• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
9 minuti
Letto finora

Allestire un acquario salmastro (C. Shoup)

Mar, 15/Feb/2005 - 00:00
Posted in:
1 comment

Consigli ed avvertenze per allestire un acquario salmastro, fondamentale compendio di ciò che occorre sapere per la sua gestione

Traduzione dell'articolo:
"Starting a Brackish Aquarium" di Cody Shoup
su Badman's Tropical Fish che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.

La parte in cui descrive l'ambiente naturale salmastro mi sembra buona, l'articolo mi ha suscitato però alcune perplessità su alcuni accorgimenti suggeriti e su qualche abbinamento; per cui ho messo alcune annotazioni, tanto per stimolare una lettura critica di tutti gli articoli, e anche di quanto scritto da me :-)))
Comunque sia, l'articolo è segnalato da ThePufferForum e raccomandato dal loro team di esperti. Il che, per chi conosce il forum e sa che è "IL" forum per i pesci palla, è praticamente una garanzia.

Acquario salmastro © Jeff & Mike Senske of Aquarium Design Group in Houston, Texas

brackish aquarium banner

Introduzione

Acqua salmastra

Dove l'oceano incontra i fiumi che sfociano, l’acqua marina si mescola con l’acqua dolce. Queste zone sono denominate estuari, paludi di mangrovie e paludi d'acqua salata. L'acqua, che è in parte salata e in parte dolce, è detta salmastra. Queste acque salmastre sono l’habitat di uno stupefacente gruppo vario ed unico di animali, alcuni dei quali sono comunemente disponibili per l’allevamento negli acquari domestici. Includono i pesci dei generi Toxotes (pesci arciere) Scatophagus, Monodactylus, alcuni Poecilidi, gobidi ed altri.
Questo articolo spiegherà come creare e mantenere in casa un ambiente adeguato per molti dei pesci d'acqua salmastra commercialmente venduti.

Perchè dovreste scegliere un acquario salmastro? Gli acquari d'acqua salmastra, come detto prima, sono unici. Sono solitamente argomento di conversazione e faranno sì che il vostro acquario sia differente dalla maggior parte degli altri. Inoltre, malgrado alcuni miti, sono anche facili da mantenere, in quanto i pesci provenienti da acque salmastre sono adattati per sostenere frequenti cambiamenti nella salinità e nei parametri dell'acqua, a differenza sia dei pesci d’acqua salata che d’acqua dolce.

Attrezzatura

L'attrezzatura di cui avrete bisogno per una vasca d'acqua salmastra è simile a quella per una vasca d'acqua dolce, ma con alcune aggiunte. Avrete bisogno di:

Acquario
Alcuni articoli sostengono che per gli acquari d'acqua salmastra sono necessarie vasche da 200 litri o più, ma questo è falso. Potreste prenderlo piccolo, come un 40 litri o persino un 20 litri. Gli allestimenti suggeriti più in basso nell'articolo possono aiutarvi nello scegliere le dimensioni della vasca.
Filtro
I filtri migliori per una vasca salmastra sono quelli posteriori, meccanici e biologici, o quelli esterni. I filtri sottosabbia non funzioneranno correttamente con un substrato di sabbia fine. Per gli acquari più grandi di 80 litri, bisognerebbe utilizzare 2 filtri sui lati opposti della vasca. Dovreste far girare il volume d’acqua circa 10 volte all'ora (cioè dovreste aver bisogno di un filtro da 1000 l/h o di due filtri da 500 l/h per una vasca da 110g).
Riscaldatore
Non risparmiate sul riscaldatore. I riscaldatori ad immersione sono molto meglio per la diffusione del calore ed è meno probabile che si frantumino. Assicuratevi che il riscaldatore sia adatto all’uso in acqua dolce E in acqua salata. Inoltre dovrete assicurarvi che il riscaldatore sia sufficiente come dimensioni. Una regola pratica è di 5 watt di calore per un gallone, circa 4 litri.
Copertura/Illuminazione
Tutte le vasche dovrebbero essere coperte, e le vasche d’acqua salmastra non fanno eccezione. Tenete presente, anche, che l'acqua salmastra evapora più velocemente dell'acqua dolce. Se progettate di coltivare piante, cercate di avere per lo meno 1.5 watt di luce per gallone (circa 4 litri) d’acqua.
Termometro e densimetro
Avrete bisogno di un termometro per controllare che la temperatura rimanga costante e di un densimetro (o idrometro) per misurare la salinità dell'acqua. Un densimetro poco costoso va benissimo.
Substrato
Le aree d'acqua salmastra sono sempre coperte da uno strato di materiale sabbioso, melmoso o fangoso, ed io ritengo che la sabbia sia l'opzione migliore per un acquario d'acqua salmastra. Potreste usare l’aragonite marina, “Mineral Mud” o sabbia normale (che può essere trovata MOLTO a buon mercato dai rivenditori di materiali per edilizia). Se progettate di coltivare piante, avrete bisogno di un substrato alto circa 2,5 cm (evitate strati più alti perché potrebbero svilupparsi zone anaerobiche) mentre per una vasca di soli pesci la cosa migliore è uno strato molto sottile.
Sale marino
Preferisco l’”Instant Ocean” ma dovrebbero andar bene la maggior parte delle marche.
Biocondizionatori
Come per tutti gli acquari, avrete bisogno di un prodotto per eliminare il cloro e la clorammina dall'acqua di rubinetto prima di metterla in vasca. Assicurarsi che il prodotto sia indicato sia per uso in acqua dolce che marina.

Una volta che avrete tutta questa attrezzatura, siete pronti ad installare un acquario d'acqua salmastra. La domanda ora è: Che pesci dovrei inserire?

Allestimenti Raccomandati

I pesci d'acqua salmastra non provengono tutti dalle stesse acque salmastre. Alcuni si trovano negli estuari dalla corrente lenta e nelle paludi di mangrovie, mentre altri si trovano nelle estremità più salate e a flusso rapido dei fiumi. I pesci, come potete facilmente prevedere, stanno meglio se allevati in condizioni quanto più possibile simili a quelle naturali, e quindi ho diviso la categoria salmastra in 3 allestimenti.

Allestimento n. 1: Estuario

Estuario

Gli estuari sono il luogo dove la maggior parte della gente sa che si trova l'acqua salmastra. Gli estuari hanno una corrente da lenta a moderata e il movimento dell’acqua dato dal vostro filtro/i dovrebbe essere adeguato. Anche se più in basso ci saranno allestimenti per acquari più piccoli, per un acquario d'estuario è meglio prevedere un acquario abbastanza grande.

 
Allestimento estuario
Abitanti:
Vasca da 570 litri o più
(6) Monodactylus argenteus (Monos)

--- oppure ---

(5) Scatophagus argus (Scats)

--- oppure ---

(6) Monodactylus sebae (Sebae Monos)

--- oppure ---

(5) Arius seemani (Colombian Shark Catfish)

monodactylusscatophagusarius

Piante
Le piante in questo acquario è molto probabile che vengano mangiate. La Felce di Giava (Microsorum pteropus) ed il Muschio di Giava (Vesicularia dubyana) POTREBBERO sopravvivere. Se volete alzare la salinità del vostro acquario, oltre un peso specifico di 1.015, le piante cominceranno a morire e dovrebbero essere sostituite con alghe marine quali la Caulerpa.
Temperatura
26 – 28°C.
Livello di pH
7.5-8.5
Decorazioni
Si possono mettere rocce e legni o radici ramificati (dopo essersi assicurati che non rilascino nulla).
Sale
Tutti i pesci elencati sopra quando hanno parecchi anni migrano dall'estuario all'oceano, quindi dovrete imitare questa situazione nel modo migliore che potete.
Comprate tutti i vostri abitanti molto giovani, ed avviate questa vasca con circa 2 cucchiai da tavola di sale marino per 4 litri d’acqua. Ogni 6 mesi, aggiungete un cucchiaio da tavola in più di sale per 4 litri d’acqua durante i cambi d'acqua. Arrestatevi quando avrete raggiunto circa 7 cucchiai da tavola di sale per 4 litri d’acqua o quando il vostro densimetro misura 1.020-1.025. Questo procedimento dovrebbe richiedere circa 3-4 anni, perché non dovrebbero essere portati in acqua marina piena troppo velocemente. Tenete presente che non bisogna aggiungere il sale direttamente in vasca.

Allestimento n. 2: Fiume salmastro

Fiume salmastro

Nelle zone poste alle estremità dei fiumi che fluiscono negli estuari, c’è acqua salmastra. Sono zone a flusso veloce e dovreste aggiungere una pompa di movimento supplementare per aumentare l'aerazione ed il movimento. Questi allestimenti sono una grande dimora per molly, gobidi, pesci palla, e, nel caso dei Brachygobius, possono essere piccoli anche fino a 25 litri.

 
Allestimento fiume salmastro
Abitanti:
Vasca da 25 litri o piu'
(3) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)
Vasca da 45 litri o più
(3) Molly
(1) Stigmatogobius sadanundio (Knight Gobies)

--- oppure ---

(3) Molly
(3) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(3) Chanda ranga (Glassfish)
(1) Stigmatogobius sadanundio (Knight Gobies)

--- oppure ---

(3) Chanda ranga (Glassfish)
(3) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)
Vasca da 130 litri o più
(3) Molly0
(6) Telmatherina ladigesi (Celebes Rainbows)
(7) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(3) Chanda ranga (Glassfish)
(6) Telmatherina ladigesi (Celebes Rainbowfish)
(7) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(3) Molly
(4) Chanda ranga (Glassfish)
(2) Stigmatogobius sadanundio (Knight Gobies)
(3) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(2) Tetraodon nigroviridis (Green Spotted Puffers)
(5) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(2) Tetraodon biocellatus (Figure Eight Puffers)
(5) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(2) Etroplus maculatus (Orange Chromides)
(2) Stigmatogobius sadanundio (Knight Gobies)
Vasca da 250 litri o più
(3) Molly
(3) Chanda ranga (Glassfish)
(2) Telmatherina ladigesi (Celebes Rainbowfish)
(2) Stigmatogobius sadanundio (Knight Gobies)
(5) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(3) Tetraodon nigroviridis (Green Spotted Puffers)
(7) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(3) Tetraodon biocellatus (Figure Eight Puffers)
(7) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(3) Etroplus maculatus (Orange Chromides)
(3) Stigmatogobius sadanundio (Knight Gobies)
(6) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(3) Tetraodon nigroviridis (Ceylon Puffers)
(3) Molly
(5) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)
Vasca da 570 litri o più
(3) Datnioides polota (Siamese Tiger Fish)

--- oppure ---

(3) Molly
(5) Chanda ranga (Glassfish)
(10) Telmatherina ladigesi (Celebes Rainbowfish)
(4) Stigmatogobius sadanundio (Knight Gobies)
(8) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(8) Tetraodon nigroviridis (Green Spotted Puffers)
(10) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(8) Tetraodon biocellatus (Figure Eight Puffers)
(10) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(6) Etroplus maculatus (Orange Chromides)
(4) Stigmatogobius sadanundio (Knight Gobies)
(8) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(6) Tetraodon nigroviridis (Target Fish)
(6) Molly
(10) Brachygobius (Bumble Bee Gobies)

--- oppure ---

(3) Terapon jarbua (Ceylon Puffers)

tetraodon biocellatusetroplus maculatusdatnioides

Piante:


(2) [N.d.T.] le piante vere secondo me sono sempre la scelta migliore, basta sceglierle bene e possono vivere tranquillamente... Si nutrono delle sostanze di scarto dei pesci, e ossigenano sia l'acqua che il fondo, con le radici, impedendo la formazione di zone anossiche.

Anubias, Vallisneria, Eleocharis e Microsorum (Felce di Giava) sono le più adatte alle correnti di questa vasca, anche se le piante di plastica sono probabilmente la scelta migliore. (2)
Temperatura
26 – 29°C.
Livello di pH
7.5-8.5
Decorazioni
Allestite mettendo le piante più alte sullo sfondo e quelle più basse sui lati davanti. Aggiungete uno o più caverne di rocce per i vostri gobidi. Anubias e Microsorum dovrebbero essere fissati alle rocce che formano le caverne.
Sale
Circa 1-2 cucchiai da tavola di sale marino per 4 litri di acqua o un peso specifico di 1.005-1.010 saranno sufficienti per la vita piena della maggior parte di questi pesci. I Tetraodon nigrovirdis preferiscono condizioni d’acqua più salata, con circa 3-5 cucchiai da tavola di sale marino per 4 litri d’acqua o un peso specifico di 1.010-1.020.

Allestimento n. 3: Palude di mangrovie

Palude di mangrovie

Le paludi di mangrovie sono acque a corrente molto lenta, ricoperte da piante galleggianti e da radici di mangrovia. Questi allestimenti devono essere in parte acquatici e in parte di terraferma. Per questo motivo, si suggerisce di utilizzare un acquario da 200 litri o più, in modo che ci sia abbastanza spazio per nuotare per i pesci. Il metodo di filtrazione migliore in questo caso sarebbe un filtro esterno con tubi abbastanza lunghi da avanzare dentro l'acqua.

 
Allestimento paludi di mangrovie
Abitanti:
Vasca da 250 litri o più
(2) Toxotes jaculatrix (Archer Fish)

--- oppure ---

(3) [N.d.T.] i granchi si nutrono di pesci, e i saltafango di crostacei... vedete un po' voi se è il caso di allevarli insieme... :(

(3) Periophthalmus sp. (Mudskippers, Saltafango)
(3) Uca crassipes (Fiddler Crabs) (3)
Vasca da 570 litri o più
(4) Anableps sp.

--- oppure ---

(4) Toxotes jaculatrix (Archer Fish)

--- oppure ---

(6) Periophthalmus sp. (Mudskippers)
(6) Uca crassipes (Fiddler Crabs) (3)

toxotesspotted scatmudskipper

Piante
Le mangrovie sono ovviamente la scelta di questa vasca. Dovrebbero essere piantate a bordo d'acqua e sulla parte di “terraferma”. Per quanto riguarda le piante acquatiche, poiché la maggior parte non sono facilmente disponibili, le piante di plastica sono la scelta migliore (2), potreste provare comunque il muschio di Giava (Vesicularia dubyana), la Felce di Giava (Microsorum pteropus), Cryptocoryne beckettii, Eleocharis e Vallisneria.
Temperatura
27 – 30°C.
Livello di pH
7.5-8.5
Decorazioni
L'uso di radici d'albero ornamentali sarebbe l’ideale per questo allestimento. Molte mangrovie ed illuminazione leggermente smorzata renderanno questa vasca più realistica. Queste paludi inoltre hanno solitamente piante galleggianti che ricoprono la superficie dell’acqua, ma la maggior parte non è commercialmente disponibile (anche se potreste provare con il muschio di Giava, Vesicularia dubyana).
Sale
Circa 3 cucchiai da tavola di sale marino per 4 litri d’acqua o un peso specifico di 1.010-1.015 saranno sufficienti per far vivere appieno questi pesci

Mantenimento

Una volta che avrete allestito la vostra vasca con l’allestimento salmastro che desiderate, e avrete ciclato la vasca, in modo che sia completamente matura, dovrete imparare un programma di manutenzione per occuparvi della cura del vostro acquario.

Sono un sostenitore convinto dei cambi d'acqua frequenti. Consiglio di cambiare il 15% dell’acqua una volta alla settimana. Nell'aggiungere l'acqua nuova, assicuratevi di aggiungere quasi lo stesso dosaggio di sale usato in precedenza (a meno che non stiate facendo funzionare l’allestimento dell'estuario, nel qual caso il dosaggio aumenta ogni 6 mesi). Non è necessario controllare con un densimetro, in quanto questi pesci sono naturalmente soggetti alle variazioni nei livelli di salinità e sono abituati, ma dovreste rimanere all'interno di un certo range di esattezza per prevenire uno shock osmotico.

(4) [N.d.T.] è una pratica molto pericolosa, si rischia di mettere in circolo nell'acqua sporcizia e batteri. Il modo ideale di evitare zone anossiche nel fondo è di mettere piante vere, che con le radici ossigenano il fondo

Una - due volte alla settimana, dovreste mescolare la sabbia con l'estremità posteriore di un retino da pesci. Dopo la mescolatura, girate intorno nell’acqua dell’acquario il retino, per raccogliere i residui che avrete sollevato nella rete. Se state usando sabbia fine, questa mescolatura aiuterà anche ad impedire la formazione di punti anaerobici (questi punti possono scaricare gas mortali nel vostro acquario). (4)

L'alimentazione dovrebbe essere effettuata almeno 2 volte al giorno. Per tutti gli allestimenti salmastri sopra citati si suggerisce un’acqua abbastanza calda (come minimo 26°C.) e questo aumenta il metabolismo dei pesci, inducendoli a mangiare più cibo ed a svilupparsi più velocemente. Così, è preferibile alimentarli almeno 2-3 volte al giorno molto, sarebbero ottimali 3 volte al giorno. Molti di questi pesci (Molly, Monodactylus, Scatophagus, Stigmatogobius sadanundio) richiedono una certa quantità di vegetali nella loro dieta e i pesci palla dovrebbero essere alimentati ogni tanto con lumache, per ridurre le dimensioni del loro "becco".

Conclusione

Una volta che avrete allestito il vostro acquario d'acqua salmastra e vi sarete abituati al lavoro richiesto, avrete creato un acquario di grande intrattenimento e con poca manutenzione, con alcune delle creature naturali più uniche e meravigliose.

© Cody Shoup - Badman's Tropical Fish

Gli allestimenti e le raccomandazioni in questo articolo sono opinioni dell'autore, più o meno condivisibili, qui vi sono alcune annotazioni:

Debbs (12 gennaio 2005)
In questo articolo ci sono raccomandazioni generiche per un allestimento salmastro con Tetraodon nigroviridis (Green Spotted Puffer). Quello che la gente non sa, è che T. nigroviridis non rimangono salmastri per tutta la vita. A 10-15 cm devono essere acclimatati in acqua completamente marina per vivere una vita completa e sana. Tra gli allestimenti proposti ce ne sono alcuni che mettono insieme Tetraodon e Brachygobius. I Brachygobius devono rimanere in acqua salmastra, quindi a lungo termine tra queste due specie si crea un conflitto nei requisiti dell'acqua.
Inoltre, in 200 litri i Tetraodon nigroviridis (completamente sviluppati) dovrebbero essere 2 al massimo. I T. nigroviridis richiedono almeno 110 l ognuno. Il motivo non è soltanto il carico biologico ma l'aggressività dei pesci in ambienti piccoli.

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Commenti

Veramente esauriente e completo. Complimenti a questo conoscitore estremo di salmastro. Tuttavia: com'e' possibile ke si mettano allo stesso piano 2 ambientazioni differenti, come 2 nigroviridis e 2 biocellatus, quando i primi crescono il doppio rispetto ai secondi e sono ben piu' aggressivi? a parer mio, anche se non ne so quanto l'autore, la vasca coi biocellatus potrebbe essere consigliata anche per acquari sotto agli 80 lt magari sviluppati poco in altezza ma con un'elevata superficie di base per dare spazio ai pesci per nuotare...

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.