hygrophila corymbosa con internodi cortissimi, il che la rende molto bassa e folta

Hygrophila corymbosa 'Compact' in acquario - Foto © Stern_nbg (Flowgrow.de)

L'Hygrophila corymbosa "Compact" o compatta è una pianta acquatica cosiddetta "cultivar", cioè non esistente in natura ma prodotta attraverso le selezioni operate dalle aziende di piante acquatiche, in questo caso Aqua Flora. E' caratterizzata da internodi molto ravvicinati e da una crescita più lenta, assumendo una forma di basso cespuglio, grazie anche al fatto che il fusto anche se corto ramifica abbondantemente, il che la rende adatta come pianta da primo piano.

Crescendo in altezza, i fusti tendono a perdere mano a mano le foglie inferiori, ma l'abbondante ramificazione li rende simili a piccoli bonsai. Io quando incomincia ad alzarsi un po' troppo (ma ci vuole tempo, tanto tempo) la espianto, taglio il fusto un po' più corto, butto la parte inferiore con le radici e ripianto il fusto nel fondo dell'acquario, dove la pianta ricomincia a crescere ributtando nuove radici. Però si può anche coltivare lasciandola crescere in altezza, sul libro della Kasselmann Piante d'acquario c'è la foto di un esemplare coltivato da due anni, sviluppato in altezza.

Cresce bene ance in acquario salmastro, anche se, senza somministrazione aggiuntiva di co2, la crescita oltre che più lenta è anche meno "folta", con foglie più piccole e internodi più lunghi.

Hygrophila corymbosa 'Compact' in acquario, insieme ad un Botia almorhae

Hygrophila corymbosa 'Compact' in acquario

Taxa principali

E' una pianta asiatica facile, con poche esigenze, molto adatta ai principianti. In acquario cresce velocemente buttando foglie verdi, lunghe e larghe, crescendo in altezza molto rapidamente

Una varietà di Hygrophila corymbosa con internodi cortissimi, il che la rende molto bassa e folta

Una delle tante forme di Hygrophila corymbosa, è nota da tempo in acquariofilia per la sua robustezza e adattabilità, cresce velocemente e con mote ramificazioni

Ha una crescita esplosiva anche se non in ottime condizioni, tanto che deve essere tenuta sotto controllo perché non diventi invasiva. Si adatta anche all'acqua salmastra, ed ha la caratteristica di avere un notevole dimorfismo delle foglie tra la forma emersa e quella sommersa.

Una Hygrophila del tutto particolare, con le foglie insolite e che può crescere attaccata a rocce e legni

Di facile reperibilità in tutte le sue innumerevoli varianti, non è molto appariscente ma cresce molto velocemente

Pianta poco impegnativa, è una delle rosse più facili da coltivare in acquario e dalla crescita più veloce

Riferimenti & Link

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere... 
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Collegamenti taxa

Aggiungi un commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.

Per saperne di più...

Descrizione, foto e consigli per la coltivazione in acquario di Hygrophila corymbosa 'Compact', una cultivar di Hygrophila corymbosa che rimane più bassa e folta - tratto e tradotto da un articolo di Tropica.com

Hygrophila corymbosa 'Compact' in acquario - Foto © Tropica.com

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere sulla coltivazione delle piante acquatiche del genere Hygrophila, grazie ai messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Smaltiamo responsabilmente le potature

Spesso sentiamo parlare di pesci e piante che sono sfuggiti in natura e che stanno soffocando le specie autoctone, cambiando le dinamiche e in alcuni casi distruggendo gli ecosistemi naturali. Sono molte purtroppo le piante acquatiche che si sono rivelate infestanti per sistemi che non contemplavano la loro presenza, e fanno danni tali da essere finite nelle liste nere di vari stati, che ne hanno vietato vendita e importazione.

Siamo sicuri come acquariofili di non essere responsabili dell'introduzione di piante in un ambiente che non è il loro? Che fine fanno le potature delle piante nei nostri acquari?

Smaltiamo responsabilmente le potature, cercando di evitare il più possibile che possano contaminare l'ambiente circostante, mettendole ad esempio in un contenitore e aspettare che siano completamente secche prima di buttarle nell'umido, dove dovrebbero poi essere correttamente smaltite. Si possono utilizzare vari altri metodi, l'importante è pensarci, tenere sempre presente che stiamo allevando pesci e coltivando piante che potrebbero provocare gravi danni se riuscissero a propagarsi nel nostro ambiente.

Offerte di Amazon