Attenzione

igapó

Igapó è una parola usata in Brasile per indicare le foreste amazzoniche d'acqua nera allagate. Sono foreste e paludi forestali che stagionalmente vengono inondate dall'acqua di laghi e fiumi d'acqua nera che esondano in seguito alle abbondanti piogge della stagione umida.

Tipico igapó nel bacino del Rio Negro, in Brasile, habitat di Paracheirodon axelrodi - Foto © Jennifer O. Reynolds (Seriouslyfish.com)

Igapó è una parola usata in Brasile per indicare le foreste amazzoniche d'acqua nera allagate. Sono foreste e paludi forestali che stagionalmente vengono inondate dall'acqua dolce di laghi e fiumi che esondano in seguito alle abbondanti piogge della stagione umida. Si trovano in genere lungo il corso inferiore dei fiumi e intorno ai laghi d'acqua dolce, in tutta una serie di zone climatiche.

Nel bacino amazzonico del Brasile, una foresta d'acqua bianca inondata stagionalmente è indicata come Várzea, che per molti aspetti è simile all'Igapó; la differenza fondamentale tra i due habitat è il tipo di acqua che inonda la foresta.

Gli Igapó sono caratterizzati principalmente da inondazioni stagionali causate dalle piogge abbondanti; in alcune zone, gli alberi possono essere sommersi fino a 6 mesi l'anno. Le foreste palustri possono avere ambienti difficili, in cui solo poche specie si sono adattate per essere in grado di sostenere la vita o di dominare su altre specie, ma possono essere anche in grado di sostenere una grande quantità di specie di uccelli, mammiferi, rettili, anfibi, pesci e invertebrati. La biodiversità varia tra gli ecosistemi delle zone umide, e la ricchezza di specie delle foreste palustri d'acqua dolce non è ancora conosciuta e studiata del tutto.

Le foreste Igapó sono caratterizzate da suoli sabbiosi e acidi, con un basso contenuto di nutrienti. Il colore e l'acidità dell'acqua sono dovuti alle sostanze umiche organiche acide (ad esempio i tannini) che si dissolvono in acqua. L'acidità dall'acqua si traduce in terreni acidi. A paragone di una foresta Várzea sono più povere di nutrienti, hanno anche meno materiale inorganico sospeso mentre contengono concentrazioni elevate di materiale organico disciolto, come gli acidi umici e fulvici. Pertanto le foreste Igapó supportano relativamente meno la vita e l'ambiente all'interno di queste aree tende a mancare di biodiversità.

Riferimenti & Link